1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. HomeSearcher

    HomeSearcher Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti ,
    sono nuovamente a voi per un riscontro ed un confronto oltre che ad un conforto.....
    Sto affidando ad una impresa l'incarico per la ristrutturazione di un immobile a Milano e nel presentarmi il preventivo l'impresa ha inserito un costo per pratica/oneri sicurezza di circa 6.000€ , oltre a costo pratica dia 2500€ ed oneri installazione cantiere altri 4500 € . Di fronte alle mie richieste di spiegazioni circa gli oneri di sicurezza , l'impresa sostiene che per tutelarsi dal rischio penale in caso di infortuni ( che cadrebbe anche su di me) è necessaria la pratica per la certificazione della correttezza sia dei lavoratori all'interno dal cantiere sia le condizioni di lavoro all'interno .chiedo cortesemente a chi è esperto in materia o chi ha già percorso questo iter a darmi un parere sulla correttezza e sui valori di quanto esposto . Ringraziando preventivamente chi potrà rispondermi , faccio i miei complimenti a tutti per gli argomenti sviluppati nel forum e della profondità con cui vengono trattati . Buona giornata a tutti :D
     
  2. felixgiovanni

    felixgiovanni Nuovo Iscritto

    Qualsiasi impresa edile, per essere abilitata all'esecuzione di interventi, deve fornire il proprio POS (piano operativo sicurezza), adeguato ai lavori a farsi (ex DLgs 626/96) mentre il committente, prima dell'inizio degli stessi, deve informare gli enti addetti (ASL, Ispettorato Lavoro, ...) mediante la notifica preliminare (ex D Lgs 494/96 e s.m.i.). Per particolari condizioni, spesso ricorrenti, il committente, in proprio o tramite il responsabile dei lavori, se persona diversa, nomina un coordinatore della sicurezza.....che redige un piano adeguato all'intervento a farsi, alle attrezzature e macchinari della ditta, ai luoghi, ecc...Di norma gli oneri della sicurezza (dispositivi di prevenzione da rischi e salvaguardia della salute e incolumità nei luoghi di lavoro) sono sempre compresi nei prezzi appaltati...La materia è abbastanza complessa....meglio consultarsi con qualche amico del settore...saluti.
     
  3. HomeSearcher

    HomeSearcher Nuovo Iscritto

    Grazie mille , mi sa che siamo di nuovo di fronte alla solita cortina fumogena per far pagare di più il committente . Grazie ancora per la tua risposta e per il tempo dedicato al mio quesito
     
  4. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    Io direi che l'impresa ci sta giovando un pò sopra con i costi della sicurezza. I prezzi della sicurezza (per i lavori privati) di solito solito sono compresi già nel prezzo di appalto (per i lavori pubblici vengono specificati a parte e non sono oggetti al ribasso d'asta) e comunque sono costi di gestione dell'impresa stessa. Si possono evidenziare dei costi della sicurezza laddove sono necessari realizzare delle particolare opere a vantaggio della sicurezza. L'unico costo accettabile è quella dell'installazione cantiere. Ma prima di affidare i lavori a questa impresa non era meglio paragonare il preventivo con altri? E poi è stato redatto un piano di sicurezza? Nello stesso piano di sicurezza deve essere già indicato il costo della sicurezza stimato dal Coordinatore della Sicurezza in fase di progettazione, ed è quel prezzo magari che spetterebbe all'Impresa e non quello da loro preventivati.
     
  5. HomeSearcher

    HomeSearcher Nuovo Iscritto

    Grazie , infatti non ho ancora firmato il preventivo e l'incarico ma sto chidendo altri pareri per negoziare al meglio con i prezzi medi di mercato . È giusto dare ad ogni impresa il giusto compenso ma non vorrei essere penalizzato oltre misura visto che sono per la trasparenza totale . Grazie ancora
     
  6. felixgiovanni

    felixgiovanni Nuovo Iscritto

    Dipende dall'intervento a farsi: il piano di sicurezza è obbligatorio per lavori da 200 uomini giorni in su, per opere da eseguirsi in altezza (oltre 2 m. dal piano di calpestio) o in profondità (oltre 1.5 m dal piano campagna) o per particolari condizioni che potrebbero costituire minaccia all'incolumità e salute nei luoghi di lavoro.... Il coordinamento della sicurezza (progettazione ed esecuzione), espletabile da tecnico abilitato, ha un costo sovente maggiore degli "oneri sulla sicurezza" di cui stiamo parlando...perciò meglio farsi idea più precisa chiedendo a qualche amico informato...Peraltro nel tuo caso avrai già un preventivo...quindi probabilmente già il coordinamento in fase di progettazione non c'è stato ...resta da valutare se occorre intervenire per l'esecuzione... saluti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina