1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Gugli

    Gugli Membro Attivo

    Premesso che siamo quattro fratelli il cui padre, che è ancora in vita, essendo stato proprietario esclusivo di un attività commerciale e di un appartamento (peraltro nostra madre è deceduta quindi la sua legittima è rientrata nell'asse ereditario), tempo addietro ha pensato bene di stipulare con due atti distinti di compravendita (in realtà due simulazioni di vendita) che sono le seguenti:
    1) la cessione di quote del negozio di famiglia a maggio del 1997 (dove pure io ho lavorato in gioventù) ai miei due fratelli X e Y
    2) un appartamento a X a dicembre 2001 per un valore di circa 1/4 del valore di mercato
    llora, per quello che so io un genitore in vita può fare ciò che vuole tanto poi i figli hanno la facoltà di litigare solo in qualità di legittimari...
    visto che sono stato totalmente escluso, la domanda è la seguente: 'se ora non posso fare niente cosa potrò fare in futuro ?'
    - come posso dimostrare il mancato pagamento,; può far fede il riscontro tramite verifica sul conto corrente ?
    - se ci sono altri beni nella massa ereditaria rispetto a
    questi alienati in sede giudiziale il giudice li fa confluire nella quota di riserva oppure tiene conto del prezzo irrisorio e reintegra con l'istituto della collazione la quota 'mancante'?
    cosa fareste al mio posto....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina