1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buonasera, nel caso di un contratto in essere nel 2011 per il quale si è già pagata l'imposta di registro per l' annualità 2011, come ed in quale tempistica posso optare per la cedolare secca?
    Grazie
    Eleonora
     
  2. Clematide

    Clematide Membro Attivo

    L'imposta di registro, una volta versata, non viene rimborsata per espressa previsione normativa. Il fatto di aver già incassato gli aumenti ISTAT, comunque non preclude la possibilità di esercitare l'opzione per la cedolare. Si tratterà piuttosto di vedere se l'aumento va restituito al conduttore: sul punto sarebbe opportuno un chiarimento dell'AdE, ma la norma precisa che la rinuncia all'aggiornamento del canone vale per la durata del'opzione, quindi, a rigor di logica, se l'opzione esplica i suoi effetti dal 1° gennaio 2011, gli aumenti andrebbero restituiti e non dovrebbero entrare nel calcolo della cedolare. Quanto al come e al quando optare per la cedolare, la norma è chiara: il proprietario che voglia scegliere tale opzione deve pagare l'acconto sulla cedolare, dopodiché, potrà optare per il nuovo tributo nella dichiarazione dei redditi del prossimo anno (730/2012 o UNICO 2012).
     
    A Roberta64 piace questo elemento.
  3. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie per la risposta, quindi mi confermi che per questi casi non è necessario comunicare l'opzione ora all'ufficio imposte, salvo la comunicazione all'inquilino.
    GRAZIE PER L'ULTERIORE CHIARIMENTO.
     
  4. Clematide

    Clematide Membro Attivo

    Pare che la comunicazione all'AdE, per questa tipologia di contratti, non sia necessaria. Sul punto - ripeto - è opportuno attendere una conferma delle Entrate (è attesa una nuova circolare). Quanto alla lettera raccomandata da mandare al'inquilino, la norma (art.3, D.Lgs. 23/2011) dice che la raccomandata va inviata "preventivamente", raccordandosi con l'adeguamento ISTAT, quindi - bada bene - vado solo a rigor di logica - se l'invio della raccomandata deve essere preliminare all'esercizio del'opzione, occorre inviare in ogni caso la raccomandata al conduttore, pena l'inefficacia dell'opzione. Pertanto, dal momento che la raccomandata è espressamente richiesta da una norma di legge, un orientamento prudenziale consiglia di non derogarvi in assenza di conferme ufficiali.
     
    A eleonora buda piace questo elemento.
  5. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie tutto chiaro.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina