1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. giulia60

    giulia60 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    salve. da tempo cerco di capire che fare: ho un appartamentino che affitto saltuariamente con affitto turistico anche per averlo libero per usi personali: in particolare ospitare il figlio di mio marito che vive all'estero e può tornare improvvisamente. Al momento sto anche ospitando un'amica che ha avuto una supplenza in zona

    mi dicono cose contrastanti: che devo andare dai vigili, oppure no perchè si tratta di parenti o perchè la mia amica è italiana, oppure che non posso ospitare nessuno, altri invece sì. non ci capisco più niente

    esiste una legge una che dica chiaramente xosa posso /devo fare in questi casi???

    per favore datemi una mano perchè vorrei tanto usare casa mia come mi pare, ma pare non si possa
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ai sensi dell'art. 12 del D.L. n. 59/1978, se cedi per un tempo superiore a un mese l'uso esclusivo di un fabbricato o di parte di esso hai l'obbligo di presentare all'autorità locale di pubblica sicurezza la comunicazione di cessione del fabbricato, entro quarantotto ore dalla consegna dell'immobile.
    Ai sensi dell'art. 7 del D. Lgs. n. 286/1998, se la persona che ospiti (anche per un solo giorno, e anche se non cedi l'uso esclusivo del fabbricato o di parte di esso) è un cittadino di uno Stato non appartenente all'Unione europea o un apolide, devi presentare comunicazione scritta, entro quarantotto ore, all'autorità locale di pubblica sicurezza.
     
    Ultima modifica: 15 Ottobre 2014
  3. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    la mia esperienza : se non è "struttura turistica regolare" (quindi praticamente un B&B o una casa-vacaznze regolare), dalle mie parti:
    • la polizia accetta solo comunicazioni telematiche: quindi solo fornite tramite registrazioni regolari (quando il contratto è registrato...perchè tuttte le parti hanno codice-fiscale), normalmente dei soli contratti con ospitalità da 30gg in poi (all'anno anche su periodi diversi o frazionati)
    • nulla mi si è detto (non ne hanno idea, ho chiesto più volte) di come effettuare la comunicazione se ospito un'australiano per 1 settimana : so di incorrere in procedure amministrative e/o penali .... ma se non succede nulla all'ospite durante la visita o nulla è causato da lui....ho ospitato un fantasma.
     
  4. giulia60

    giulia60 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie per le risposte.
    ho capito quello che dite, ma io sto parlando di una cosa diversa: il figlio di mio marito, quando arriva, non sa quanto si fermerà. Fosse MIO figlio, forse non ci sarebbero problemi a ospitarlo in una casa intestata solo a me, ma così non so. Lui gira il mondo a caccia di lavori saltuari, è un ragazzo, e ogni tanto decide di venire qui. poi se trova da lavorare si ferma se no riparte,Può fermarsi due mesi o due settimane, dipende da come butta. La polizia locale non è stata in grado di darmi risposte.

    L' amica che vorrei ospitare adesso ha avuto una supplenza nella mia zona che potrebbe finire a breve o essere procrastinata anche per mesi, lo saprà più avanti. Essendo una cittadina italiana la posso ospitare? per quanto tempo? devo dirlo ai vigili? e quando? io vorrei sapere se esiste una regolamentazione scritta che metta queste cose nero su bianco.

    Noi non affittiamo la casa a tempo indeterminato perchè viviamo in 35 mq in due e usiamo quest'altro monolocale per parenti e amici; lo diamo a persone di passaggio con affitto turistico regolare per poterci pagare le spese, tasse e manutenzione, ma quando ospitiamo qualcuno PER PIU' DI UN MESE A TITOLO GRATUITO come faccio a fargli un contratto???? come faccio a essere in regola??? la cosiddetta "ospitalità" vale solo per cittadini stranieri, extracomunitari o cosa??
    So già che queste cose non sono scritte chiaramente da nessuna parte.....
     
  5. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se passano 30notti, anche se parente (non presente in nucleo familiare) o ospite gratuito devi fare almeno un comodato d'uso… altrimenti è sicuro che infrangi almeno 1 legge.

    Ma non significa che, se non lo fai: sarai sicuramente punito.

    In altra ottica, ti predisponi ad una eventuale illegittima occupazione… .da cui non avrai (se ti va male) modo di uscirne… AGEVOLMENTE.
     
  6. giulia60

    giulia60 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    mi informerò sul comodato d'uso.... dal figlio di mio marito non mi aspetto problemi, nè dalla mia amica. per gli estranei invece faccio il contratto turistico, ma in quel caso so esattamente in che giorno arrivano e in che giorno se ne vanno, così lo scrivo sul contratto.
    Secondo me non esiste una regolamentazione chiara sull'argomento perchè poi le persone fingerebbero di ospitare amici e parenti per affittare in nero. così anche chi vuole ospitare davvero rischia problemi.
    siamo alle solite....
     
  7. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Tutto giusto, "normale" e regolare.. Quel che scrivi

    Senza allarmismi (ma sempre meglio non farsi trovare impreparati) per il casi di parenti prossimi ospitati: io ho fatto assicurazione minimale generica RC - se il minore o l'ospitato dichiarasse di essere presso di me (che sia in regola o non in regola con la polizia)… sono più tranquillo - ho scelto questa soluzione perchè la mia famiglia è l'unica di Roma, le altre tutte distanti o molto-distanti… .e siccome siamo "disponibili", abbiamo un gran via-vai di parenti, amici, ospiti (più o meno paganti)
     
  8. giovanna1948

    giovanna1948 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il comodato d' uso è soggetto a spese di registro e bollo...una scocciatura ( va sui 200 euro), però l' occupante a richiesta del locatore deve sloggiare.

    Per un amico italiano ospitato per una quarantina di giorni, con la sua compagna brasiliana ma con permesso di sogg. a tempo indeterminato , in fase di emigrazione nel paese della stessa compagna, ho prediposto un contratto di locazione a cedolare secca. Se mi avessero tirato il bidone di mettere radici, avrei avuto in mano il contratto firmato e l' avrei fatto registrare senza spese in un battibaleno, salvi interessi maturati dalla scadenza di registrazione al giorno di registrazione ( anche on line + F23 con gli interessi, esigui) ; invece è andato come programmato, quindi semplicemente ho gettato il contratto.
     
  9. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Esempio ok

    Un mio amico ha subito una variante: il contratto era con inserito il nominativo italiano (con cod. Fisc. )… ma lui poi è sparito… lasciando la sua amica extra-ue sul posto.

    Lei non ha mai avuto cod. Fisc. , non ha più documenti validi… e testimonianze concordano sul "dove è stata ispirata"…

    Ancora (son passati 3 mesi)… ci sono strascichi e problemi da sanare…
     
  10. giulia60

    giulia60 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    io non devo difendermi dagli ospiti, ma dalla burocrazia; mi spiego: se per qualsiasi motivo salta fuori che sto ospitando queste persone non ho voglia di pagare multe, come se stessi affittando in nero. tutto qui. Io vorrei essere in regola verso lo stato; le persone che vorrei ospitare sono al di sopra di ogni sospetto.
    Mi interessa l'opzione di registrare il contratto in ritardo: mi sembra un buon sistema per starsene tranquilli. Perchè devo pagare 200 €per ospitare gratuitamente delle persone>? è ovvio che queste persone pagherebbero le spese a consumo, è ovvio che ogni tanto mi inviterebbero fuori a cena per ringraziarmi, ma finisce tutto lì e 200 € sono tanti. Comunque il figlio di mio marito non si fermerà mai più di tanto, mentre la mia amica - se si vedesse confermata la supplenza - si fermerebbe fino a giugno e devo trovare il modo di fare le cose in regola
    Se qualcuno mi spiega bene che tipo di contratto fare a cedolare secca (transitorio) e quanto si paga per registrarlo in ritardo, mi sembra davvero la soluzione migliore per stare tutti tranquilli. Così la mia amica tira il fiato: se dovesse andare in affitto ci lascia metà stipendio (siamo vicini a milano) e a questo punto dovrebbe rinunciare.

    scusate se insisto: io faccio un contratto transitorio con ced secca che parte dal 7 gennaio. Se lo registro in aprile - per dire una data qualsiasi - cosa rischio esattamente? solo una piccola mora? siete sicuri? perchè se è così lo faccio subitissimo
     
  11. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    sarò sintetico :
    • non posso rispondere alla tua domanda, per informazioni NON AGGIORNATE
    • fai bene ad essere ottimista

    • rilevo solamente che :
      • ti interessa regolarizzare LA SOLA PARTE AMMINISTRATIVA (per non pagare multe...più o meno alte)
      • tendi a non voler(giustamente?....per fiducia?) considerare la parte NON-AMMINISTRATIVA (riguardo la responsabilità civile .....e/o penale del proprietario) ....dove NON SE NE ESCE PAGANDO delle multe
     
  12. giovanna1948

    giovanna1948 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Mia esperienza di pochi giorni fa: Locaz. a cedolare secca dal 3 Ago 2011.: anni 3+2 a canone concordato .
    L' inquilina mi " ricorda" giorni fa che sono passati 3 anni, vuole continuare a stare lì. Io penso che il canone è meglio che non glielo aumenti perchè fa già fatica a pagare, quindi con la proroga automatica posso proseguire tranquillamente. Quando l' inquilina volesse uscire bastano i 3 mesi di preavvisoi. Credevo non ci fossero adempimenti, per il biennio di proroga. INVECE, la sportellista mi dice che mi tocca pagare la mancata registrazione per il triennio (€. 67 per 3 anni) . L' alternativa che mi viene in mente è di stilare un nuovo contratto, o transitorio, o 3+2 oppure 4+4, canone concordato MA ADESSO SU ACCORDO COMUNALE del 2013 . OK, tanto ho sul P.C. il testo da aggiornare con i dati dell' inquilina e del nuovo accordo.
    L' impiegata dell' Ag. delle Entrate mi ha fatto il conto: contratto con decorrenza dal 1 agosto 2014, dovuta registrazione dal 31 Ago.2014, ritardo dal 1 Sett. al 10 Ott. 2014 €. 24. La registrazione può essere on line, il pagam dell' F23 in banca. OOOOKKKK
    MA: con il nuovo contratto devo avere l' ACE ( ATTESTATO certificazione energetica) redatto da tecnico abilitato, nel 2011 non necesario. Dato che l'asseverazione di conformità dell' impianto elettrico è obsoleta e resa da idraulico senza titolo scolastico ora necessario, è meglio che aggiorni anche questo requisito.
    Quindi sto fissando appuntamenti a go go e un 500 euro sicuri.
     
  13. giulia60

    giulia60 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    sono sicuramente interessata a non pagare multe ma anche ad avere OGNI informazione relativa alla responsabilità civile del proprietario. se mi dite dove trovare qualcosa di ufficiale e sensato vado a leggermelo. se si tratta di fare una piccola assicurazione, ok, la faccio, anche perchè saltuariamente affitto a estranei per periodi inferiori al mese con contratto non registrato
    quello che mi fa arrabbiare è che mi chiedono tonnellate di tasse e in cambio non mi viene nemmeno data una regolamentazione ufficiale per gestire l'affitto/ospitalità/altro caso per caso

    io non chiedo che di seguire delle regole, se possibile. Ma quali regole se per sapere qualcosa devo rivolgermi a un forum? in che razza di paese siamo????

    per farvi ridere, quando in passato ho chiesto ai vigili se dovevo dichiarare la presenza di un inquilino che si sarebbe fermato meno di un mese ma era sudamericano, quindi extracomunitario, mi sono sentita rispondere con una risatina:ma lei cos'è, razzista?

    che dire??
     
  14. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Senti carissima...ma perchè non te lo (s) vendi...ne acquisterai in serenità e che il Vampiro crepi nella MMMMMM....a che ha creato
    ... Meglio cedere che perseverare nel ...fetido sanguinaccio...Cappitto mi hai??? qpq.
     
  15. giulia60

    giulia60 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    ora come ora se lo vendo lo regalo....

    e poi non vedo perchè dovrei... mi serve.
    comunque se qualcuno può illuminarmi su dove trovare una normativa esauriente bene, se no mi limiterò a sperare che le cose vadano bene e basta
     
  16. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La normativa era stata già indicata, nel mio precedente messaggio.
     
  17. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    risponderà come è consueto nel nostro paese :
    • vista la situazione legislativa nel nostro paese :
      • in altri stati per definire una regolamentazione si utilizza il metodo "gerarchico" (se non rientri nella prima casistica...con le sue soluzioni o divieti, e non rientri nella seconda casistica ....con le sue soluzioni o divieti....e così via......alla fine è specificato sempre CONCESSO o VIETATO), mentre nel nostro vige il sistema multi-matriciale (se ci sono 3 regole che regolamentano una richiesta/problema.....si possono verificare almeno 9 condizioni differenti....e c'è una nuova legge per ciascuna condizione)
      • che è PUNITO chi non rispetta la legge ( ma spesso si è puniti comunque, ma con possibilità di appello....se uno ha i soldi...), che NON SI PREMIA chi opera in legge.....ma che è concesso il fiorire di società/individui che A PAGAMENTO, in base a quel che dici e ricordi ti dice "fai così e sarai in regola" ( ma se ti dimentchi di dire , come il cavillo roiportava....ma non ti è stato detto perchè ritenuto INUTILE ...... che la "legge non si applica se quando hai commesso l'abuso nevicava ed era dicembre di un inverno-tiepido")....
      • allora esistono i FORUM e lo scambio "più o meno controllato" di OPINIONI (o riferimenti) almeno controllate se non verificate
    quindi:
    1. per l'assicurazione RC (obbligatoria solo per strutture-regolari) io ti consiglio di farla COMUNQUE (anche solo se si ha figli che non producono reddito....ma possono far danni, direttamente o indirettamente, a chicchessia) : non posso far pubblicità qua....ma se mi mandi mail in PVT (tramite forum) posso dirti la mia...e le condizioni/costi - altrimenti riferisciti al tuo assicuratore di fiducia....o associazione di consumatori (ce ne sono a iosa)
    2. per i riferimenti di legge (che io conservo e continuo ad aggiornare GELOSAMENTE) :
      1. riferimento-A : http://www.anbba.it/corpo.php?link=file/boll_8.html
      2. riferimento-B : http://www.aibba.it/affittareaturistiunappartamentoinItalia.html
      3. allegato dal quotidiano Sole24ore
      4. allegato di notizia ..... che conferma quanto sopra (su alcuni utilizzi possibili e legali)..... presa da un quoditiano di quest'anno
    3. non hai specificato altro del tuo IMMOBILE....quindi FORSE, esistono altre regolamentazioni LOCALI di cui posso non essere a conoscenza.
    4. ho dimenticato quacchecosa?
     

    Files Allegati:

  18. giulia60

    giulia60 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    grazie a entrambi. oggi pomeriggio mi faccio una cultura.
    poi farò tutto a regola e sbaglierò lo stesso:)

    che pena.....
     
  19. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Le regole, in sintesi, sono:
    - se esiste un contratto scritto (di locazione o di comodato), il contratto stesso va registrato. La registrazione "assorbe" l'obbligo della comunicazione di cessione del fabbricato, che pertanto non va presentata;
    - se nell'ipotesi di cui sopra, il conduttore o il comodatario è un cittadino di uno Stato non appartenenete all'UE o un apolide, è sempre dovuta la comunicazione (diversa da quella sopra) ex art. 7 del D. Lgs. n. 286/1988;
    - se si concede verbalmente l'immobile in comodato, la comunicazione di cessione di fabbricato va presentata se si concede l'uso esclusivo di un fabbricato o di parte di esso, e sempre che riguardi un periodo superiore a un mese;
    - nell'ipotesi di cui sopra (comodato verbale, semplice "ospitalità", anche senza concedere l'uso esclusivo del fabbricato o di una parte di esso), se il comodatario o chi si ospita è un cittadino di Stato non appartenente all'UE o un apolide, è dovuta la comunicazione ex art. 7 del D. Lgs. n. 286/1988, indipendentemente dal periodo di godimento dell'immobile.
     
  20. giulia60

    giulia60 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    il mio caso: amica cittadina italiana che non mi paga affitto, per ora non sa quanto si fermerà:

    Devo o no fare la cessione di fabbricato?
    e se si ferma per più di un mese? chi crederà che non mi paga? il comodato " verbale" cos'è? ha dei costi?

    io so che sto scocciando tutti ma ho bisogno di soluzioni concrete....precise per il mio caso

    per quanto riguarda gli affitti turistici poi, la normativa di cui i link più su, scopro ora che dovrei fare cessione di fabbricato anche per presenze inferiori al mese.MA MI HANNO SEMPRE DETTO CHE NON E' COSI'. ma io a chi devo credere?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina