1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti e buona Pasqua. Una cittadina rumena di nostra conoscienza in disoccupazione (che non può permettersi un affitto) andrebbe ad abitare da mia nonna, che ha una grande casa. Noi daremo vitto ed alloggio in cambio che la persona resti a dormire la notte per le emergenze; il giorno può fare cosa vuole. Lei non ci paga nulla, noi non le paghiamo nulla; scambio reciproco di favori. Avrebbe però la necessità di prendere la residenza nell'abitazione. Cosa dovrei fare? La cessione fabbricato al comune è sufficiente? Grazie
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    A mio avviso è un compenso che deve esser tassato; in tal modo instaurereste un rapporto di lavoro remunerato,dove la prestazione è l'assistenza notturna ed il compenso il vitto e alloggio (tutt'altro che gratuito).
     
    A cec piace questo elemento.
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La comunicazione di cessione del fabbricato all'autorità locale di P.S. ex art. 12 del D.L. n. 59/1978 non è dovuta, poiché non si cede l'uso esclusivo del fabbricato. Così come non è dovuta la (diversa) comunicazione ex art. 7 del D. Lgs. n. 286/1998, poiché l'ospite non è cittadina di Stato non appartenente all'Unione europea o un'apolide. Se il comodato fosse stipulato in forma scritta, sarebbe soggetto a registrazione.
    Per l'iscrizione anagrafica, in caso di comodato verbale, dovrà indicare al punto 6) della relativa dichiarazione la natura del contratto e allegare la dichiarazione di assenso da parte del proprietario dell'immobile.
    Ma la cittadina rumena è già residente nel territorio italiano?
    Il cittadino dell'Unione ha diritto di soggiornare nel territorio nazionale per un periodo superiore a tre mesi quando:
    a) è lavoratore subordinato o autonomo nello Stato;
    b) dispone per sé stesso e per i propri familiari di risorse economiche sufficienti, per non diventare un onere a carico dell'assistenza sociale dello Stato durante il periodo di soggiorno, e di un'assicurazione sanitaria o di altro titolo idoneo comunque denominato che copra tutti i rischi nel territorio nazionale;
    c) è iscritto presso un istituto pubblico o privato riconosciuto per seguirvi come attività principale un corso di studi o di formazione professionale e dispone, per sé stesso e per i propri familiari, di risorse economiche sufficienti, per non diventare un onere a carico dell'assistenza sociale dello Stato durante il suo periodo di soggiorno, da attestare attraverso una dichiarazione o con altra idonea documentazione, e di un'assicurazione sanitaria o di altro titolo idoneo che copra tutti i rischi nel territorio nazionale;
    d) è familiare (*), che accompagna o raggiunge un cittadino dell'Unione che ha diritto di soggiornare ai sensi delle lettere a), b) o c).
    (*) per familiare, s'intende:
    1) il coniuge;
    2) il partner che abbia contratto con il cittadino dell'Unione un'unione registrata sulla base della legislazione di uno Stato membro, qualora la legislazione dello Stato membro ospitante equipari l'unione registrata al matrimonio e nel rispetto delle condizioni previste dalla pertinente legislazione dello Stato membro ospitante;
    3) i discendenti diretti di età inferiore a 21 anni o a carico e quelli del coniuge o partner di cui alla lettera b);
    4) gli ascendenti diretti a carico e quelli del coniuge o partner di cui alla lettera b).
     
    A cec piace questo elemento.
  4. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Mia nonna è autosufficiente ... le farebbe solo compagnia (e ci avviserebbe in caso di malori che scongiuriamo)
     
    Ultima modifica: 26 Marzo 2016
  5. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Sì poichè lavorava in Italia e, ad oggi, percepisce la disoccupazione INPS per il precedente lavoro part time che svolgeva qui. Non può pagarsi un affitto e noi avevamo trovato questo "compromesso" utile ad entrambe le parti. Figli adulti e marito sono residenti in Romania!
     
  6. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Irrilevante. Ciò che rileva è che vitto ed alloggio non son concessi gratuitamente ma perché fa compagnia
     
  7. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Non capisco il concetto di ospitalità gratuita, se io nell'estate invito un amico di mio figlio a casa, dandogli vitto ed alloggio, e faccio un piacere ai suoi genitori che lavorano, ... devo fare un contratto di lavoro?
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quindi conserva il diritto al soggiorno se:
    - è in stato di disoccupazione involontaria debitamente comprovata dopo aver esercitato un'attività lavorativa per oltre un anno nel territorio nazionale ed è iscritta presso il Centro per l'impiego;
    - è in stato di disoccupazione involontaria debitamente comprovata al termine di un contratto di lavoro di durata determinata inferiore a un anno, ovvero si è trovata in tale stato durante i primi dodici mesi di soggiorno nel territorio nazionale, ed è iscritta presso il Centro per l'impiego. In tale caso, conserva la qualità di lavoratrice subordinata per un periodo di un anno;
    - segue un corso di formazione professionale.
     
    A cec piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina