1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Franci81

    Franci81 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno,

    Vorrei proporre un ragionamento ipotetico.

    Giulio (i nomi sono di fantasia per dare un soggetto agli attori) concede per due mesi a titolo gratuito verbale ad Annamaria l'uso del proprio appartamento che ha a disposizione; in cambio le chiede di pagare luce e gas e spese condominiali. Si fa dare, diciamo circa 1000 euro per tutelarsi nel caso ella, al termine dei due mesi, non abbia pagato i consumi e le spese con l'impegno di restituirli una volta restituito l'immobile.

    Dopo quattro mesi Annamaria non ha ancora restituito l'appartamento e Giulio le dice verbalmente che non la può più ospitare e deve lasciare l'immobile entro, diciamo 10 gg. poiché serve per i cucini di Giulio venuti dalla Francia per visite ospedaliere specialistiche.

    Annamaria restituisce la casa e la chiave chiedendo se il resto delle sue cose può ritirarle con calma nelle settimane successive e Giulio restituisce la somma dei 1000 euro decurtate qualche 100 euro per le spese e i consumi del periodo.

    Dopo due giorni Annamaria ribussa alla porta dicendo che vuole continuare ad essere ospitata. Giulio non è d'accordo e non la fa entrare.

    A questo punto Annamaria rivuole la casa dove ha abitato nei 4,5 mesi precedenti e si rivolge all'avvocato o alle FFOO chiedendo il diritto di rientrare in casa, un risarcimento o altro in quanto ha tenuto una copia della chiave di casa e messaggi in cui si fa riferimento a bollette da pagare.

    Come finisce la storia? Chi ha ragione? Sapete quali sono le norme che regolamentano questo?
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Finirà....
    Si andrà da un Giudice e costui dovrà stabilire a chi credere!
    Al comodatario improvvido che nulla havdi scritto? O piuttosto alla possibile conduttrice "costretta" a pagare in nero un contratto mai registrato? Temo di più per il proprietario di casa!
     
  3. Franci81

    Franci81 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Pensi cioè che darà ragione a Giulio o ad Annalisa?
     
  4. Franci81

    Franci81 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Nessuno vuole aggiungere altro?
     
  5. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Che tutto dipenderà dalle valutazioni del giudice, non nostre o tue. E quale sia l'esito temuto ti è stato detto.
     
  6. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se sei sicuro che non fosse un comodato fasullo, dimostrandolo...come???
    oppure che lei, al contrario, non ha niente per dimostrare il versamento di
    un canone "nero" , allora potresti essere credibile da un giudice caritatevole...
    Se invece ...è ...quello che è...allora, visto che lei vuole restare nell'alloggio...esci
    dalla clandestinità e offrile un contratto a termine senza toccare le condizioni
    di prima. In veritas stabat mater matriosche locatische...tanto per fare
    rima...Auguri comunque vadano le cose...I propisti sono sempre dalla parte del locatore o del comodante. Quiproquo.
     
  7. Franci81

    Franci81 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    premesso che il mio è un pensiero di una situazione che ho immaginata che voglio condividere e non c'è niente in corso, molte delle parole in latino che qualcuno ha utilizzato non le ho comprese. Perdonate la mia formazione tecnica.
    Il mio è solo un quesito ai frequentatori del forum di una ipotetica situazione fastastica che si potrebbe venire a creare. Naturalmente i fatti e personaggi in questa mia storia sono puramente immaginari di un evento immaginario. Non sempre dietro una storia ne deve nascondere necessariamente un altra. l'opinione che chiedevo era sul fatto esposto e non su quello che potrebbe esserci stato dietro lo stesso.
     
  8. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    non bastano i casi veri di persone che si comportano con dabbenaggine o di persone che, pensando di essere più furbi e di aver trovato il modo per aggirare la legge e le tasse, creano situazioni paradossali, adesso arrivano anche casi inventati.
    Comunque se il fatto fosse vero
    se ha la chiave può provare ad aprire la porta.
    E se il proprietario di casa cambia la serratura, butta i quattro stracci che ha lasciato la ragazza e sostiene che li dentro lei non c'é mai stata e che i messaggi non hanno mai portato ad una cessione effettiva dell'uso dell'appartamento?
     
  9. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Lui"avrebbe detto" che la piccioncina ha le ricevute delle bollette a lei intestate..
    e in tal caso nessuno potrà sostenere che lei le abbia pagato per sbaglio oppure
    a insaputa del locatore...tipo il ligure senatore-ministro di Roma che ciò sostenne
    facendoci sbellicare dalle risate. Se poi la generosa volesse pagare anche le mie...
    ne avrei a bizzeffe...basta chiedere...! qpq.
     
  10. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ciò contrasta con la descrizione del fatto:
    le bollette arrivano a nome di Giulio come pure le spese condominiali che sono sempre intestate al proprietario (a scanso di equivoci sulle competenze) nel caso in cui l'affittuario o il comodante si dimentichi di pagare.
     
  11. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Avevo usato il condizionale proprio per insicurezza...infatti rileggendo il postato
    iniziale...si parla di "registrazioni" relative al pagamento delle bollette oltre un impegno a pagarle...direttamente o indirettamente? ...non è specificato...Ma questo non ha importanza perchè anche in un comodato reale, cioè gratuito,
    è ben previsto che il comodatario si possa accollare oltre alle bollette di consumo anche parte se non tutte le spese condominiali...dirette o indirette che siano.
    Il punto centrale è che la comodataria dopo aver lasciato l'alloggio con la consegna delle chiavi, ottiene un "beneplacito" da un legale per una richiesta
    di rientro comprensibile solo da chi sostiene che gli avvocati sono per deformazione mentale portati alla lite..come quiproquo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina