1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. bubincka

    bubincka Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Buongiorno, dopo la morte di mia madre, l'immobile di sua proprietà al 100% è passato per successione legittima 1/3 a mio padre e 2/9 ciascuno a me, mio fratello e mia sorella.
    Premetto che questo immobile non era la casa coniugale dove abitava la famiglia, ma un negozio di cui alcuni anni dopo il decesso di mia madre è stata cambiata la destinazine d'uso in abitazione commerciale.
    A questo punto mio padre, dopo aver lasciato la casa coniugale in affitto si è trasferito ad abitarci, senza chiedere niente nè a me nè ai miei fratelli ed insieme a lui anche la figlia di mia sorella che è maggiorenne vi ha preso la residenza pure lei senza chiedere nulla nè a me nè a mio fratello.

    La domanda è: cosa devo fare per poter utilizzare questa casa per un periodo uguale alla mia quota di possesso e far togliere la residenza a mia nipote ?
    Mio padre e mia nipote mi hanno minacciato di cambiare la serratura. Possono farlo ? Se lo fanno che cosa rischiano dato che li denuncerei ?
    Ed infine: nel caso questo accada, posso chiamare un fabbro per rimuovere la serratura ed entrare in una casa che è anche mia ?

    Spero di essere stato chiaro, ringrazio in anticipo chi vorrà rispondere.

    Bubincka
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    essendo coeredi e comproprietari anche se in quote diverse tutti avete il diritto di usare quell'immobile.
    se non vi mettete d'accordo fra di voi...........................esiste il giudice
    per farsi assegnare dei periodi diversi in cui ognuno potra' abitarci o per venderla all'asta.
    non ci sono alternative.
     
    A GianfrancoElly piace questo elemento.
  3. bubincka

    bubincka Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Innanzi tutto grazie per la risposta.

    Vorrei tornare sulla domanda della serratura: se gli attuali occupanti che sono mio padre e mia nipote cambiano la serratura, posso chiamare un fabbro per farla sostituire e fornire loro copia delle chiavi ?

    Grazie 1000,
    Bubincka
     
  4. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    ma li' si va alla lite forte..................e se dopo loro la ricambiano e non ti danno le chiavi???
    Dovete solo mettervi d'accordo.
    guarda che di casi come questi ce ne sono a centinaia quando ci sono le comproprieta' con gente prepotente.
    per questo ci sono i giudici.
     
    A bubincka piace questo elemento.
  5. bubincka

    bubincka Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Daccordo, pensavo che il giudice fosse l'estrema ratio.

    Ma almeno come faccio per far togliere la residenza a mia nipote ? Ha preso la residenza senza chiedere il permesso agli altri comproprietari/coeredi, può fare questo ?

    Grazie di tutto,
    Bubincka
     
  6. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    se tuo padre che vive con lei lo ha permesso, si che lo puo' fare.
     
  7. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    se tuo padre lo consente tua nipote può avere la residenza. secondo me non ti conviene battere su questo tasto, ti sentiresti dire che la nipote fa compagnia al nonno solo restandogli aiuto ed assistenza e che tu, in quanto figlio, dovresti essere contento di tutto ciò. sei comproprietario ed hai diritto alla tua quota pertanto proponi loro di acquistarla e, se accettano, chiudi la vicenda. in caso contrario c'è il giudice.
     
  8. bubincka

    bubincka Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie di tutte le risposte.

    Ho già proposto di vendere loro la mia quota, ma mi hanno risposto che questo discorso si aprirà quando mio padre non ci sarà più.

    Essendo comproprietario, posso allora allo stesso modo che ha fatto mio padre con mia nipote. far prendere la residenza a mia figlia o a mia moglie ?

    Mi pare davvere incredibile che mia nipote che non è coerede/comproprietaria stia dentro ed usi l'abitazione come fosse sua ed io che sono figlio e comproprietario stia fuori.

    Come voi suggerite mi rivolgerò al giudice, spero non duri 5 anni, la cosa mi pare molto chiara e semplice.

    Grazie ancora,
    Bubincka
     
  9. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    considera che loro potrebbero anche concedere a tua figlia di prender la residenza lì a patto che.. viva lì. sei sicuro che voglia farlo? o che voglia farlo tua moglie?
     
  10. bubincka

    bubincka Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Si mia moglie e mia figlia sono disponibili. Anche mia nipote vi ha preso la residenza anagrafica ma ci va soltanto durante il fine settimana, durante la settimana vive con sua madre.

    Quello che non capisco nella sua risposta è: "considera che loro potrebbero anche concedere a tua figlia di prender la residenza"

    A chi si riferisce quando dice loro, intende mio padre ?

    Se mio padre in qualità di proprietario ha concesso a mia nipote di prendere la residenza, perchè nella medesima qualità di proprietario non posso io concedere autonomamente la residenza lì a mia moglie ?

    Grazie,
    Bubincka
     
  11. mtr

    mtr Membro Attivo

    Non so molto sul fatto della 'concessione' della residenza, ma di una cosa so per certo: coloro i quali abitano -per di più con residenza- stabilmente l'immobile ne hanno un legittimo possesso -cioè l'hanno acquisito di fatto, e nessun giudice può negare loro il diritto di godimento dell'immobile (che risulta pure una prima casa per loro).
    Inoltre se fai un atto tipo 'cambio di serratura' loro possono denunciare te per violazione di proprietà privata.
    La questione è delicata e pur comprendendo il tuo disappunto mi sa tanto che l'unica soluzione -alla fine- sia una divisione giudiziale, con relativa asta e divisione del ricavato.
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La residenza è il luogo di dimora abituale. Conta pertanto solo l'effettiva situazione di fatto. L'ufficiale di anagrafe registra pertanto tale situazione (di fatto) e NON deve acquisire consensi da parte di terzi (proprietario dell'immobile se questo sia in locazione, o eventuali comproprietari, o qualunque altro soggetto che possa vantare diritti sull'immobile). In ogni caso, il mero fatto di avere la residenza (cioè l'iscrizione anagrafica corrispondente) in un dato luogo non fa sorgere - solo per questo - particolari diritti nei confronti di soggetti terzi titolari di diritti reali sull'immobile in cui si dimora abitualmente.
     
  13. mtr

    mtr Membro Attivo

    Il diritto di possesso si.
     
  14. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il diritto di possesso non trae origine dalla mera iscrizione anagrafica.
     
  15. mtr

    mtr Membro Attivo

    Ovvio, trae origine dall'occupazione dell'immobile.
     
  16. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quindi hai precisato una cosa che era già evidente da quanto scritto precedentemente.
     
  17. bubincka

    bubincka Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Il possesso di un bene se esercitato senza interruzioni per 20 anni si chiama usucapione ed in questo modo si acquisisce la proprietà del bene medesimo. Mi sa che l'unico modo che ho per interrompere questa situazione che dura già da 9 anni è quello di rivolgermi al giudice per chiedere una turnazione tra gli eredi per abitare la casa, così come mi aveva risposto ccc1956.
    Secondo voi ci sono altri modi affinchè gli attuali occupanti della casa (mio padre che è anche comproprietario e mia nipote), mi riconoscano formalmente lo status di proprietario ed il diritto di ingresso interrompendo così un porcesso di usucapione già in atto ?

    Grazie,
    Bubincka
     
  18. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    la residenza si acquista risiedendo lì perciò pensavo che tua moglie e tua figlia, visti i rapporti, non avevano voglia di convivere con tuo padre. altrimenti tua moglie va in comune, dichiara di abitare lì poi al controllo del vigile tuo padre dice che non è vero e tu non hai risolto nulla. e poi se non vive lì non risolvi comunque.
     
  19. bubincka

    bubincka Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Hai ragione, non lo farebbe con piacere, ma "si sacrificherebbe per il periodo necessario" per avere anche noi le chiavi ed essere al riparo di eventuali cambi di serratura minacciati da mio padre.

    Una volta presa la residenza ci andrebbe insieme a me solo il fine settimana, esattamente come fa oggi mia nipote.

    L'idea della residenza era un ultimo tentativo di evitare di andare da giudice per farsi assegnare ad ognuno dei periodi in cui abitare la casa dato che siamo diversi comproprietari ma nessuno vuole arrivare alla vendita fatta dal giudice.
     
  20. mtr

    mtr Membro Attivo

    Riporto l'attenzione su un fatto: se le persone attualmente 'in casa' hanno la residenza, per legge quella è la prima casa; non credo che un giudice ammetta 'turni' di occupazione della prima casa; semmai -forse- una divisione interna degli ambienti..
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina