1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. italico

    italico Nuovo Iscritto

    buonasera
    vorrei un vostro parere circa un pagamento richiestomi dal comune di Taranto relativo alla tassa smaltimento rifiuti.
    mio padre nel 2005 veniva a mancare , di conseguenza mia madre che viveva da sola in
    affitto a Taranto decideva di lasciare la Puglia per trasferirsi in liguria.
    fino al giorno del decesso di mio padre e quei pochi mesi in cui e rimasta a Taranto non e stato effettuato nessun rinnovo di contratto e prima della fine del 2005 ha lasciato l'immobile e Taranto cambiando la residenza portandola nel comune di Sarzana..
    la richiesta del comune di Taranto e relativa agli anni 2006 . 2007 . 2008 anni in cui mia madre era residente a Sarzana .
    Vorrei sapere come fare anche perchè ora cercano il pagamento da noi eredi nonostante l'appartamento in questione sappiamo che e stato in affitto subito dopo che e stato lasciato da mia madre........
    grazie
     
    A possessore piace questo elemento.
  2. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La tassa sui rifiuti ha rinnovo automatico di anno in anno, e cade sempre in capo all'ultima persona che ha fatto dichiarazione autodenunciandosi e facendosi riconoscere debitore.

    Quindi, tua madre per chiudere correttamente i conti con la città di Taranto, avrebbe dovuto recarsi all'ufficio preposto e fare la cessazione dell'utenza, dichiarando sotto la propria responsabilità di non occupare più quei locali, in quanto l'affitto era terminato.

    Chi ci ha guadagnato, in questa vicenda, è il locatario succeduto a tua madre.

    Se non si tratta di una somma improponibile, pagate il dovuto ma assicuratevi di chiudere l'utenza intestata a vostra madre, sennò continueranno a chiedervi soldi anche per il 2009-2010-2011-2012 e così via.
     
    A celefini piace questo elemento.
  3. celefini

    celefini Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se il contratto è stato disdettato alla fine del 2005, si doveva fare compilare il mod. F23, e pagare la somma di € 67,00 per fine locazione. Se questo è stato fatto, già si è un passo avanti. Poi cerca di documentarti, e fatti rilasciare, dal comune di Sarzana, l'avvenuto cambio di residenza, di tua madre. Fatto questo, fai una richiesta scritta, inviandola con raccomandata A/R, nella quale , con documenti allegati, tua madre dichiara di non aver più occupato dalla data di trasferimento quell'immobile, e che lo stesso è di proprietà di Tal dei Tali. In questo modo , si interrompono i termini , ed il comune, come giustamente ha postato Possessore, si può attivare nel cercare le somme a chi effettivamente ha avuto il possesso dell'appartamento. Un'altro consiglio, sarebbe quello eventualmente di far seguire la pratica da un parente o conoscente che materialmente porti i documenti all'Ufficio tributi di Taranto,e segua di persona la pratica.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  4. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Alla raccomandata A./R. allegherei anche copia delle cartelle (se ancoùra esistono) di pagamento della Tarsu di Sarzana.
    Con il trasferimento della residenza il l'Ufficio Anagrafe del Comune dovrebbe (quì a Parma è automatico da tanti anni) comunicare all'Ufficio Tributi dello stesso Comune la variazione.
    ................evidentemente al Comune di Taranto le comunicazioni tra Uffici avvengono ancora tramite fattorino, che, forse, era in ferie o era stanco.
     
  5. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    generalmente e purtroppo quando qualcuno lascia la dimora non si rende conto delle pratiche buracratiche che DEVE seguire per cui l'errore e' comune : le soluzioni al tuo caso sono :
    -rivolgersi all'attuale inquilino (bono pacis) perche' corrisponda LUI le cifre richieste inerenti il periodo dal momento della sottoscrizione del contratto d'affitto ....nuovo (2005) stilato a SUO nome
    -farsi dare copia del contratto d'affitto dall'inquilino subentrato e mostrarlo in Comune agli uffici competenti perche' spostino l'aggravamento della tassa (da tua madre al nuovo inquilino) dimostrando contemporaneamente che non hai usufruito del servizio :...portati pure un certificato di residenza del Comune Ligure dove si e' trasferita la madre
    -adisci (vai ) ad un centro CAF per farti assistere meglio poiche' puo' darsi che la richiesta del tributo sia prescritta
    -chiedi all'attuale comune di residenza un "certificato storico" ove risulti da quando ,in effetti, tua madre ah preso la residenza
    :daccordo:
     
  6. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non è detto che il nuovo conduttore non abbia denunciato la conduzione dell'immobile all'ufficio tributi del comune di Taranto (in questo caso il comune sta percependo due tarsu dallo stesso immobile), capita spesso che il vecchio conduttore pensi, erroneamente, che il solo fatto di cambiare residenza comporti la cancellazione dagli elenchi della tarsu ma non è così, il cessante deve comunicare tramite modello preposto la cessazione dell'utenza tarsu. Anche perchè potresti si cambiare residenza e domicilio andando in una altra città ma comunque potresti continuare a pagare l'affitto e mantenere l'alloggio come seconda residenza per le vacanze (a prescindere da quanto ti costerebbe), questo il comune non può saperlo. In questo caso basta fare una semplice domanda di sgravio allegando le copie delle cartelle di pagamento contestate e le prove dell'avvenuto rilascio dell'immobile (mod F23 se antecedente alla fine del contratto o eventualmente il verbale di rilascio immobile)
     
  7. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    :daccordo:
     
  8. angelo41

    angelo41 Nuovo Iscritto

    Mi chiedo, poi, a cosa serve pagare la tassa quando a Taranto come a Roma (non parliamo di Napoli), le strade sono piene d'immondizia.
     
  9. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    angelo : ma come...?!?! non lo sai a cosa serve pagare la tassa rifiuti quando poi il servizio NON viene erogato ? ed allora rispondi : e la altre tasse ? a che servono ? risposta = a fare sì che TUTTI LORO continuino a picchiarci sulle dita ed intascare.....acosa altro ?
     
  10. angelo41

    angelo41 Nuovo Iscritto

    Infatti, nient'altro!
     
  11. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La tassa rifiuti io la definisco "tassa sulla proprietà di un immobile".
    Dalle nostre parti viene richiesta e deve essere pagata anche su abitazioni secondarie che sono disabitate da anni e con utenze staccate per il solo fatto che per queste abitazioni il servizio di raccolta rifiuti è disponibile (anche se non utilizzato). E' come dire: sotto casa mia passa il trasporto pubblico e devo pagare una tassa perchè avrei la possibilità di usufruirne ma nella realtà non lo uso perchè vado al lavoro con l'auto....
    Lo stesso vale per laboratori artigianali o industriali che producono rifiuti speciali come scarti del marmo o rottami ferrosi: pur usufruendo di un servizio apposito di raccolta dei loro rifiuti che ovviamente viene pagato a parte, devono pure pagare la tassa imposta dal comune seppur con una certa percentuale di riduzione: in definitiva le imprese pagano perchè possiedono tot mq di capannone....
     
  12. angelo41

    angelo41 Nuovo Iscritto

    Abbiamo capito, finalmente, che le tasse sono una gabella per arricchire i Comuni, sempre in deficit.
     
  13. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    essezeta : non e' esatto = se denunci l'assenza di persone e l'inutilizzo dimostrando al contempo la disdetta da energia elettrica ,gas.acqua ,anche la tassa rifiuti viene cancellata dal ruolo
     
  14. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    angelo : i Comuni in deficit ? ma quale deficit ? i Comuni sono sempre in attivo e buttano polvere sugli occhi con dichiarazioni del tutto mendaci per continuare a pescare nelle ns tasche ....come tutti gli altri
     
  15. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Questo purtroppo è quello che pensavo anch'io ma avendo avuto a che fare con richieste di sgravi di nostri clienti per i motivi sopra citati, il comune dove lavoro li ha sempre negati proprio per il potenziale servizio disponibile. E che dire di tassare i mq di laboratori e di piazzali/magazzino di blocchi di marmo per rifiuti che il comune neanche smaltisce??? Eppure anche lì non c'è stato niente da fare...
    Ricorsi su ricorsi e non si è risolto niente. Sembra che i comuni abbiano sempre ragione!!!.
     
  16. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Dipende dal regolamento comunale, non tutti i comuni non fanno pagare la tarsu in caso di immobile disabitato e utenze staccate. Velletri fortunatamente lo fa.
     
    A essezeta67 piace questo elemento.
  17. angelo41

    angelo41 Nuovo Iscritto

    Si, hanno sempre ragione. Ho perso un ricorso, chiesto perchè il Comune di Affile "non ha nessuna regolamentazione", come da legge, per lo smaltimento dei rifiuti. Sarebbe a dire che una mattina il sindaco si sveglia e decide quanto far pagare ai non residenti. Pagare e zitto!
    Ma che bella Italia.
     
    A possessore piace questo elemento.
  18. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    esse : .....e NON solamente i Comuni...!hanno sempre ragione tutti quelli che vestiti e TRAvestiti da organi statali,provinciali,regionali et istituzionali in genere ti vessano con tutto cio' che si possono inventare....
     
    A possessore piace questo elemento.
  19. angelo41

    angelo41 Nuovo Iscritto

    Il bello è che l'arroganza giunge al punto di non rispondere neanche alle Autority preposte. Queste famose Autority non hanno potere sanzionatorio e non possono far nulla nel caso di inadempienze da parte di Enti di fornitura, Comuni e varie.
    Una domanda sorge spontanea: A cosa cacchio servono queste Autority, che costano una barcata di soldi al contribuente?
     
  20. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    A coprire i soldi che spariscono.
     
    A possessore piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina