1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. bigfoxis

    bigfoxis Nuovo Iscritto

    Ho affittato a marzo 2012 una casa con la cedolare secca. Ma ora quando devo pagare gli acconti nel 2012 o nel 2013? e se nel 2012 come faccio a pagare ora?
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    L'acconto non è dovuto quando l’anno di prima applicazione della cedolare secca è anche il primo anno di possesso dell’immobile, considerato che il relativo reddito nel precedente periodo di imposta non è stato assoggettato a imposta.
    Anche per il saldo dell’imposta sostitutiva si applicano le stesse regole previste per l’IRPEF: il versamento va effettuato entro il 16 giugno dell’anno successivo a quello cui si riferisce, o entro il 16 luglio, con la maggiorazione dello 0,40% (nel 2012 rispettivamente, 9 luglio e 20 agosto).

    Pertanto devi pagare nel 2013.
    1° acconto 16 giugno
    2° saldo 30 novembre
    saluti
    jerry48
     
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    con la cedolare secca, nell'anno di stipula non si paga niente, si rimanda il tutto nell'anno successivo, con scadenza meta giugno e meta a fine novembre:daccordo:
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Se pari o superiore ad euro 257,52 in due rate, il 40% a giugno (o luglio con la maggiorazione) e il 60% entro il 30 novembre 2013.
    saluti
    jerry48
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Dal 2012 l'acconto è pari al 95% dell’imposta dovuta per l’anno precedente.
    Deve essere effettuato, in unica soluzione, entro il 30 novembre di ciascun anno, se inferiore a 257,52 euro.
    Non è dovuto acconto e l’imposta è versata a saldo se l’importo su cui calcolare l’acconto non supera 51,65 euro.
    La prima rata dell’acconto può essere versata ratealmente e sugli importi rateizzati sono dovuti gli interessi, secondo le disposizioni previste per la rateazione dell’IRPEF.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina