• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Ciro

Nuovo Iscritto
Ciao a tutti
ho il seguente problema: ho acquistato a fine maggio del 2010 un appartamento a nome di mia figlia minore (95% della proprietà), mantenendo il 5% della restante proprietà ripartita tra me e mia moglie.
Al termine della ristrutturazione dell'appartamento (che avverrà prersumibilmente a ottobre di quest'anno) in tale abitazione trasferiremo la nostra residenza facendola divenire di fatto prima casa.
Mi sono recato presso l'fficio ICI del comune di residenza; mi hanno detto che, a prescinedre dalle altre proprietà per le quali continuo a pagare l'ICI come prima, per questa attuale dovremo corrispondere una differenza relativa al mese di giugno, trattandosi fino al trasferimento della residenza di una seconda casa.
Il problema, dicevo , è il seguente: mia figlia è minore, cioè priva di reddito e non sono sicuro che in tale condizione sia tenuta al pagamento della seconda casa. Leggendo il modulo delle istruzioni ICI 2010, mi sono convinto, forse sbagliando, che la situazione in cui si trova sia paragonabile a quella di un anziano che risiedendo in una casa di riposo, per la casa di proprietà non è tenuto a pagare l'ICI in quanto viene assimilata di fatto alla prima casa.
Se fosse vera questa ipotesi, rimarremmo solo io e mia moglie a dover pagare la tassa, ma l'importo, includendo il ravvedimento operoso, è talmente esiguo (non arriva a dieci euro a persona) che non so se sia da corrispondere comunque o no .
Dimenticavo: dalla data dell'acquisto a tutt'oggi, la casa dispone di una dichiarazione di inagibilità allegata alla DIA presentata al comune, in seguito ai lavori di ristrutturazione. Gli importi ICI qualora dovuti dovrebbero essere pertanto ulteriormente dimezzati.
 
L

Loretta Grazia

Ospite
La figlia minore, pur priva di reddito, è tenuta al pagamento dell'ICI, in quanto la sua situazione non è assimilibile all'anziano ricoverato in casa di riposo. Come giustamente sottolinei, l'importo dell'ICI va dimezzato, in quanto l'immobile è inagibile. Ciao, buona giornata
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Il peggior difetto di chi si crede furbo è quello di pensare che gli altri siano stupidi
Alto