1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. barracuda

    barracuda Membro Junior

    Buongiorno a tutti i lettori del forum, desidero proporre un quesito relativo alla posizione fiscale della mia abitazione principale.
    Dal 01.0.2012 al 18.06.2012 ho pagato la quota IMU in qualità di possessore dell'abitazione principale dove vivo con il mio nucleo familiare che io, mia madre ed i miei due fratelli abbiamo ricevuto in successione dopo la morte di mio padre.
    Ho usufruito delle detrazioni previste per l'abitazione principale e per i miei due figli ed ho corrisposto l'IMU prevista per una percentuale di proprietà pari al 22%.
    Questa situazione si è protratta fino al 29.08.2012, data in cui ho acquistato le quote di successione di mia madre e dei miei due fratelli, rilevando il 78% e divenendo unico proprietario della mia prima casa.
    L'acquisto è stato fatto in comunione dei beni con mia moglie.
    1)Come dovrò eseguire il calcolo per regolarizzare il saldo IMU entro il 18.12.2012 per la proprietà del 22% fino al 29.08.2012 e da questa data e fino al 31.12.2012 per un possesso esclusivo del 22%(ricevuto in eredità) e per la parte restante del 78% (acquistata in comunione dei beni)
    Spero di essere riuscito ad espormi nel modo giusto.
    Attendo con piacere le risposte di coloro che vorranno interessarsi.
    Grazie
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Calcoli il possesso del 22% per otto mesi e del 100% per i restanti quattro. Da questo importo scomputi l'acconto versato.
    saluti
    jerry48
     
  3. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Calcoli il 22% per 8 mesi: il 61% per 4 mesi a te e il 39% per 4 mesi per tua moglie; anche la detrazione relativa ai 4 mesi deve essere suddivisa tra te e tua moglie ma al 50% ciascuno indipendentemente dalla quota di possesso. Saluti.
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Articolo 179 - Beni personali.

    Non costituiscono oggetto della comunione e sono beni personali del coniuge:

    a) i beni di cui, prima del matrimonio, il coniuge era proprietario o rispetto ai quali era titolare di un diritto reale di godimento;
    b) i beni acquisiti successivamente al matrimonio per effetto di donazione o successione, quando nell'atto di liberalita' o nel testamento non e' specificato che essi sono attribuiti alla comunione;
    c) i beni di uso strettamente personale di ciascun coniuge ed i loro accessori;
    d) i beni che servono all'esercizio della professione del coniuge, tranne quelli destinati alla conduzione di una azienda facente parte della comunione;
    e) i beni ottenuti a titolo di risarcimento del danno (c.c. 2043) nonche' la pensione attinente alla perdita parziale o totale della capacita' lavorativa;
    f) i beni acquisiti con il prezzo del trasferimento dei beni personali sopraelencati o col loro scambio purche' cio' sia espressamente dichiarato all'atto dell'acquisto.

    L'acquisto di beni immobili, o di beni mobili elencati nell'articolo 2683, effettuato dopo il matrimonio, e' escluso dalla comunione, ai sensi delle lettere c), d) ed f) del precedente comma, quando tale esclusione risulti dall'atto di acquisto se di esso sia stato parte anche l'altro coniuge.

    L'OP non ha fatto menzione di testamento, solo successione per cui non c'è stata specificazione che l'immobile era attribuito a comunione.

    saluti
    jerry48
     
  5. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se nell'atto di acquisto del 78% anche la moglie risulta acquirente di parte della quota funziona come ho spiegato io.
    Se la moglie non è menzionata nell'atto di acquisto come acquirente, funziona come ha spiegato jerry48. Saluti.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se quell'immobile era la casa adibita a residenza familiare dei tuoi genitori, di proprietà di tuo padre o comune dei tuoi genitori, a tua madre erano riservati i diritti di abitazione su quella casa (oltre al diritto di uso sui mobili che la corredavano). Pertanto, solamente tua madre era il soggetto passivo d'imposta sia ai fini dell'IMU (e prima, dell'ICI) sia ai fini dell'IRPEF.
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    vedo un refuso sulla data del 01/0/12, forse ti riferivi a 01/01/12:daccordo:
     
  8. barracuda

    barracuda Membro Junior

    Pagamento IMU abitazione principale acquistata e ricevuta in successione

    Per maggior chiarimento. Sull'atto di acquisto del 78% (considerato che il 22% era già di mia proprietà in quanto ricevuto in eredità per successione a causa di morte), il notaio ha specificato che acquistavo dai fratelli e da mia madre le loro quote di proprietà rivevute anch'esse in successione per un totale di 78% della proprietà complessiva e che sono coniugato con mia moglie in regime di comunione dei beni. Le variazioni catastali del 78% della proprietà acquistata risultano effettuate a mio nome con la postilla (in comunione dei beni). Quindi se ho ben capito, dovrò pagare il 22% per sei mesi (giugno-dicembre) con F24 a mio nome e 78% per quattro mesi (agosto-dicembre) al 50% con mia moglie con due F24 distinti. E' giusto o commetto ancora errori?
    Grazie a tutti coloro che vorranno aiutarmi a risolvere il dubbio!
     
  9. barracuda

    barracuda Membro Junior

    Pagamento IMU abitazione principale acquistata e ricevuta in successione

    Per maggior chiarimento. Sull'atto di acquisto del 78% (considerato che il 22% era già di mia proprietà in quanto ricevuto in eredità per successione a causa di morte), il notaio ha specificato che acquistavo dai fratelli e da mia madre le loro quote di proprietà rivevute anch'esse in successione per un totale di 78% della proprietà complessiva e che sono coniugato con mia moglie in regime di comunione dei beni. Le variazioni catastali del 78% della proprietà acquistata risultano effettuate a mio nome con la postilla (in comunione dei beni). Quindi se ho ben capito, dovrò pagare il 22% per sei mesi (giugno-dicembre) con F24 a mio nome e 78% per quattro mesi (agosto-dicembre) al 50% con mia moglie con due F24 distinti. E' giusto o commetto ancora errori?
    Grazie a tutti coloro che vorranno aiutarmi a risolvere il dubbio!
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non hai confermato o smentito l'ipotesi che avevo fatto. Quell'immobile era la casa adibita a residenza familiare dei tuoi genitori, ecc. ecc. oppure no?
     
  11. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sulla lunghezza d'onda di Nemesis, sembra che per tuo nucleo familiare tu intenda te come capo famiglia con tua moglie e i tuoi figli. E' così?
    Tua madre madre e i tuoi fratelli vivono da un'altra parte???
     
  12. barracuda

    barracuda Membro Junior

    Pagamento IMU abitazione principale acquistata e ricevuta in successione

    Mi scuso per non aver risposto ai vostri quesiti, specifico:
    l'Iimmobile in questione non è mai stato adibito a residenza familiare dei miei genitori ma sempre e soltanto adibito a residenza familiare mia e della mia famiglia.
    I miei fratelli posseggono ognuno la propria abitazione dove vivono con le rispettive famiglie.
    Mia madre abita nell'appartamento che ha sempre abitato con mio padre.
     
  13. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa

    I 6 mesi non sono sei ma 8 e sono quelli che vanno dal 01/01/2012 al 29 agosto 2012 (data del rogito che sancisce la compravendita delle quote dai fratelli),
    I 4 mesi vanno dal 01/09/2012 al 31/12/2012.
    Tu e tua moglie dovete compilare 2 modelli F24 distinti.
     
  14. barracuda

    barracuda Membro Junior

    Perfetto!
    Ho già corrisposto l'acconto di giugno relativo al periodo 01.01.2012 30.06.2012. Ora per il saldo dovrò conpilare un F24 pari al 22% a nio nome per 2 mesi, dal 01.07.2102 al 30.08.2012; un F24 a mio nome per i restanti 4 mesi pari al 61% dal 0.09.2012 al 31.12.202 ed un F24 per altrettanti 4 mesi a nome d mia moglie pari al 39% anch'esso dal 01.09.2012 al 31.12.2012.
    E' corretto!?
     
  15. barracuda

    barracuda Membro Junior

    Pagamento IMU abitazione principale acquistata e ricevuta in successione

    Riepilogando,
    Avendo già corrisposto l'acconto di giugno relativo al periodo dal 01.01.2012 al 30.06.2012. Per per il saldo dovrò conpilare un F24 pari al 22% a mio nome per 2 mesi, dal 01.07.2102 al 30.08.2012; un F24 a mio nome per i restanti 4 mesi pari al 61% dal 01.09.2012 al 31.12.202 ed un F24 per altrettanti 4 mesi a nome d mia moglie pari al 39% anch'esso dal 01.09.2012 al 31.12.2012.
    E' corretto!?
     
  16. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E' quello che ti avevo detto fin dall'inizio....
     
  17. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa

    Partiamo dalle cose più semplici: numero degli F24
    sono solo 2 , 1 per te e 1 per tua moglie

    Il primo acconto è solo un acconto e non è legato al numero dei mesi, ed è soggetto a conguaglio alla fine del periodo,

    L'imposta di tua competenza è pari a 8 dodicesimi (8/12) del 22 %
    tale operazione ti darà un certo valore= X
    al quale aggiungerai 4 dodicesimi (4/12) del 50 % = Y
    TOTALE = Z

    Da Z dovrai detrarre ( se ti spetta) la tua quota di detrazione per abitazione principale

    Risultato = Importo Totale annuo di tua competenza

    che dovrai splittare (dividre) in:

    - parte a favore del Comune Cod. 3918
    - parte a favore dello Stato Cod. 3919
    - Parte a favore del comune Abitazione Principale cod.3912

    Una volta ottenuta la SUDDIVISIONE degli importi annuali dovrai detrarre, per ogni singolo codice, l'ammontare del primo acconto, così facendo otterrai il saldo da versare entro il 17 Dicembre.

    Prova a fare i calcoli utilizzando 3 colonne ed il tutto diventerà semplice.
    Chiaramente dovrai tenere conto delle diverse aliquote e della diversa quota nella ripartizione tra Comune e Stato.
    Buona notte.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina