1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gialloverde

    gialloverde Nuovo Iscritto

    Buongiorno io e mia mogli residiamo nella casa di propietà di mio suocero ( uso gratuito)ù
    e dove abitiamo, Legnano , l'aliquota è lo 7,6 per mille.volevo sapere se questa vale solo per mia moglie o anche per mè?
    essendo io non perente di secondo grado?.
    grazie
     
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non vedo il problema: se nel tuo comune è prevista la riduzione di aliquota per il comodato gratuito ai parenti, tuo suocero pagherà meno perchè nell'appartamento ci vive la figlia con la sua famiglia ... non esiste scritto da nessuna parte che la figlia ci debba vivere da sola...Saluti.
     
  3. gialloverde

    gialloverde Nuovo Iscritto

    forse non mi sono spiegato bene:

    mio suocero paga aliquota 7.6 perchè risiede mel appartamento di nostra propietà.

    mia moglie paga aliqouta 7.6

    io posso pagare aliquota 7.6 o devo pagare come secponda casa ,
    grazie
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se nella delibera comunale è prevista l'agevolazione per i parenti in linea retta tu ne sei fuori e quindi per te è seconda casa; se nella delibera è prevista agevolazione anche per i parenti in linea collaterale e gli affini di vari gradi allora tuo suocero come affine potrebbe rientrare nell'agevolazione comodato gratuito anche per te. Saluti.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Hai ingenerato (se possibile) ancora più confusione.
    Prima scrivi che è di proprietà di tuo suocero.
    Ora scrivi che è di nostra proprietà (quindi di tua moglie e tua).
    Chi sono, dunque, gli effettivi proprietari (o titolari di altro diritto reale su quella casa)?
    Solo quegli effettivi proprietari (o titolari di altro diritto reale) devono pagare l'IMU. Non la devono pagare anche chi ha in comodato quella casa.
     
  6. marinoernesto

    marinoernesto Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve.
    Ho letto velocemente il regolamento di Legnano:
    tuo suocero, sull'unità dove abitate te e tua moglie, paga lo 0,76% per uso gratuito alla figlia, con due codici tributo (3918 comune e 3919 stato) e deve fare la denuncia.
    Tua moglie, per il 50% dell'unità dove abita tuo suocero, paga 0,76% per uso gratuito al padre, con due codici (come sopra) e fare la denuncia.
    Per il tuo 50% dell'unità dove abita tuo suocero, devi chiedere al comune se per "parenti" intendono solo parenti o anche "affini". Tuo suocero è tuo "affine" di 1° grado.
    Se la risposta è positiva, allora ripeti quello fatto per tua moglie (compreso denuncia).
    Se la risposta è negativa, alla tua % di proprietà dovrai applicare lo 0,9% (di cui 0,38 allo stato; cod 3919-- e 0,52 al comune; cod.3918) e non occorre denuncia.
    Spero di essere stato utile.
     
  7. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io ho capito che avete fatto uno scambio di case:
    -Tu e tua moglie abitate nella casa di tuo suocero
    - Tuo suocero abita nella casa di vostra proprietà.
    Se a Legnano non sono previste agevolazioni per parenti:
    - Tutti e 3 pagate come seconda casa:

    0,76.
     
  8. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se genero e suocero non rientrano nelle agevolazioni l'aliquota è 0.90. Saluti.
     
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    dove abitate abitate l'uso gratuito con l'IMU non centra più niente e pertanto se non è prima casa dovete pagare come seconda, ciao
     
  10. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non conosco l'aliquota di legnano, mi sono basato solo su quanto riportato dal "questuante" :spunta:
     
  11. gilbertoi

    gilbertoi Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Quanta confusione:
    1^ l'IMU la paga il proprietario o i propiretari.
    2^ se è un appartamento a disposizione cioè seconda casa, sia che lo abiti un parente in uso gratuito che in affitto, l'aliquota è quella della casa a disposizione: dallo 0,76 all'1,06 % (aliquota comunale).
    3^ se vuoi giungere ad una agevolazione fiscale IMU su detto appartamento, rispetto a queste aliquote, devi cedere l'appartamento in donazione o usufrutto con atto pubblico e chi subentra può avere diritto alla prima casa (aliquota 0.4%). L'atto pubblico, oltre al costo del notaio, ha una tassazione di registro e catastale che va da un fisso di circa 150 € se la ottiene come prima casa (non deve possedere altri appartamenti nel comune di recidenza), fino al 3% del valore dell'immobile. Con due conti puoi scegliere il più conveniente.
     
  12. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Gilberto, ti sembra semplice.
    Il vero problema è che gialloverde non conosce la sua situazione reale. Gli consiglio di andare da un CAF che farà le opportune visure e calcolerà i valori corretti. Noi possiamo solo fare delle ipotesi che, a quanto pare, contribuiscono solo ad aumentare la confusione.
    Naturalmente il tuo "suggerimento" è valido solo per il futuro.
    Buon pomeriggio.
     
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Esiste la potestà regolamentare dei comuni. Pertanto possono essere disposte riduzioni delle aliquote per quelle fattispecie, nei limiti previsti dal legislatore.
    Infatti il comune interessato nella presente discussione ha espressamente previsto, nell'art. 14 del proprio regolamento comunale IMU, l'aliquota agevolata dello 0,76% mentre quella ordinaria è dello 0,90% per gli immobili a uso abitativo, comprese le pertinenze (una per ciascuna delle categorie C/2, C/6 e C/7), concessi in comodato a parenti fino al 2° grado che hanno la residenza e l'iscrizione anagrafica nell'abitazione avuta in comodato.
     
  14. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    ù

    L'unico problema di gialloverde è sapere se nei parenti che godono di agevolazioni per uso gratuito (visto che il suo comune lo prevede)
    rientrano gli affini. Per il suocero e la moglie non c'è alcun problema: applicano entrambi l'aliquota agevolata 0.76%. Per lui, genero nei confronti del suocero, meglio telefonare all'ufficio tributi del comune e chiedere sul "tipo" di parenti che godono di agevolazione.
    Saluti.
     
  15. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Io non ho ancora compreso chi siano i soggetti passivi e quanti siano i comodati presenti e quindi chi siano i comodatari.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  16. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Gli affini non sono parenti. Sono parenti solo del coniuge. :)
     
  17. gilbertoi

    gilbertoi Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie alberto-bianchi/perfettamente d'accordo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina