1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. tyubaz

    tyubaz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ma si può pagare in una unica soluzione sta benedetta IMU? magari con conguaglio a dicembe se aumenta l'aliquota????:shock:
     
  2. Paca

    Paca Nuovo Iscritto

    ...e cosa fai poi se diminuisse l'aliquota?
    Qualche comune pare sia andato sotto il 4%.
     
  3. tyubaz

    tyubaz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    ......è più facile che diminuiscano gli anni de mia nonna....che le aliquote o le tasse o la benzina.....:disappunto:

    ...intanto pago il totale a giugno....poi se l'aliquota comunale aumenta,e sicuramente sarà così, pago a dicembre la differenza.....giusto?
     
  4. Paca

    Paca Nuovo Iscritto

    Per quanto non evidenziato dalle norme IMU, mo pare si debba far riferimento alla vecchia ICI. Questa prevedeva l'unica rata.
    Da capire però se i codici che bisognerà imputare nell'f24 prevedono qualche dicitura particolare.
    Poi se uno può decidere se pagare in due o tre rate non vedo perchè non lo si possa fare in una.
    Purtroppo spesso allo stato non basta che sia pagata ma deve esserlo come dice lui: l'anno scorso è morto mio suocero ( in maggio). Lui aveva pagato l'ICI fino a giugno .E per lo stato a lui competeva solo fino a maggio. Mia cognata ha dovuto pagare da giugno e ha dovuto far richiesta di restituzione per il mese che suo papà aveva pagato in più.
    E il tutto per evitare sanzioni.
     
  5. tyubaz

    tyubaz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa

    ....mah....che pazienza che ce vole....:shock:
    Ho visto il modello f24....che casino!!!...ma nn si poteva usare il solito bollettino di C/C come era per l' ICI?
    mi sembra un mod. 730.....non ci si capisce una sega...!!!:rabbia:
     
  6. Hanno fatto il decreto semplificazioni:risata::risata::risata:
     
  7. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Purtroppo non si può pagare acconto e saldo insieme perchè debbono fare il conto del gettito mediante l'acconto di giugno, se ognuno di noi pagasse come vuole acconto e saldo oppure con le aliquote che già alcuni comuni hanno deliberato, il rag. Monti non saprebbe come fare i conti. Fatto sta che a noi contribuenti ci hanno pure appioppato l'onere di ripartire l'IMU fra stato e comune, (abitazione principale al comune codice3912 altri fabbricati il 50% al comune codice 3918 e restante 50% allo stato codice 3919). Solo che non ho capito se la facoltà concessa ai comuni per aumentare o diminuire di 3 punti percentuali l'aliquota base si applica solo al loro 50% o all'intero importo. Se così ma che un ente locale decide per lo stato centrale??? Mah.....:???: :???: :???:
     
  8. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Provo a spiegartelo.
    I Comuni devono versare allo Stato un importo pari al 50% dell'imposta ottenuta applicando l'aliquota base sugli immobili diversi dall'abitazione principale. Il resto va ai Comuni.
    Es: aliquota base 7,6 per mille
    quota Stato 3,8 per mille (50% del 7,6 per mille)
    Al Comune, che può applicare un'aliquota che va dal 4,6 al 10,6 per mille prenderà quello che residua dal versamento allo Stato, ovvero l'importo determinato da un'aliquota netta compresa tra 0,8 e 6,8 per mille, a seconda dell'aliquota lorda che hanno deliberato.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  9. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa

    .........e Mario Monti ti ringrazierà !
     
  10. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Quindi se ho capito bene i comuni potranno deliberare il 3 per mille in più o in meno solo sulla loro quota pari al 3,8 per mille. Mi era sorto un dubbio in merito perchè non capivo come un ente locale potesse modificare le aliquote destinate allo stato, mettici anche che molti software che sono in giro per la rete non fanno questa distinzione, non è che ti dicono "attenzione l'aliquota determinata dal comune si applica solo sul 50%".
     
  11. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non solo lui, ma soprattutto i Comuni che avranno un afflusso di denaro enorme.
    Mi spiego con il caso Roma.
    Aliquota lorda su seconde case 10,6 per mille: aliquota netta per il Comune 6,8 per mille. Il gettito di questa imposta è già superiore a quanto il Comune incassava per l'ICI perché l'imposta si applica su un più ampio patrimonio immobiliare (ad es: immobili rurali, anche se con aliquote differenti, e tutte quelle prime case che con l'IMU non sono più considerate tali), su un valore maggiorato del 60%, e ricomprende il maggior gettito derivante dagli appartamenti locati a canone concordato (ai quali non si applicava la maggiorazione IRPEF).
    Il gettito IRPEF dagli immobili che risultavano sfitti, viene più che compensato dalla maggiore base per il calcolo dell'imposta.

    Questo ti fa capire come tutto il gettito derivante dall'imposta sulle abitazioni principali (sbagliato dire prime case), che a Roma è il 5 per mille, è tutto gettito aggiuntivo per le casse dei Comuni.

    Chi fa l'affare dunque, solo Monti o soprattutto i Comuni?
     
  12. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Tovrm volevo chiederti per quanto riguarda la casa assegnata al coniuge divorziato indipendentemente dal fatto che ne sia proprietario o no sai se sarà considerata prima casa se vi è residente e vi dimora? Nell'F24 dovrò indicare il n. degli immobili tranne quella?
     
  13. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Purtroppo non è così.
    Io, per sfortuna, abito in un Comune dissanguato dalla "mala politica" ed ora in mano ad un Commissario Prefettizio che per farla breve e per ridare un po' di ossigeno alle casse del comune ha "deliberato (da solo) un'aliquota IMU del 6 p.m per l'abitazione principale e del 10,60 per le seconde case.
    Mi auguro che la legge permetta una revisione entro settembre 2012, confidando nelle elezioni che si terranno fra 15 giorni.
     
  14. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il versamento dell'IMU è a carico del coniuge separato che vive in casa, anche se non è il proprietario dell'abitazione. Lo prevede l'emendamento del relatore Gianfranco Conte al decreto legge di semplificazione fiscale. La norma stabilisce che «l'assegnazione della casa coniugale al coniuge non titolare di diritti reali sullo stesso, convenuto ovvero disposto in sede di separazione o di divorzio dei coniugi, si intende in ogni caso effettuato a titolo di diritto di abitazione»
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  15. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ma questo diritto di abitazione è un diritto reale di godimento e io quindi sarei il nudo proprietario o il diritto di abitazione disposto dal giudice non ha comunque effetto sulla piena proprietà dell'immobile, anche perchè il diritto di abitazione le è stato concesso in quanto affidataria di un figlio ormai maggiorenne. Io essendone il pieno proprietario potrei decidere di donarlo a mio figlio.
     
  16. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Tu puoi disporre del tuo bene come più ti aggrada, tuttavia, fino a che non decade il diritto di abitazione, l'immobile lo occupa l'assegnatario di tale diritto.
    Anche se tu donassi l'immobile a tuo figlio (o lo vendessi a terzi), sua madre manterrebbe il diritto di vivere in quella casa, pagandoci, però, le relative tasse.
     
  17. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Fino ad adesso non ci ha pagato una lira di tasse anche perchè il mio legale mi ha sempre detto che il diritto di abitazione concessogli non era valido ai fini delle imposte e questo me lo confermò anche l'ufficio tributi del comune di velletri quando gli chiesi se doveva pagarla lei l'ICI mi dissero di no perchè il diritto di abitazione della sentenza non fa diventare nudi proprietari.
     
  18. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E infatti le tasse non le paga il nudo proprietario, ma il titolare del diritto reale sul bene (ad es. l'usufruttuario o l'enfiteuta). Per quanto riguarda l'IMU, il diritto di abitazione è equiparato all'avere un diritto reale sul bene, quindi l'IMU spetta all'assegnatario del diritto.
     
  19. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Torvrm guarda che ho scritto "NON CI HA (la mia ex moglie)PAGATO UNA LIRA" ma ho sempre pagato io in quanto proprietario a pieno titolo come da visure catastali. Piena proprietà 1/1. E' equiparato ma non è un diritto reale di godimento come potrebbe essere il diritto di abitazione del coniuge superstite.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina