1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. galimba44

    galimba44 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti, una domanda relativa alla prossima IMU che non concerne l'importo ma la modalità di pagamento.
    Mio figlio è proprietario di un appartamento dove era residente fino al marzo scorso. Ora è residente in un'altra abitazione dove è in affitto, ed ha intenzione di locare quella di sua proprietà. La domanda è: la casa di sua proprietà è ancora da considerare prima casa, visto che è proprietaio solo di quella ed il comune di residenza non è cambiato o dovrà pagare l'IMU come seconda casa?
    Grazie e saluti.
     
  2. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Fino a marzo 1° casa da aprile 2° casa.
     
  3. navi

    navi Nuovo Iscritto

    Salute a tutti.
    Mi ponevo una domanda.
    ammesso che decidano di una aliquota IMU del 10 per mille (che poi sarebbe l'1 per cento )
    questo va calcolato sul valore dell'immobile, quindi sulla rendita catastale moltoplicata per 105 e rivalutata del 60 per cento, quindi rendita catastale per 165 se no vado errato.
    Per cui se l'aliquota del 10 per mille viene calcolata sul valore dell'immobile e' inequivocabile che l'aliquota IMU che grava sulla rendita e' del 165 per cento.
    A conti fatti risulta che l'IMU supera la rendita catastale del 65 per cento, quindi c'e il paradosso che si paga piu' di tasse di quanto non sia la rendita.
    E' mai possibile?
    Certo c'era da vergognarsi a dire che l'aliquota IMU sulla rendita e' del 165 per cento e non del 10 per mille, quindi si e' trovato l'arzigogolo di riferirla al valore e neppure in per cento ma in per mille.
    Si accettano commenti.
     
  4. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    A...rivedi un pò i conti.......:???:
     
  5. navi

    navi Nuovo Iscritto

    potresti essere tanto gentile da farmeli un po' tu i conti.
    Poi vediamo se quadrano.
    Grazie.
     
  6. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    I conti da fare per ottenere la base imponibile (valore catastale) sono questi:
    Valore catastale = rendita x 1,05 x 160
    sul valore catastale si applicheranno le aliquote che verranno deliberate. Per le seconde case, da quanto mi è parso capire, i comuni potranno aumentare o diminuire di tre punti la loro quota che è il 50% dell'aliquota nazionale. Quindi 7,6 / 2 = 3,8 per mille e su questa potranno agire, anche perchè come fa un ente locale a decidere per una quota destinata allo stato centrale?
    Per quanto riguarda le abitazioni principali hanno pieni poteri in quanto tutto il gettito è destinato a loro.
     
  7. navi

    navi Nuovo Iscritto

    non ho capito bene
    se il valore catastale si ottiene dalla rendita x 1,05 x 160
    significa che se l'aliquota del 10 per mille o meglio dell'1 per cento sul valore che cosi' si orttiene e' rapportata alla rendita, l'imposta e' maggiore della rendita stessa. cosa secondo me inconcepibile.
    esempio:
    rendita catastale 100
    x 1,05 = 105
    105x 160 = 16.800
    il 10 per mille di 16.800 sono 168 euro
    quindi come dicevo l'imposta e' maggiore della rendita.
    Secondo me e' inconcepibile che una imposta sia maggiore della rendita perche' cosi' si trasforma in imposta patrimoniale camuffata ed e' una presa per i foondelli.
     
  8. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Lascia perdere la rendita l'imposta è, per il momento, in base al valore catastale dell'immobile.
    Essendo un'imposta patrimoniale (mica c'erano dubbi) questa grava sul patrimonio. Anche nelle successioni mica paghi imposta catastale e ipotecaria sulla rendita, la paghi sul valore catastale.
     
  9. navi

    navi Nuovo Iscritto

    certo ma l'imposta di sucessione e' una imposta una tantum per il passaggio di proprieta', invece l'IMU e' una imposta annuale che dovrebbe rispettare il principiocostituzionale di pagare in proporzione ai redditi e non a l capitale.
     
  10. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ma secondo te il Rag. Mario Monti ha fatto tutto sto po po di casino per farci pagare sulle rendite catastali???? E' una patrimoniale vera e propria, inutile nasconderla dietro altre definizioni.
     
  11. navi

    navi Nuovo Iscritto

    bravo casanostra, e' proprio cosi'
    basta cambiare nome alle cose, finanziamento pubblico ai partiti chiamarlo rimborsio elettorali, questo schifo di decreto complicatissimo in cui neppure gli adetti ai lavori ci capiscono, bastava chiamarlo DECRETO DI SEMPLIFICAZIONE FISCALE e cosi' diventa tutto semplice.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina