1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. laura.p3

    laura.p3 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno.
    Un anno e mezzo fa io e mio marito abbiamo preso in affitto un piccolo appartamento di 40 mq in un complesso di 5 appartamenti, 2 dei quali con entrata indipendente. Alla stipula del contratto di affitto un appartamento era ancora di proprietà del geometra progettista del complesso e le spese comuni (luce delle scale e del cancello) le sosteneva lui, tanto che nel mio contratto le spese comuni non sono affatto contemplate. Alcuni mesi fa l'appartamento è stato venduto e l'allaccio del cancello e delle scale è stato effettuato su un unico appartamento. Ieri mi è arrivata una comunicazione da parta del condomino interessato che mi impone di pagare un forfet di 160 euro annui per questa spesa, la pulizia della scala interna e la potatura dei fiori. Vorrei sottolineare che da quando siamo qui abbiamo sempre pulito la scala a turno e i fiori non sono di mia proprietà. Mi sono informata bene e le spese esclusive di enel si aggirano al massimo intorno ai 30-40 euro annui.
    Ha diritto questa condomina di stabilire a priori (dato che non esiste alcun amministratore condominiale) una cifra così incoerente e di richiedere il pagamento?
    La comunicazione mi è arrivata ieri e il pagamento è richiesto per i mesi da gennaio 2013 ad oggi. E' legale la cosa?

    Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione.
     
  2. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Il problema più grande non sono le spese da pagare (che come fai notare ha senso) ma il fatto di essere collegati come parti comuni ad un alloggio.aldilà delle tue giuste lamentele diventa impossibile a lungo andare sempre più difficile quantificare le spese effettive.
     
  3. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La condòmina deve portare prove a giustificazione della sua richiesta. Se non ci sono prove non paghi, invece le proponi una cifra per te congrua.
     
  4. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Altro: le parti comuni dovrebbero aver un proprio contatore poiché uso: domestico non abitativo; hanno un costo inferiore al KW/h rispetto al tradizionale uso domestico abitativo. Di fatto in questo caso si paga la corrente più del dovuto (mettendo le parti comuni con un alloggio) oltre a rendere di fatto impossibile scinderne i 2 usi.
     
  5. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Volevi dire: kWh? Beh, hai detto per errore: KW/h.
    Ad ogni modo le parti comuni devono avere un contatore a sé stante. E' anche meno costoso.
     
  6. laura.p3

    laura.p3 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Che voi sappiate esiste un qualche regolamento che io possa utilizzare come "sistema pacifico" per spiegare alla vicina che le sue sono richieste infondate?
     
  7. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non è un regolamento, ma una regola pratica. Le si replica così: "Gesù, ma cosa dito!!! Vuje site 'ppazza!!!" E' una esclamazione magica. Funziona. Come San Gennaro.
     
  8. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    No che sappia io no, anche perchè non avendo un contatore che misura effetivamente il consumo rimane il tutto nel "limbo", diventa impossibile a priori stabilire quanto sia la corrente nelle parti comuni e chi abbia ragione o meno, anche a me sembra troppo alta la spesa richiesta, ma il problema è che non saprei darti un'alternativa a quella spesa, questo è il problema.
     
  9. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    chiedi di far montare un contatore separato,in modo da dividere l'appartamento dai servizi comuni.e' un tuo diritto pagare solamente cio che consumi.per quanto riguarda la pulizia delle scale puoi spiegare che tu provvedi a farla personalmente se a Lei non va bene faccia come vuole ma tu non paghi.per i fiori i casi sono due se sono comuni,devi partecipare alla manutenzione del giardino,se invece sono di un unico proprietario sono problemi dello stesso.(per unico proprietario intendo nel giardino privato come da atto possessorio)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina