1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ombrettina

    ombrettina Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti,scusate la mia ignoranza,ma in una causa civile,in tribunale,la parte perdente e' vero che deve pagare tutte le spese compreso l'avvocato della controparte?Grazie
     
  2. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    In genere sì ma le spese vengono liquidate dal giudice nella sentenza (e quindi non è detto che sia quanto effettivamente speso) e il giudice potrebbe anche decidere di compensare le spese (cioè ognuno si paga le sue).
     
  3. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Contratta sempre prima della causa con il legale le spese per la stessa sia in caso di vincita che di perdita! Per mia esperienza in una causa di lavoro recentemente da me vinta il giudice ha addebitato le spese legali al perdente per una cifra di 2000 € il sottoscritto ne ha pagate 13000 !! E' vero che oltre la soddisfazione ho ricevuto 40.000 € di indennizzo ma la parcella la ho ritenuta molto salata. Avevo contrattato solo in caso di perdita per 3000 € !!
     
  4. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    raramente una parte viene obbligata a sostenere tutte le spese della causa, il giudice però può decidere, spesso ognuno paga le proprie e si dividono le spese dei consulenti, il rapporto col tuo avvocato però lo puoi gestire
     
  5. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    in effetti l'addebito delle spese di giudizio ad una sola parte (quella perdente) è una decisione insindacabile del giudice. In genere l'addebito alla parte perdente, che viene sempre chiesta dagli avvocati di parte, viene considerata una specie di carico nel gioco della briscola nel senso che il giudice ha trovato pretestuoso il ricorrere al giudizio. Io non ho avuto molte vertenze tuttavia tutte si sono concluse con la compensazione delle spese legali. E' più facile che l'addebito delle spese legali e processuali vengano addebitate alle società perdenti.
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    E' sindacabile come lo è la decisione nel merito della causa.
     
  7. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io invece vinsi una causa contro il condominio ed il giudice lo condannò a rifondermi, oltre i danni, anche le spese di CTU, quelle di consulenza di parte e le spese legali. Queste ultime, però, sensibilmente inferiori a quelle da me effettivamente sostenute. Spesi circa 4000 euro di avvocato e ne riebbi indietro 1500 - Viva il giudice!! Almeno mi avesse chiesto le fatture del legale che me le aveva regolarmente emesse complete di IVA, bolli e quant'altro.
     
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    accade ma va preso come caso rarissimo
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ex art. 92, comma 2 c.p.c. il giudice può compensare, parzialmente o per intero, le spese tra le parti, se vi è soccombenza reciproca o concorrono altre gravi ed eccezionali ragioni, esplicitamente indicate nella motivazione.
    La compensazione è e deve essere un evento eccezionale.
    La complessità delle questioni trattate, la loro obiettiva controvertibilità o la loro novità non possono giustificare la compensazione poiché non si tratta di eventi caratterizzati da eccezionalità.
     
  10. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    io ho sempre visto compensare
     
  11. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    anche io. Diciamo 7 su 8 vanno in compensazione.

    @Nemesis
    "..... rientra nel potere discrezionale del giudice di merito la valutazione dell'opportunita' di compensare in tutto o in parte le spese di lite, e cio' sia nell'ipotesi di soccombenza reciproca, sia nell'ipotesi di concorso di altri giusti motivi. (Cass. n. 5386 del 05/04/2003; Cass. n. 18236/2003)."
    dalla sentenza della cassazione 01/12/2010 n. 24380 nella quale i ricorrenti si lamentavavo perché il giudice di secondo grado, ribaltando la senteza di primo grado, li aveva condannati al pagamento delle spese legali della controparte.
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ma il secondo comma dell'art. 92 c.p.c. è stato modificato dall'art. 45, comma 11 della legge n. 69/2009, entrata in vigore il 4/7/2009. Mentre prima la norma prevedeva giusti motivi, ora la norma prevede "gravi ed eccezionali ragioni", che hanno evidentemente un significato più restrittivo.
     
    Ultima modifica: 2 Ottobre 2014
  13. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    effettivamente pensandoci bene è capitato che il giudice non abbia compensato al 50%, ha imputato a uno dei due contendenti circa l'80%, non quale percentuali sugli importi ma imputandogli non ricordo più quali liquidazioni per l'importo totale
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina