• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

masagu

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Cari tutti,
vi allego una parte del regolamento condominiale per avere una giusta interpretazione (punto n.6).
Vorrei il vostro parere perchè non è ben chiaro se la manutenzione degli alberi che sorgono nel giardino privato è da dividere o meno. Gli alberi, ad oggi, sono alti quanto tutta la palazzina e non sono stati potati. A chi spetta farlo?
Vi dico che siamo stati 3 ore in riunione condominiale per capirlo.
Grazie mille a tutti.
 

Allegati

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
Potrebbe anche trattarsi di "bene condominiale" ma concesso "in uso esclusivo" ad un condomino. Anche in tale caso i costi di manutenzione dovrebbero essere di competenza di chi ha l'utilizzo del giardino.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
La regola generale dice che gli alberi appartengono al proprietario del terreno dove sono stati piantumati e dove sono cresciuti. Quindi anche le relative "manutenzioni" (potatura, disinfestazione, eccetera) sono a carico del proprietario del terreno (e dell'albero).

Inoltre aggiungo un'altra cosa importante che mi è capitato di vivere di persona. Se un vicino pianta un albero nella tua proprietà, hai 6 mesi di tempo per ordinargli di rimuoverlo a sue spese; decorso infruttuosamente tale termine, il proprietario del terreno diviene anche proprietario dell'albero e dovrà quindi, da quel momento in poi, farsi carico di tutte le spese derivanti dalla presenza dell'albero.
.
 

vittorievic

Membro Attivo
Proprietario Casa
era stato chiesto a @masagu di riportare la frase che sostiene i punti elencati.
Il Punto 6) ricalcato a penna dice che gli spazi a verde antistanti gli appartamenti (cioè i loro giardini) sono di loro proprietà; che devono rimanere spazi verdi, non è permesso il cambio di destinazione d'uso, che la manutenzione del verde è a carico dei proprietari come l'onere di sostituzione delle piante.
Secondo me è a carico dei proprietari dei giardini anche la potatura delle piante ma, visto il dettaglio degli oneri, chi ha steso il regolamento non l'ha scritto.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Secondo me è a carico dei proprietari dei giardini anche la potatura delle piante ma, visto il dettaglio degli oneri, chi ha steso il regolamento non l'ha scritto.
Chi è proprietario di un giardino, dice la Legge, è proprietario anche degli alberi che vi crescono, e ha automaticamente l'onere della potatura e della disinfestazione, se necessaria. Non c'era bisogno di precisarlo nel regolamento, è proprio legge.
Questo fatto curioso che si diventa proprietari di un albero se qualcuno lo pianta su un tuo terreno e non ti opponi in forma scritta entro 6 mesi, l'ho imparato pochi anni fa su una curiosa situazione che si è venuta a creare nel palazzo dove ho il secondo appartamento (città natale). Il terreno è rimasto di proprietà del costruttore, qualche condomino ci ha piantato alberi che in 50 anni sono diventati giganteschi, e poi il costruttore pretendeva che la potatura fosse a carico dei condomini. Gli abbiamo risposto che non essendosi opposto 50 anni fa, ora gli alberi sono suoi come è suo l'onere di potarli.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
si diventa proprietari di un albero se qualcuno lo pianta su un tuo terreno e non ti opponi in forma scritta entro 6 mesi
Art. 935 c.c.:
Il proprietario del suolo che ha fatto costruzioni, piantagioni od opere con materiali altrui deve pagarne il valore, se la separazione non è chiesta dal proprietario dei materiali, ovvero non può farsi senza che si rechi grave danno all'opera costruita o senza che perisca la piantagione. Deve inoltre, anche nel caso che si faccia la separazione, il risarcimento dei danni, se è in colpa grave.
In ogni caso la rivendicazione dei materiali non è ammessa trascorsi sei mesi dal giorno in cui il proprietario ha avuto notizia dell'incorporazione.


Art. 936 c.c.:
Quando le piantagioni, costruzioni od opere sono state fatte da un terzo con i suoi materiali, il proprietario del fondo ha diritto di ritenerle o di obbligare colui che le ha fatte a levarle.
Se il proprietario preferisce di ritenerle, deve pagare a sua scelta il valore dei materiali e il prezzo della mano d'opera oppure l'aumento di valore recato al fondo.
Se il proprietario del fondo domanda che siano tolte, esse devono togliersi a spese di colui che le ha fatte. Questi può inoltre essere condannato al risarcimento dei danni.
Il proprietario non può obbligare il terzo a togliere le piantagioni, costruzioni od opere, quando sono state fatte a sua scienza e senza opposizione o quando sono state fatte dal terzo in buona fede.
La rimozione non può essere domandata trascorsi sei mesi dal giorno in cui il proprietario ha avuto notizia dell'incorporazione.
 
Ultima modifica:

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Pertanto nel caso di un terreno che io non controllo perché è lontano, dopo una decina di anni vado e trovo degli alberi piantati dal vicino posso richiedere la rimozione entro sei mesi perché la notizia l'ho avuta in quel momento, giusto?
Per gli alberi del postante io la cosa la vedo chiara sono di proprietà della palazzina -A- come scritto di conseguenza spetta a loro la manutenzione e non a tutto il condominio, sempre che ci siano altre palazzine...cosa che non si sa ancora.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Pertanto nel caso di un terreno che io non controllo perché è lontano, dopo una decina di anni vado e trovo degli alberi piantati dal vicino posso richiedere la rimozione entro sei mesi perché la notizia l'ho avuta in quel momento, giusto?
Teoricamente sì, però puoi rimanere fregato se in qualche modo si riesce a dimostrare che tu ne hai avuto notizia prima del decorso di 10 anni. Basta un telegramma. "Signor CHIACCHIA, oggi 25 Dicembre 2010 ho piantato un abete nel Suo terreno. Certo di averLe fatto cosa gradita, Le auguro Buon Natale!".
Tra l'altro è anche difficile dimostrare di non aver saputo nulla della piantumazione, perché spesso i giardini vengono ripresi e pubblicati sul web tramite GOOGLE MAPS.
Difficile far credere che nell'era informatica non guardi casa tua come si vede da GOOGLE MAPS. Ma comunque di questo eventualmente se ne discute nelle sedi opportune, se le spese per l'albero sono ingenti e non hai voglia di fartene carico visto che l'albero non l'hai piantato tu ma te l'hanno piantumato a tradimento quando non c'eri, e le tue assenze durano lustri.

Per gli alberi del postante io la cosa la vedo chiara sono di proprietà della palazzina -A-
Se la palazzina A è proprietaria del terreno, e sul terreno è cresciuto un albero, le spese afferenti a quest'albero sono di competenza degli abitanti della palazzina A, ripartite per millesimi di proprietà generale.
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Certo di averLe fatto cosa gradita, Le auguro Buon Natale!".
Grazie ricambio di cuore.
Comunque io direi, ma quante palazzine ci sono?
quanti spazzi verdi e alberi ci sono?
Anche se ci sono più piazzole comunque il condominio ne beneficia di immagine e aria più fresca d'estate se la manutenzione la pagano tutti indistintamente quale sia l'albero o la piazzola la spesa sarà mitigata e ne godranno tutti, se poi si vuole fare i cavillosi li nel regolamento lascia tutto pensare che quella piazzola che si trova davanti alla palazzina -A- è da attribuire a loro
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
se poi si vuole fare i cavillosi li nel regolamento lascia tutto pensare che quella piazzola che si trova davanti alla palazzina -A- è da attribuire a loro
Non è questione di fare i cavillosi, un albero è cresciuto su un terreno, se questo terreno ha un proprietario, quando devi fare la messa in piega all'albero paga il proprietario. Il regolamento postato a mio avviso non lascia spazio a dubbi, e mi meraviglio che ne abbiano discusso per 3 ore: forse c'è qualcuno davvero duro di comprendonio in tutti e due i sensi possibili: sente poco, e quando sente, capisce male e bisogna ripeterglielo con termini sempre più semplici finché anche un bambino di 5 anni capirebbe. Posso capire.
 

masagu

Membro Assiduo
Proprietario Casa
La regola generale dice che gli alberi appartengono al proprietario del terreno dove sono stati piantumati e dove sono cresciuti. Quindi anche le relative "manutenzioni" (potatura, disinfestazione, eccetera) sono a carico del proprietario del terreno (e dell'albero).

Inoltre aggiungo un'altra cosa importante che mi è capitato di vivere di persona. Se un vicino pianta un albero nella tua proprietà, hai 6 mesi di tempo per ordinargli di rimuoverlo a sue spese; decorso infruttuosamente tale termine, il proprietario del terreno diviene anche proprietario dell'albero e dovrà quindi, da quel momento in poi, farsi carico di tutte le spese derivanti dalla presenza dell'albero.
.
Grazie ma questa ultima parte della tua risposta sembra essere out of topic....
 

masagu

Membro Assiduo
Proprietario Casa
era stato chiesto a @masagu di riportare la frase che sostiene i punti elencati.
Il Punto 6) ricalcato a penna dice che gli spazi a verde antistanti gli appartamenti (cioè i loro giardini) sono di loro proprietà; che devono rimanere spazi verdi, non è permesso il cambio di destinazione d'uso, che la manutenzione del verde è a carico dei proprietari come l'onere di sostituzione delle piante.
Secondo me è a carico dei proprietari dei giardini anche la potatura delle piante ma, visto il dettaglio degli oneri, chi ha steso il regolamento non l'ha scritto.
Grazie.
 

masagu

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Grazie ricambio di cuore.
Comunque io direi, ma quante palazzine ci sono?
quanti spazzi verdi e alberi ci sono?
Anche se ci sono più piazzole comunque il condominio ne beneficia di immagine e aria più fresca d'estate se la manutenzione la pagano tutti indistintamente quale sia l'albero o la piazzola la spesa sarà mitigata e ne godranno tutti, se poi si vuole fare i cavillosi li nel regolamento lascia tutto pensare che quella piazzola che si trova davanti alla palazzina -A- è da attribuire a loro
Palazzina A dove ci sono i giardini privati con gli alberi e palazzina B senza verde.
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Massagu vedi due palazzine ok ma se i bambini della palazzina -B- vanno sotto gli alberi della palazzina -A- non credo che vengano cacciati, e poi quanto costa questa manutenzione divisa per tanti di voi penso sarà una sciocchezza, se si scende nel tecnico ribadisco lo spazio sembra essere della palazzina -A- e a lei spetterebbe tutto anche recintarla e usufruirne solo lei
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

vittorievic ha scritto sul profilo di gabriella2013.
.
Per una rinuncia di diritto di abitazione è obbligatorio un atto notarile o si può ottenere anche con scrittura privata?
Alto