1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. cuzzella

    cuzzella Nuovo Iscritto

    Salve sto attraversando un periodo non propio felice, aspetto che arrivi l'ufficiale giudiziario per un pignoramento.
    Nel fra tempo ho dato in comodato abitativo una parte dell'appartamento a mia figlia, cosa rischia egli stessa per i suoi mobili?
    grazie
     
  2. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Innanzitutto coraggio, probabilmente non serve dirtelo ma ti sono vicina e mi spiace per il momento che stai vivendo. Per quanto riguarda la domanda bisogna sapere se il comodato gratuito risulta da qualche parte e se tua figlia può dimostrare la proprietà dei suoi beni. altrimenti il possesso vale titolo e l'ufficiale pignorerà tutto tranne letto, tavolo, sedie e qualcos'altro che adesso mi sfugge. suggerirei a tua figlia, se fosse in grado di farlo, di rimuovere dall'appartamento tutto quanto di sua proprietà così da non avere problemi ed evitare momenti spiacevoli.
     
  3. marcsac

    marcsac Nuovo Iscritto

    Buongiorno,
    oltre che dimostrarti tutto la mia solidarietà ti vorrei consigliare questo sito
    Comunità Consumatori

    Marcello
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x cuzzella se hai dato alla figlia un comodato d'uso fai un inventario dei mobili tuoi separati da quelli della figlia, registra il tutto all'Agenzia delle Entrate con tutto quello che hai dato in comodato e vedrai in caso di pignoramento, il mobilio non tuo non verrà toccato purchè la figlia dimostri che sono di sua proprietà. auguri adimecasa
     
  5. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Premesso che oggi viene sempre meno percorso il c.d. pignoramento mobiliare in quanto chi agisce ben sa che poco o nulla può ricavare per soddisfare il proprio credito, questo perchè le poche cose che possono essere rinvenute sono di scarsa importanza e che conseguentemente vengono battute all'asta per prezzi simbolici, tanto che spesso sono maggiori i diritti di IVG del prezzo ricavato. Pertanto starei molto più attento ed allarmato su una possibile iscrizione di ipoteca giudiziale (e conseguente pignoramento dell'immobile) o, ove lei percepisca uno stipendio o una pensione, al pignoramento presso terzi del quinto. Queste sono le scelte preferenziali. Con il comodato può ben poco opporre, in quanto necessiterebbe più che un inventario le fatture o ricevute d'acquisto dei singoli beni mobili intestati a soggetto diverso dell'esecutato. Infine, un ultimo consiglio: se teme per l'immobile costituisca in capo alla figlia o alla moglie il diritto di usufrutto, ciò rende meno appetibile il bene, e possibilmente cointesti la proprietà con la moglie.
     
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    hai ragione raflomb ma non sappiamo se l'immobile è suo, nè se è già ipotecato. forse cuzzella può chiarirci le idee. magari poi il debito è modesto..
     
  7. sasisilu

    sasisilu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ma fare una delle due azioni quando già è iniziata una procedura di pignoramento, non ne comporta la nullità?
     
  8. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Se leggi il post correttamente, l'istante non afferma che sia iniziata alcuna procedura, ma teme.
    Inoltre, ove fosse iniziata l'atto non è "nullo" ma soggetto a "revocatoria"!
     
    A piace questo elemento.
  9. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Per dare un suggerimento compiuto bisognerebbe approfondire il caso e stabilire quale è l'origine del pignoramento, (mancato pagamento rata del mutuo? mancato pagamento di imposte ? quale altra insolvenza?) e che tipo di pignoramento lei teme (credo quello immobiliare) e l'entità delle somme , sanzioni etc. insoddisfatte.
    cio' premesso alcune considerazioni generali
    1-Le azioni difensive "dell'ultima ora" ( comodato, cessione usufrutto, fondo patrimoniale della famiglia, trust immobiliare etc.) e altre simulate (sconsigliate e che non è qui il caso di elencare perchè illegittime) sono come è stato ben detto passibili di revocatoria.
    2-Se la situazione è grave o potesse diventare tale puo' convenire non attendere l'esecuzione e la messa all'asta ma trovare un acquirente che tenti uno stralcio con la banca se c'è dietro un mutuo non pagato. In tal caso forse resta qualcosa e non incideranno sul bene gravose spese legali e di procedura. E' evidente in tal caso la necesità di essere coadiuvati da esperti.
    3-Ogni eventuale azione tesa a "dribblare" o eludere il mancato pagamento di imposte, sanzioni ed interessi che ha originato la emissione di cartelle esattoriali impagate ( cui fosse conseguito il pignoramento) costituisce reato penale

    Per i mobili il rischio è che arrivi l'ufficiale giudiziario ( che non andando tanto per il sottile ) carichi quello che trova con tutte le riserve già indicate da raflomb
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  10. cuzzella

    cuzzella Nuovo Iscritto

    Arianna 26 e Marcsac, Grazie, un conforto fà sempre bene, il comodato è stato regolarmente registrato precisando che all'interno dell'immobile non ci sono mobili.
    Rispondo, l'mmobile è già " perduto" ma non perdo la speranza perche ho figlio professionista con un buo reddito per poter partecipare all'asta.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina