• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

BAFARO PIETRO

Membro Attivo
Proprietario Casa
Sono proprietario di un un'appartamento a piano rialzato, l'appartamento in oggetto è molto grande e vorrei dividerlo in due appartamenti più piccoli. Per poter fare ciò necessita che io metta una piccola scala che poggia sulle parti comuni (anche removibile) di tre gradini che mi da l'accesso sul mio bancone, questo mi permetterebbe di fare la seconda entrata senza sconvolgere l'intero appartamento, premetto che questo non crea variazioni di prospetto, in quanto dall'esterno non si nota. È possibile fare questo?
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
secondo me devi farti fare una perizia asseverata da un ingegnere strutturista che la installazione delle scale non recheranno possibile nocumento alla stabilità del muro perimetrale che è condominiale. Poi dovrai farti autorizzare dal condominio. Quindi dovrai presentare una CILA per fare la suddivisione dell'appartamento. Dovrai pagare anche l'adeguamento delle tabelle millesimali perché crei un appartamento in più. Poi dovrai fare l'adeguamento catastale.
 

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
si tratta di una scaletta esterna di soli 3 gradini da porre su di un area comune.
direi che in virtù del 1102 del CC lo puoi fare salvo non impedire ad altri di fare parimente.

il regolamento condominiale di natura contrattuale cosa afferma in merito alla divisione delle unità mobiliari ?
se il regoilamento condominiale non dovesse consentire tali interveniti, gli stessi ti sono impediti e non li potrai eseguire.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Per poter fare ciò necessita che io metta una piccola scala che poggia sulle parti comuni (anche removibile) di tre gradini che mi da l'accesso sul mio bancone
Questo intervento che non potrà essere amovibile, comporterà l'occupazione permanente di un tratto del cortile condominiale. Ovviamente, il progetto dovrà essere autorizzato dal condominio.
 

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
Da quando usare in modo permanente le parti comuni richiede che il codominio debba approvare progetto ??
Mettere canna fumaria in facciata richiede approvazione ?
Ampliare una finestra, crearne una nuova richiede approvazione ??
Etcc etcc

fatto salvo il decoro, per il quale però decide il giudice
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Da quando usare in modo permanente le parti comuni richiede che il codominio debba approvare progetto ??
La finestra altera il prospetto, come pure la canna fumaria. I gradini occupano permanentemente un tratto di area condominiale ad uso privato che va annessa all'abitazione che ne gode direttamente.
 

ensiro

Membro Attivo
tutto vero! E' ora di finirla di appropriarsi di "piccole" parti comuni perchè crea pochi problemi. Ne so qualcosa perchè in un mio piccolo condominio un inquilino ( con l'indifferenza del proprietario) si è appropriato poco per volta del giardino sul quale si affaccia il suo appartamento a piano terra, facendolo diventare un piccolo campeggio. Un altro ( uomo) stende sdraio nel rimanente giardino facendolo diventare una beach, con vista non proprio accattivante (almeno fosse una bella ragazza). Un altro inquilino (sempre con il menefreghismo del proprietario), posteggia la macchina nel corsello comune (pur avendo il box privato) intralciando le manovre degli altri. Ora mi chiedo su dieci condomini, quali siamo, ognuno facesse quello che gli pare dove andremmo a finire? Quindi basta considerare le parti comuni come aree non inviolabili, perchè anche se la violazione è piccola, moltiplicata per tanti, diventa un caos. Per chi si chiedesse come facciamo a sopportare una situazione simile rispondo che, oltre alla inefficienza (nonchè sospetta connivenza dell'amministratore che manderemo a...... a fine gestione), siamo in causa contro dei proprietari che per il solo loro profitto se ne fregano dei diritti altrui. Purtroppo però siamo in Italia e i diritti dei proprietari sono purtroppo passati sottogamba. Scusate lo sfogo, ma sono in piena contestazione...........
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Marcanto se tu metti una canna fumaria su di un muro perimetrale, pertanto comune, impedisci a un'altro condomino di fare altrettanto o di farne un altro uso, pertanto le parti comuni si possono utilizzare sempre che gli altri abbiano la stessa facoltà tua, ossia di fare la stessa cosa, se non è possibile ti devono fare la cortesia di rinunciare alla loro possibilità e farti usare solo a te quella parte, per semplice esempio banale tu metti una pianta sul ballatoio in un certo punto sarà anche bella ma se il tuo vicino vuole mettere anche la sua chi dei due mette la pianta? eppure il ballatoio e di tutti e due anzi di tutti, perché se si rompe la mattonella tutti pagano la riparazione.
 

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
non a caso ho portato l'esempio di una canna fumaria perchè la giurisprudenza si è pronunciata più volte in merito alla legittimità dell'uso della facciata in tal senso.
Analogo discorso dicasi per le finestre di cui sopra.

Tutt'altro conteso sarebbe usare la cosa comune per degli usi non consenti, e inpropri come ad esempio un giardino che diventa campeggio.
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Bene la canna fumaria è stata autorizzata dalla giurisprudenza? io avrei chiesto di istallare anche la mia e se lo spazio non c'è la vado a istallare a casa della giurisprudenza? e se tu abiti in un condominio e vuoi cambiare gli infissi come mai li devi cambiare utilizzando colori uguali e materiali che posso dare la stessa parvenza? forse sono casi particolari, ma se persino se vuole mettere dei panelli solari pertanto risparmio energetico ecc. devo chiedere il permesso e fare in modo che anche altri condomini possono fare la stessa cosa altrimenti non è consentito. i tuoi saranno casi particolari
 

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
ma se persino se vuole mettere dei panelli solari pertanto risparmio energetico ecc. devo chiedere il permesso e fare in modo che anche altri condomini possono fare la stessa cosa altrimenti non è consentito.
il codice a tal proposito dei pannelli solari afferma, testualmente:

" Qualora si rendano necessarie modificazioni delle parti comuni, l'interessato ne da comunicazione all'amministratore indicando il contenuto specifico e le modalità di esecuzione degli interventi.
L'assemblea può prescrivere, con la maggioranza di cui al quinto comma dell'articolo 1136, adeguate modalità alternative di esecuzione o imporre cautele a salvaguardia della stabilita', della sicurezza o del decoro architettonico dell'edificio e, ai fini dell'installazione degli impianti di .........
"

in tutto quanto viene indicato dalla norma afferente l'installazione dei pannelli, NON si dice che l'assemblea deve autorizzarne l'istallazione...... leggi "L'assemblea può prescrivere"

forse sarebbe meglio che tu ti documenti e prendi visione delle norme in materia !!!

poi tutto altro discorso sono il colore degli infissi che afferiscono il decoro......e questo è risaputo.
analoga cosa vale per le canne fumarie, ove la giurisprudenza si è espressa dozzine di volte in merito al 1102.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
È possibile fare questo?
Puoi farlo ma devi ottenere il placet preventivo dall'assemblea.

Da quando usare in modo permanente le parti comuni richiede che il codominio debba approvare progetto ??
Vero che ciascuno può fare libero uso delle parti comuni purché non impedisca il parimenti uso ...ma come detto da @Gianco la "scaletta" occuperà in modo permanente e definitivo una porzione di tale area.
In linea teorica possono anche chiedere il pagamento e di certo serve il consenso di tutti gli altri proprietari.

Una "canna fumaria" su una parete (tolte le questioni estetiche) non è una scala che toglie superficie ad una corte.



Dovrai pagare anche l'adeguamento delle tabelle millesimali perché crei un appartamento in più
Se si limita a dividere un appartamento non vi è alcuna variazione del valore millesimale.
Altrimenti al prossimo che ti presenta un conto di 10 Euro prova a dargli una banconota da 10 tagliata in 2 chiedendogli 2 Euro di resto...poi vedi cosa ti dice.
L'unico che "spezzava" un paio di cose distribuendole e saziando una moltitudine di persone dicono l'abbiano tolto di mezzo un paio di millenni fa.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
I tuoi dubbi tienili per te, se tu conoscessi la giurisprudenza in tal senso sarebbe altra cosa. L'ultima sentenza e' giusto di qualche mese fa
Forse è perché conosco la giurisprudenza, con tutte le sue variabili ed i suoi contrasti, che ho contestato uno strafalcione di qualcuno che non ha capito il senso recondito di una frase.

Citare una sentenza è non fornire gli estremi non è un buon modo per replicare.

Suona le tue trombe se ne hai arte ...che suoneranno le mie campane.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Replico come meglio credo
...o come ti riesce.

Ci credono tutti (ironico) che se tu avessi la possibilità di smentirmi in modo inoppugnabile eviteresti di farlo.

e se tu abiti in un condominio e vuoi cambiare gli infissi come mai li devi cambiare utilizzando colori uguali e materiali che posso dare la stessa parvenza?
hai mai sentito parlare di decoro dell'edificio condominiale e di Regolamento di Condominio?
La frase di @chiacchia era "interrogativa" solo in senso "retorico".
Se rileggi il tono di tutta la replica che faceva ne capisci il senso "nascosto".
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Altrimenti al prossimo che ti presenta un conto di 10 Euro prova a dargli una banconota da 10 tagliata in 2 chiedendogli 2 Euro di resto...poi vedi cosa ti dice.
non è esattamente la stessa cosa. In questo caso il postante crea una unità immobiliare con ingresso indipendente, non userebbe di fatto, per questioni tecniche, l'androne, le scale e/o l'ascensore (a meno che non abbia la possibilità di salire sul lastrico solare condominiale oppure di scendere nelle cantine). Rimarrebbero in comune: le fondazioni, i muri perimetrali, il tetto, la fornitura di acqua e di riscaldamento ( se è centralizzato), l'ingresso su strada, il cortile/giardino, il vialetto che porta al palazzo, se esiste, la portineria e lo scarico domestico. Potrebbe chiedere all'assemblea l'applicazione del 1123 del c.c. . Chiedere è lecito.....
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Scusate l'ignoranza , ma a seguito di una richiesta mutuo e di attesa delibera, oggi il direttore mi ha detto che il mutuo è in delibera ... sapete esattamente cosa significa
Claudia85 ha scritto sul profilo di Gianco.
Scusi Gianco, cosi siamo in privato? Non vorrei allegare pubblicamente per privacy
Alto