1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. casa61

    casa61 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    A causa di lavori condominiali, il terrazzo ad uso esclusivo di un attico in affitto deve essere interdetto all'uso per circa un mese.
    In questo caso, cosa spetta all'inquilino?
    Posso pretendere una somma di risarcimento dal condominio a compensazione dell'occupazione dell'area?
    Grazie
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Eventualmente dal locatore.
    >> … grava sul conduttore l’obbligo di tolleranza ex art. 1583 c.c. alle riparazioni da effettuarsi a cura del proprietario, anche quando queste comportino la privazione del godimento del bene locato, laddove le stesse, conformemente al disposto normativo, si palesino “indifferibili”….
    .
    >> … ai sensi dell’art. 1578 c.c., se al momento della consegna la cosa locata è affetta da vizi che ne diminuiscono in modo apprezzabile l'idoneità all'uso pattuito, il conduttore potrebbe domandare solo la risoluzione del contratto o una riduzione del corrispettivo, salvo che si tratti di vizi da lui conosciuti o facilmente riconoscibili …
    .
    >> …quando il conduttore rimane privo del godimento del bene locato a causa dell'esecuzione in esso di riparazioni da parte del locatore, può richiedere ex art. 1584 c.c. solo la riduzione del canone o la risoluzione del rapporto; laddove il locatore sarebbe tenuto a risarcire anche un ulteriore danno (a titolo di responsabilità contrattuale) solo quando la controparte dimostri che dalle riparazioni gli è derivato un pregiudizio aggiuntivo e diverso rispetto alla diminuzione o alla perdita dell'utilizzabilità del bene, atteso che solo in tale caso sarebbe configurabile una autonoma violazione dell'obbligo del locatore di garantire il pacifico godimento del bene locato …
    .
    Iussit.eu - Locazione. Diritto a rilascio immobile, lavori urgenti, danni
    :daccordo:
     
    A Adriano Giacomelli, arianna26 e casa61 piace questo elemento.
  3. casa61

    casa61 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie della risposta... illuminante!!!
    Secondo te, in qualità di locatore, posso comunque chiedere al condominio un'indennità di occupazione del terrazzo?
     
  4. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Teoricamente sì ma ti attireresti critiche ed antipatie dai condomini. :daccordo:
     
    A casa61 piace questo elemento.
  5. casa61

    casa61 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Hai ragione ma, credimi, sono due anni che chiedo l'esecuzione di questi interventi (urgenti) senza riuscire a deliberare nulla per mancanza del numero legale nelle assemblee condominiali... alla fine mi sono dovuto rivolgermi ad un legale (con spesa a mio carico!!!) e grazie a ciò si è potuto deliberare ... Ci penserò sù, ma credo che qualcosa chiederò.
    Sai come poter quantificare l'indennizzo e come poterlo eventualmente chiedere?
    Grazie e complimenti perché sei sempre molto preciso nelle risposte.
    Buona Pasqua!!!
     
  6. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Non so proprio aiutarti, grazie degli auguri che ricambio :daccordo:
     
  7. Jakal

    Jakal Nuovo Iscritto

    Non sono propriamente d'accordo sul diritto ad un indennizzo "per occupazione" e mi permetto una osservazione soprattutto alla luce dell'ultima precisazione di Casa61: se le opere in condominio vengono eseguite proprio su tua richiesta anzi insistenza, come puoi chiedere al condominio un indennizzo al quale, peraltro, dovresti concorrere anche tu in qualità di condomino?. In ogni caso e per analogia mi viene da pensare al caso in cui, per eseguire un'opera su un edificio sia necessario accedere da una proprietà confinante: il confinante non può rifiutare l'accesso alla sua proprietà ovvero lo stazionamento di eventuali impalcature tanto che si può ricorrere all'autorità giudiziaria per costringerlo! Forse cosa equa sarebbe stabilire i tempi di stazionamento delle impalcature e dell'esecuzione dei lavori prevedendo una penale a titolo di indennizzo solo se questi tempi verranno superati, ma comunque anche in tale caso la penale sarebbe probabilmente da addebitare più all'impresa edile che al condominio stesso. Ciao Jakal
     
    A maidealista piace questo elemento.
  8. casa61

    casa61 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie per il contributo di idee, sono sempre utili anche a valutare bene i passi da compiere :daccordo:.
    In realtà, il mio era più uno sfogo che una richiesta formale. Probabilmente alla fine non chiederò nulla ma, ribadisco, i condòmini mi hanno esasperato perché sono due anni che la storia va avanti.
    Ho fatto anche fare una perizia da un tecnico attestante la pericolosità, confermata da una ulteriore perizia di un altro tecnico nominato dal condominio... la sola cosa che sono riuscito ad ottenere è l'imbracatura delle strutture (almeno il pericolo è superato).
    L'inquilina mi sollecita continuamente i lavori (trattasi di una struttura frangivento soprastante il terrazzo costituita da travi in c.a. a sbalzo collegate all'estremità da un cordolo continuo... non servono a niente ma sembra che non si possano eliminare per ragioni architettoniche) ed ha ragione.
    Insomma, tipica situazione da "condominio".
    Grazie Jakal
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina