1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Giulio Gobbato

    Giulio Gobbato Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho intenzione di pfar passare un cavo elettrico interrato tra la mia casa e una mia dependance attraverso il cortile condominiale ad uso comune che si interpone tra i due locali.
    Devo chiedere il permesso agli altri condomini o posso procedere alla posa in opera del suddetto cavo
    indipendentemente dall'autorizzazione degli altri?
    Premetto che il cortile è già percorso da tubature dell'acquedotto e fognariue
    Grazi
    G.G.
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Da un lato le si potrebbe rispondere che lei può agire senza alcun assenso assembleare, trattandosi di ipotesi d'uso più intenso del bene comune ex art. 1102 Cc:
    1. Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il migliore godimento della cosa.
    2. Il partecipante non può estendere il suo diritto sulla cosa comune in danno degli altri partecipanti, se non compie atti idonei a mutare il titolo del suo possesso
    .

    Dall'altro le si potrà eccepire come l'opera realizzi in realtà una servitù a favore di un suo bene e che come tale necessiterebbe di autorizzazione assembleare
    Convengo per tal lettura; infatti con il cavo di elettrificazione lei va a gravare il bene comune (cortile) con opere a favore di altro un altro bene di sua esclusiva proprietà e non facente parte dello stesso edificio condominiale (realizzando così la fattispecie fondo servente / fondo dominante).
    Chieda l'autorizzazione all'assemblea; unanimità dei consensi ex art.1108 3° comma
    "E' necessario il consenso di tutti i partecipanti per gli atti di alienazione o di costituzione di diritti reali sul fondo comune e per le locazioni di durata superiore a nove anni"
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina