1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. nicosacchini

    nicosacchini Nuovo Iscritto

    Buona sera,
    qualcuno può aiutarmi a capire se un terreno censito al catasto terreni, di pertinenza di un fabbricato al contrario presente nel C.F., per fare il passaggio da terreni all'ubano necessita di tipo mappale modello 26/A che solitamente si usa per le variazioni delle culture??

    grazie dell'aiuto
     
  2. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    occorre redarre il tipo mappale
     
  3. nicosacchini

    nicosacchini Nuovo Iscritto

    si ok leontino, ma io non avendo esperienza di tipi mappali vorrei capire meglio che tipo di modello serve presentare per questo tipo di pratica, dato che ne esistono molti per l'aggiornamento del catasto terreni. Partendo dal presupposto che i modelli 13/TPA, 13/TPB e 13/TPC servono per le volture degli intestatari delle varie particelle, rimangono i modelli 51FTP, 26/A e 3SPC.....il 51FTP viene usato per i tipi frazionamento e il 26/A per le variazioni di colture delle varie particelle presenti al C.T.. Quindi il modello da usare dovrebbe essere il 3SPC giusto ??....però ciò che non mi torna è che il tipo mappale lo avevo sempre ritenuto indispensabile qualora in oggetto ci fosse una nuova costruzione o un ampliamento o demolizione, quindi delle variazioni sulla mappe....invece viene fatto anche quando cè un semplice passaggio da terreni all'urbano??.....se il passaggio fosse di un fabbricato rurale da rurale a urbano, servirebbe anche in questo caso il T.M. vero? grazie per l'aiuto....
     
  4. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    innanzitutto è necessario che tale pratica venga redatto e firmato da un tecnico. In secondo luogo ormai i tipi mappali sono tutti informatizzati e predisposti per un approvazione automatica e telematica. Pertanto non vengono accettate pratiche cartacee (3SPC, ecc..) e tutto biene predisposto con il software denominato PREGEO scaricabile dal sito Agenzia del Territorio. Purtroppo se non sei un tecnico non ti sarebbe facile redarlo, ammesso che qualcuno possa firmarlo per tuo conto.
     
  5. nicosacchini

    nicosacchini Nuovo Iscritto

    ah quindi se ho capito bene con PREGEO si possono fare qualsiasi tipo aggiornamento catastale per quanto riguarda i terreni...si sono un giovane tecnico anch'io....diplomato nel 2007, tirocinio dal 2007 al 2009, esame di abilitazione superato con 92/100esimi(mi vanto un pò, ahahah)....ora lavoro presso uno studio di architettura da più di un anno e il catasto oltre ad essere argomento continuo coi clienti mi è sempre interessato, però ho avuto occasione di fare pratica solo per la parte urbana con vari DOCFA, ma il prefeo e relativo aggiornamento dei terreni se ne occupava sempre il titolare.....e nello studio dove sono ora se ne occupa un tecnico esterno con il quale collaboriamo, per questo ho molti dubbi e lacune.....quindi in definitiva per chiarire ulteriormente, con il programma software pregeo troviamo tutto quanto ci occorre per ogni tipo di variazione del C.T.???...è SEMPLICE DA UTILIZZARE??....penso abbia molte funzioni se è andato a sostituire tutti quei modelli cartacei che erano previsti anni fa(26/A, 13TPA, 51FTP , 3SPC ecc...)...mi sbaglio??...ancora grazie
     
  6. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    con pregeo si fanno tutti gli aggiornamenti catastali ai terreni ma non è un programma intuitivo. Nonostante io faccia la professione da oltre 30 anni, non ti nascondo che trovo sempre delle difficoltà ad usarlo anche perchè ogni pratica è diversa dall'altra.
     
  7. mtr

    mtr Membro Attivo

    Aggiungo che -in genere- l'ufficio delle Ag.E. riserva appuntamenti per i tecnici che necessitano di chiarimenti. Forse non tutte le città lo fanno, da me si, anche telefonicamente.
    Ti cosiglio -per esperienza- di prepararti bene le domande, perchè qcosa può sempre sfuggire..
    Qui puoi chiedere anche telefonicamente, anche se l'appuntamento è la cosa più efficace.
     
  8. nicosacchini

    nicosacchini Nuovo Iscritto

    grazie per i consigli....

    Aggiunto dopo 23 minuti :

    ... consultandomi su DOCFARIO che mi sono scaricato da internet, ho notato che alla voce CATASTO TERRENI - TIPO MAPPALE IN DEROGA, vengono fatti degli esempi per chiarire meglio quali siano i casi che necessitano di questo specifico tipo mappale, e si nota chiaramente che necessitano di T.M. in deroga i fabbricati o porzioni di essi che già presentano rappresentazioni in mappa corrette ma che hanno perso i requisiti di ruralità e che quindi devono essere dichiarati all'urbano. Tendedo presente questo quindi, la particella censita al C.T., resede di pertinenza di fabbricato urbano, alla quale facevo riferimento nel messagggio iniziale, per portarla all'urbano dovrei fare un TIPO MAPPALE IN DEROGA???.....spero di essere stato abbastanza chiaro.......grazie a tutti
     
  9. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    va bene il mappale in deroga, ma attento poi alla fusione con il già esistente lotto in catasto fabbricati poichè devono avere la stessa proprietà
     
  10. nicosacchini

    nicosacchini Nuovo Iscritto

    in realtà da quello che mi ha spiegato il proprietario in sede di sopralluogo per una futura compravendita, la planimetria catastale dell'immobile è stata aggiornata in quanto il sub. al piano terra che usufruisce del resede antistante è già stato fuso al resede in passato, creando un nuovo sub. che li comprende entrambi, ma mi ha anche spiegato che è venuto a conoscenza che il T.M. del passaggio del terreno da rurale a urbano non è mai stato fatto, sicchè lui si ritrova una planimetria all'urbano con rappresentato anche il resede facente parte del solito sub. della porzione di fabbricato e contemporaneamente il resede è sempre presente anche al C.T. ...questo è quanto mi è stato riferito... in quanto il precedente tecnico aveva rimandato la questione, poi evidentemente scordandosene.....boh.....in definitiva il proprietario negli ultimi anni sapeva solamente che il resede era passato all'urbano e fiscalmente ne ha pagato le tasse su quello, e per quanto riguarda il catasto terreni non ha più denuciato nulla come proprietà....cosa che invece mancando il T.M. IN DEROGA che abbiamo appena detto risulta sempre avere anche al C.T....non dovrebbe essere un problema questo no??..in quanto comunque il terreno è solo 90 mq circa quindi vale relativamente poco e il reddito che ne trae lo ha denunciato ogni anno come urbano...quindi gli è stato sempre comunque "tassato"..........se potreste chiarirmi anche questo aspetto ve ne sarei grato.................spero sia chiaro...............

    Aggiunto dopo 10 minuti :

    ...però mi chiedo....come è possibile fare un DOCFA nel quale si aggiornano delle planimetria catastali inserendo un terreno censito al C.T. senza però riempire la casella del campo "tipo mappale"???...cioè se non è stato fatto e approvato un T.M. come fai a inserire in mappa un resede che non è all'urbano??....probabilmente il tecnico precedente ha modificato direttamente la planimetria inserendo il resede di pertinenza, sopprimendo il precedente sub. che faceva riferimento solo alla porz. di fabbricato e ne ha ricostituito un altro inserendoci anche il resede......però detto questo mi chiedo come abbiano fatto ad approvargli un tale docfa e una simile planiemetria che senza T.M. a parer mio non ha senso di esistere......o sbaglio???'......
     
  11. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    visto che il mappale è stato perso e non vi è traccia si rende necessario riproporlo. A riguardo dell'esistenza già in catasto del lotto di mq.90 conviene concordare il tutto con l'agenzia del territorio, ma non ci dovrebbero essere problemi. La tassazione (ICI ?) del lotto di mq.90 è inclusa nel valore catastale ma il comune potrebbe intenderlo come lotto edificabile a parte e quindi tassarlo separattamente. D'altronde se non ha ricevuto accertamenti in tal senso, penso possa stare tranquillo
     
  12. nicosacchini

    nicosacchini Nuovo Iscritto

    no dicevo successivamente....il T.M. non è stato mai fatto......quindi ho scritto successivamente, "come è possibile fare un DOCFA nel quale si aggiornano delle planimetria catastali inserendo un terreno censito al C.T. senza però riempire la casella del campo "tipo mappale"???...cioè se non è stato fatto e approvato un T.M. come fai a inserire in mappa un resede che non è all'urbano??....probabilmente il tecnico precedente ha modificato direttamente la planimetria inserendo il resede di pertinenza, sopprimendo il precedente sub. che faceva riferimento solo alla porz. di fabbricato e ne ha ricostituito un altro inserendoci anche il resede......però detto questo mi chiedo come abbiano fatto ad approvargli un tale docfa e una simile planiemetria che senza T.M. a parer mio non ha senso di esistere......o sbaglio???'......".....l'immbile di proprietà è un vecchio frantoio al piano terra, accatastato penso come c/3 (non ho visure ma solo elaborati planim. e planim. catastali dateci da una agente immobiliare che gli cura la vendita) e ai piani successivi 2 appartamenti dismessi....della proprietà fanno parte anche dei garages nel solito corpo di fabbrica principale.....il resede in questione è di pertinenza al piano terra e presenta anche numerosi ripostigli in muratura......e non capsico perchè fosse censito al C.T. ad essere sincero......DURANTE QUESTA DISCUSSIONE MI SONO POSTO PERO' ALTRE 2 DOMANDE "CATASTALI".......i terreni agricoli sono necessariamente censiti al C.T. e quando cambiano destinazione urbanistica divenatndo edificabili vanno portati direttamente all'urbano vero???......e poi mi chiedevo....i locali o manufatti sotto i 180 cm di altezza (o 150 mc) non vanno accatastati (così come i manufatti precari, stagionali, temporanei e con sup. inferiore a 8 mq) giusto??....quindi se in qualsiasi terreno insiste un locale di queste caratteristiche, interrato o fuori terra, non va accatastato giusto????...scusate le mille domande......
     
  13. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    in passato, poichè era tutto cartaceo era posiibile di tutto, addirittura i TM non erano nemmeno richiesti. I terreni sono tutti censiti catasto terreni e la destinazione d'uso (edificabile o non) non ha nulla a che vedere con il catasto. Tutte le costruzioni vanno accatastate una volte ultimate. In alternativa si possono accatastare con tutte le altre categorie previste F2 (unità collabenti), F3 (unità in corso di costruzione) o F4 (unità in corso di definizione)
     
  14. nicosacchini

    nicosacchini Nuovo Iscritto

    ho capito quindi un terreno diventato edificabile subirà il passaggio da C.T. a C.F. solo quando verrà accatastata la costruzione realizzata su di esso se ho capito correttamente....finchè non sarà realizzato l'accatastamento del fabbricato da realizzare sopra di esso, il terreno edificabile resterà comunque registrato al C.T.....detto questo l'altro dubbio era sui locali o manufatti sotto i 180 cm di altezza (o 150 mc) non vanno accatastati (così come i manufatti precari, stagionali, temporanei e con sup. inferiore a 8 mq) giusto??....quindi se su qualsiasi terreno insiste un locale di queste caratteristiche, interrato o fuori terra, questo non va accatastato giusto????...grazie mille....

     
  15. nicosacchini

    nicosacchini Nuovo Iscritto

    qualcuno può gentilmente provare a chiarirmi le idee riguardo all'ultimo messaggio che ho inviato in questa discussione??....aggiungo che qualora si accatasti tramite T.M. un fabbricato di nuova costruzione su un terreno precedentemente presente al C.T. il terreno che fa da resede al fabbricato diviene denominato ENTE URBANO al C.T. o sbaglio??
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina