• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

karmacoma

Membro Junior
Proprietario Casa
#1
Buonasera a tutti.
Sapete dirmi dopo la richiesta di cambio destinazione (da c3 ad abitazione civile) quanto intercorre per ottenere l'effettivo cambio?
E soprattutto, in quale fase si è soggetti ad un controllo? Una volta ottenuto il cambio di destinazione potrebbe far visita all'immobile qualche ispettore? Dopo quanti giorni posso smettere di attendere questo controllo?
Grazie
 

Jan80

Membro Junior
Professionista
#2
Sicuramente dovrai presentare una SCIA di agibilità: di norma un controllo viene effettuato in questi casi, ma dipende dalla Regione e dal Comune il metodo per scegliere il campione da sottoporre a controllo.
 

karmacoma

Membro Junior
Proprietario Casa
#3
Sicuramente dovrai presentare una SCIA di agibilità: di norma un controllo viene effettuato in questi casi, ma dipende dalla Regione e dal Comune il metodo per scegliere il campione da sottoporre a controllo.
Grazie @Jan80
Sai per caso su Firenze dove posso trovare questi termini? Perchè c'è chi mi dice che è molto improbabile un controllo, chi mi parla di 45 giorni, non sto capendo bene...
 

magia2002

Membro Attivo
Proprietario Casa
#4
L'agibilita' la ottieni per silenzio assenso dopo 60 giorni del protocollo della tua richiesta di agibilita' . Se pero' la documentazione allegata non e' completa e l' ufficio tecnico ti chiede delle integrazioni , l' orologio si ferma e riparte dal momento che tu integri quanto richesto .In un certo senso e meglio che la tua richiesta venga analizzata e che l' ufficio tecnico ti dia il certificato di agibilita' . Con il silenzio assenso un domani che vuoi vendere , puoi trovare l'acquirente che chiede un accesso agli atti e scopre che la documentazione non e' corretta - che mancano delle certificazioni ecc.ecc. ed a quel punto cosa succede ?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#5
L'agibilità la produce un professionista abilitato, dopo avere avuto tutte le certificazioni e schemi d'impianto dai titolati. L'agibilità va presentata dopo avere presentato la variazione catastale.
 

griz

Membro Storico
Professionista
#6
il cambio avviene al termine delle eventuali opere o se l'operazione è senza opere avviene immediatamente, il tecnico avrà aseverato il rispetto dell enorme e operato la variazione catastale. I controlli se arrivano, arrivano ma sono facoltativi e raramente avvengono. Tutti gli attori dell'operazione sono responsabili di eventuali abusi o false dichiarazioni
 

karmacoma

Membro Junior
Proprietario Casa
#7
Intanto grazie moltissimo a tutti per l'intervento. Ci tengo a precisare che non ho paura di un controllo perchè dovrebbe essere tutto a regola. Ma intendo mettere nel compromesso il fatto che acquisterò l'abitazione soltanto dopo i tempi tecnici necessari per "esserne sicuri al 100%" quindi dopo il trascorrere d un eventuale controllo

Sicuramente dovrai presentare una SCIA di agibilità: di norma un controllo viene effettuato in questi casi, ma dipende dalla Regione e dal Comune il metodo per scegliere il campione da sottoporre a controllo.
Si, a quanto ho capito infatti sarà presentata una SCIA.

L'agibilità la produce un professionista abilitato, dopo avere avuto tutte le certificazioni e schemi d'impianto dai titolati. L'agibilità va presentata dopo avere presentato la variazione catastale.
L'agibilità sarebbe il contrllo che verrà effettuato dai vigili al momento della richiesta di residenza?


se l'operazione è senza opere avviene immediatamente
Sarebbe senza opere. Dopo che sarà avvenuta il cambio sono comunque soggeto a controlli vero? Sono questi 60 giorni di cui mi parlate?

I controlli se arrivano, arrivano ma sono facoltativi e raramente avvengono.
Dagli altri commenti sembra probabile...
 

karmacoma

Membro Junior
Proprietario Casa
#8
L'agibilita' la ottieni per silenzio assenso dopo 60 giorni del protocollo della tua richiesta di agibilita' . Se pero' la documentazione allegata non e' completa e l' ufficio tecnico ti chiede delle integrazioni , l' orologio si ferma e riparte dal momento che tu integri quanto richesto .In un certo senso e meglio che la tua richiesta venga analizzata e che l' ufficio tecnico ti dia il certificato di agibilita' . Con il silenzio assenso un domani che vuoi vendere , puoi trovare l'acquirente che chiede un accesso agli atti e scopre che la documentazione non e' corretta - che mancano delle certificazioni ecc.ecc. ed a quel punto cosa succede ?
C'è modo di scoprire esattamente quale è la documentazione completa da presentare? grazie
 

magia2002

Membro Attivo
Proprietario Casa
#9
Tramite l'ufficio tecnico del tuo comune .Hanno i moduli per la richiesta del certificato di agibilita' con tutta la documentazione richiesta. Probabile che il modulo lo trovi anche nel sito internet del tuo comune ."richiesta certificato d'agibilita' ".
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#11
L'agibilità sarebbe il contrllo che verrà effettuato dai vigili al momento della richiesta di residenza?
No, i vigili vengono a controllare se il richiedente risieda nell'immobile indicato. Addirittura neanche entrano in casa.
L'agibilità è valida ed accettata dopo 60 gg che il tecnico l'ha presentata. E se le dichiarazioni allegate risultassero mendaci, i responsabili saranno perseguiti penalmente.
 

karmacoma

Membro Junior
Proprietario Casa
#12
Molte molte grazie a tutti.
Posso semplificare ricapitolando?

Nella proposta d'acquisto inserirò la clausola che l'acquisto avrà luogo soltanto successivamente alla disposizione del cambio di destinazione d'uso. Inoltre, volendomi tutelare maggiormente verso eventuali abusi, inserirà anche la clausola che il rogito avverrà soltanto dopo 60 giorni (a quanto ho capito sono quelli i termini per un eventuale controllo) dall'avvenuto cambio di destinazione.

Ho capito tutto bene?
Siete gentilissimi
 

magia2002

Membro Attivo
Proprietario Casa
#13
Con tutte queste incertezze ti consiglio di lasciare perdere .Non e' come andare a chiedere il rinnovo della carta d'identita' .
Gli acquisti e gli investimenti vanno fatti bene con tutti i documenti a posto - senza abusi ecc.ecc.
Al massimo gli dai la disponibilita' ( se non hai fretta ) che appena il venditore ha messo tutto a posto tu saresti disponibile all' acquisto alla cifra pattuita .Comunque fatti seguire da un geometra- ingegnere - avvocato ecc. Per qualsiasi compravendita immobiliare che ti attingi di fare ( anche se c'e' l'agenzia immobiliare ) perche' ci sono mille insidie e rischi di ogni genere .
 

karmacoma

Membro Junior
Proprietario Casa
#14
Gli acquisti e gli investimenti vanno fatti bene con tutti i documenti a posto - senza abusi ecc.ecc.
Dici che non mi sto tutelando abbastanza in questo modo? Io speravo di fare una trattativa nella quale passerò all'acquisto soltanto quando fossi sicuro che tutto sia a posto, quindi qualora ci fosse un controllo, non sarebbe di mia responsabilità un eventuale abuso...
È per questo che sto cercando di capire se ci saranno controlli o se comunque c'è un periodo oltre il quale non sarò più soggetto a controlli

Al massimo gli dai la disponibilita' ( se non hai fretta ) che appena il venditore ha messo tutto a posto tu saresti disponibile all' acquisto alla cifra pattuita
Purtroppo non credo ci sia questa possibilità. Il venditore venderebbe come c3 a quel prezzo

Comunque fatti seguire da un geometra- ingegnere - avvocato ecc.
Mi sta seguendo un geom. che però non ha chiaro la questione del limite di tempo per i controlli.
In più, fino alla proposta d'acquisto il venditore ha disposto al suo architetto di non condividere documentazioni varie
 

karmacoma

Membro Junior
Proprietario Casa
#15
No, i vigili vengono a controllare se il richiedente risieda nell'immobile indicato. Addirittura neanche entrano in casa.
L'agibilità è valida ed accettata dopo 60 gg che il tecnico l'ha presentata. E se le dichiarazioni allegate risultassero mendaci, i responsabili saranno perseguiti penalmente.
Io non sarei responsabile dato che non avrei ancora firmato niente se non la proposta d'acquisto. Quindi benvengano i controlli cosi' che possano verificare.
Tuttavia non vorrei che dopo 60 giorni, firmo l'atto di proprietà e mi arriv aun controllo e trova qualche irregolarità... Può succedere o posso avvalermi del silenzio assenzo?
 

griz

Membro Storico
Professionista
#16
la norma sulle agibilità è cambiata recentemente, prima era soggetta al silenzio/assenso di 60 giorni, oggi è il tecnico che presenta la SCIA che in sostanza è la comunicazione con allegato TUTTI i documenti necessari e l'agibilità vale, se il tecnico non ha fatto quanto previsto e dichiar ail falso è punibile penalmente
 

magia2002

Membro Attivo
Proprietario Casa
#17
Devi acquistare come prima casa usufruendo di tutte le agevolazioni ?
Devi acquistare con mutuo ipotecario?
Se devi acquistare con mutuo ipotecario subordina la tua proposta all' ottenimento drl mutuo .
 
Ultima modifica:

karmacoma

Membro Junior
Proprietario Casa
#18
esatto, infatti ho pensato che:
Il mutuo lo ottengo sull'abitazione civile e non sul c3. Quindi se mi danno il mutuo significa che ho ottenuto il cambio destinazione.
Ma cosa succede se subito dopo mi arriva un controllo e mi fanno buttare giu mezza casa o addirittura una super multa?
Sto cercando un sistema per evitare questi rischi
(grazie Magia per il tuo interesse)
 

karmacoma

Membro Junior
Proprietario Casa
#19
la norma sulle agibilità è cambiata recentemente, prima era soggetta al silenzio/assenso di 60 giorni, oggi è il tecnico che presenta la SCIA che in sostanza è la comunicazione con allegato TUTTI i documenti necessari e l'agibilità vale, se il tecnico non ha fatto quanto previsto e dichiar ail falso è punibile penalmente
Ma quindi in pratica, una volta preentata la SCIA è fatta? Chiuso li? Nessun controllo ne nessun periodo in cui si è soggetti a controllo? Controllano soo se te li manda il vicino i controlli?
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
#20
Se la pratica per il cambio di destinazione d'uso è regolarmente presentata e corredata di tutti i documenti necessari non c'è niente da temere.
Ma le mie domande sono:
dato che a vendere un c3 si prendono meno soldi che a vendere un'immobile accatastato come abitazione,perché non fa la variazione il venditore,e poi a cose fatte mette in vendita come abitazione ?
Perché non vuole condividere i documenti con il tuo geometra?
C'è qualcosa che non sembra a posto.
Sei certo che siano presenti tutte le caratteristiche (altezze,rapporti areoilluminanti,
antibagno,eventuali divieti del regolamento condominiale,etc.) che consentano con certezza il cambio?
Se proprio sei interessato fai una proposta condizionata all'ottenimento del mutuo,così se c'è qualcosa che non va non ti danno il mutuo,non compri,ma non perdi soldi.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto