1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. proid

    proid Membro Attivo

    Scusate vi importunerò spesso perchè sto studiando le problematiche dell'amministrazione condominiale.
    Mi chiedo quale sia il modo più economico e pratico per conservare le PEC (es. convocazioni assembleari) e consegnarle un domani in caso di avvicendamento d'amministratore.
    Ho letto che la semplice stampa cartacea delle PEC non ha nessun valore.
    Anche ammettendo che le PEC rimangano perpetuamente presso i server della casella di posta certificata dell'amministratore sorge il problema al momento del cambio di amministratore di come archiviare in supporti informatici idonei e consegnarli all'amministratore subentrante.
    Ho letto della procedura di conservazione sostitutiva ma mi sembra che non sia un semplice salvataggio in locale della mail attraverso il client di posta e magari mettere tutto in uno zip.
    Mi risulta che questo tipo di archiviazione richieda software commerciali specifici conformi alle normative nazionali.

    Questo mi fa sorgere le seguenti domande:
    1) Posso fare da me la conservazione sostitutiva con strumenti gratutiti e quali e come?
    2) Se non ci sono strumenti gratuiti e uso un software commerciale, i file generati sono in un formato standard leggibile dal software di archiviazione usato a sua volta dall'amministratore subentrante?
    3) Al pari del sito del condominio esistono servizi di conservazione sostitutiva per condominii e sono deliberabili dall'assemblea al pari del sito condominiale? Sarebbe un modo per mantenere questa documentazione elettronica sempre in un unica fonte di prorpietà del condominio e non dell'amministratore di turno... in questo modo non interverrebbe nelle problematiche del passaggio delle consegne dato che nel subentro avverrebbe solo il subentro dell'utente che ha accesso al materiale (da utente dell'amministratore uscente ad utente dell'amministratore subentrante) o meglio nessun subentro di utente se ci fosse un utente ad hoc del condominio stesso.
    Grazie
     
  2. proid

    proid Membro Attivo

  3. Liederman

    Liederman Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Argomento interessante, purtroppo spesso ignorato.
    Come conservare le PEC è un problema non solo delle imprese ma anche dei privati. Mi risulta si trovino in rete offerte per conservazione sostitutiva ma solo per imprese, non per privati.
    Di fatto quindi i privati possono solo confidare nei 30 mesi in cui il gestore della PEC è tenuto a conservare i messaggi. E dopo? 30 mesi passano in fretta... Come può un privato ad es opporre a terzi una PEC dopo 5/10 anni?
    Dobbiamo concludere che le PEC inviate dai privati hanno di fatto una scadenza ed è meglio quindi tornare alla raccomandata cartacea?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina