1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Salve. Una domanda che ha a che fare con la residenza. Una persona che percepisce la pensione dallo Stato italiano ha l'obbligo di avere la residenza in Italia? Grazie.
     
  2. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    No | Anzi, conviene averla all'estero per avere dei benefici fiscali. Se ti trasferisci in Portogallo e vi risiedi per almeno 183 giorni all'anno, anche non consecutivi, riceverai la pensione lorda e verrai tassato con le regole dello stato estero ( nel caso lusitano avrai una esenzione per 10 anni). Se ti trasferisci ad Hammamet riceverai la pensione lorda e verrai tassato solo sul 10 % della pensione con una aliquota del 20 %.
     
  3. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Si valutino due cose:
    - il rischio Paese in cui ci si trasferirà
    - la perdita del SS.NN nazionale e la necessità di un'adeguata assicurazione sanitaria (privata)
     
    A Elisabetta48 e alberto bianchi piace questo messaggio.
  4. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Aggiungerei anche il rischio di cambio, perché l'Inps applica un cambio fisso all'inizio dell'anno per cui la pensione resterà invariata (in valuta locale) per 12 mesi anche in Paesi dove l'inflazione è altissima, es. Venezuela ed altri paesi latinoamericani.
    Dei due esempi citati escluderei senza alcun dubbio il primo per i 3 motivi evidenziati a cui aggiungerei, almeno da parte mia, una idiosincrasia, non congenita ma formatasi nel tempo a seguito dell'esperienza, avuta per motivi di lavoro, con la loro cultura.
    Il Portogallo mi preoccuperebbe molto meno. E' sempre percorribile la via del ritorno.

    Per chi fosse interessato all'argomento, allego, dal sito INPS, le modalità di pagamento delle pensioni all'estero:
    INPS - Informazioni
     
    Ultima modifica di un moderatore: 21 Dicembre 2015
  5. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Interessante. Pensavo che Inps accreditasse solo in Euro e che il rischio cambio fosse solo successivo. Avere un cambio fisso per 12 mesi è cosa di non poco rischio...
     
  6. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti per le risposte finora date.
     
  7. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io percepisco una pensioncina dall'Austria e una appena un pò di più dalla Germania e non risiedo ne lì, ne là ma qui che più pro fa quiproquo.
    P.S. Non vorrai mica lasciarci??? Cosa direbbe LUI??? O è solo una cattivo
    pensiero tratto da un presentimento che sempre aleggia intorno al tuo modo
    di "giocare" con le presenze, le assenze e ...le sostituzioni"... ???
     
  8. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non ti preoccupare, non riguarda me! E comunque grazie per la fiducia, immeritata!
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  9. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Parlo basandomi sulla mia esperienza, l' I NPS paga in euro .
    In ogni caso si può sempre mantenere un conto in Italia che funziona da conto di transito che fa sempre comodo . All INPS importa dove uno ha la residenza non dove ha il conto
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Dal 1° febbraio 2012 il servizio del pagamento delle pensioni INPS per beneficiari residenti all'estero viene svolto da Citibank N.A.
    Il pensionato residente all'estero può chiedere il pagamento:
    • nel Paese estero di residenza con accredito su conto corrente o allo sportello;
    • in altro Paese estero, diverso da quello di residenza, unicamente con la modalità dell'accredito in conto corrente;
    • in Italia, con accredito su conto corrente o allo sportello tramite delegato.
    Citibank esegue i pagamenti in euro (salvo diverse disposizioni politico – valutarie del Paese estero interessato) o in divisa locale.
     
    A quiproquo piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina