1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. veronicaburzio

    veronicaburzio Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti,
    Volevo sapere se per usufruire della sospensione del mutuo per un anno bisogna per forza essere dipendenti licenzioati o in cassa integrazione.
    Io e mio marito lavoriamo in proprio e, quest'ultimo anno, abbiamo avuto dei grossi problemi economici poichè molti clienti non ci stanno pagando e non ci sono buone prospettive.
    ho visto il modulo da compilare e portare in banca ma non riesco a capire se e con quale documentazione possiamo beneficiarne anche noi.

    Certa di una vostra, come sempre velocissima, risposta vi auguro una buona giornata!!!
    Grazie
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    07/09/2010 - Sta per scattare l'operazione "sospendi-mutuo". Il 2 settembre entra in vigore il regolamento, adottato con il decreto ministeriale n. 132 del 21 giugno (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 192 del 18 agosto), che disciplina l'accesso al Fondo di solidarietà per i mutui stipulati per l'acquisto della prima casa.
    L'agevolazione - sospensione del pagamento delle rate - è rivolta alle persone che risultano titolari di un contratto di mutuo finalizzato all'acquisto di un immobile, in Italia, destinato a propria abitazione principale.

    Requisiti e condizioni di accesso
    Questi i presupposti necessari per essere ammessi al beneficio:
    · il richiedente deve essere proprietario dell'immobile per il quale è stato contratto il mutuo
    · l'importo ricevuto deve essere al massimo 250mila euro e in ammortamento da almeno un anno
    · l'appartamento non deve appartenere alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e non deve avere le caratteristiche per essere considerato "di lusso"
    · l'indicatore della situazione economica equivalente (Isee) non deve superare 30mila euro.

    Tutti i requisiti di partenza devono essere posseduti al momento di presentazione della domanda.

    Inoltre, la temporanea impossibilità a rispettare il calendario delle rate deve essere "giustificata" da uno dei seguenti eventi verificatosi dopo la stipula del contratto di mutuo:
    · perdita del posto di lavoro o termine del contratto, senza un nuovo impiego da almeno tre mesi
    · morte o sopraggiunta non autosufficienza di un componente del nucleo familiare percettore di almeno il 30% del reddito complessivo del nucleo familiare
    · pagamento di spese mediche o di assistenza domiciliare per almeno 5mila euro annui
    · pagamento di spese per manutenzione straordinaria, ristrutturazione o adeguamento funzionale dell'immobile, per opere necessarie e indifferibili, di ammontare non inferiore a 5mila euro
    · aumento della rata del mutuo a tasso variabile di almeno il 25% (in caso di rate semestrali) ovvero di almeno il 20% (rate mensili).

    La domanda
    Chi, in possesso dei requisiti su elencati, intende interrompere momentaneamente il pagamento delle rate di mutuo, deve farne richiesta alla banca che ha concesso la somma, utilizzando il modello che a breve sarà disponibile sul sito del dipartimento del Tesoro e indicando l'intervallo temporale per il quale intende usufruire della sospensione.
    Alla domanda andranno allegate l'attestazione dell'Isee e la documentazione idonea a dimostrare le ragioni del mancato pagamento della rata.

    Revoca dell'agevolazione
    Vietato fare carte false: l'agevolazione viene revocata se si accerta che è stata ottenuta grazie a dichiarazioni non veritiere o a documenti fasulli. Chi ne ha beneficiato illegittimamente, deve restituire allo Stato l'importo girato dal Fondo alla banca, rivalutato secondo l'indice Istat e maggiorato degli interessi legali.

    Tutto in un mese
    Nel tempo massimo di un mese, l'aspirante beneficiario viene messo a conoscenza dell'esito della domanda. Sono infatti previsti 10 giorni a disposizione della banca - dal ricevimento della richiesta - per determinare i costi dell'operazione a carico dello Stato e inoltrare la pratica al Gestore del Fondo. Quest'ultimo esamina il caso ed entro 15 giorni dà alla banca l'ok per la sospensione, che l'istituto di credito provvede poi a comunicare al beneficiario nei successivi 5 giorni.

    Fonte: FiscoOggi
    Mutuo per l'abitazione principale: Sospensione ai nastri di partenza - Lavori Pubblici | IL PORTALE DELL'EDILIZIA
    :daccordo:
     
    A alexcannata piace questo elemento.
  3. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    Bene Marco.Molto esaustivo e la Fonte è OK.
    Gatta
     
  4. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Ringrazio Maidealista per avere dato una buona notizia in merito alla possibilità di accedere alla richiesta di sospensione delle rate mutui.
    Ma il ns. amico si è dimenticato di andare un poco più a fondo nella materia trattata perchè avrebbe scoperto una brutta sorpresa : vale a dire che la boccata di ossigeno offerta secondo me è una presa in giro per tutte quelle povere famiglie che sono in difficoltà e sperano veramente che qualche anima buona dia loro un aiuto. Infatti sono stati messi a disposizione solo 20 milioni di euro e questa boccata di ossigeno offerta dovrebbe riguardare ,da conteggi effettuati, solo 5.000 famiglie
    Quindi dal 2 settembre è diventato operativo questo fondo di solidarietà che era stato addirittura previsto dalla finanziaria 2008 e per farlo diventare operativo sono stati necessari oltre 30 mesi (tanto non c'era fretta ,tutto procedeva ottimamente).
    Comunque è bene sapere che esistevano già, per i debitori in difficoltà, altre soluzioni, quali:
    - Moratoria ABI : della quale hanno già usufruito circa 25.000 famiglie e con la quale o vengono sospese le rate per 12 mesi ma il debitore dovrà poi riconoscere gli interessi non pagati nel periodo di sospensione oppure il debitore può pagare per 12 mesi solo gli interessi;
    - Trovare un accordo direttamente con la banca : nel qual caso non sono richiesti particolari requisiti perchè trattasi di rinegoziare il mutuo con la propria banca allungando anche la durata residua o modificando il tasso da fisso a variabile o viceversa: Questa soluzione non è però imposta da un decreto ma è rimessa alla facoltà della banca di accettare o meno. E quindi la più difficile.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina