1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. merlo

    merlo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Scusate se insisto sulla morosità, ma vi sembra giusto che un inquilino non paga l'affitto e continua a restare nell'app. per mesi gratis.E come se uno si appropriase della tua automobile e se ne andasse a spasso per alcuni mesi o uno che va al supermercato riempie il carrello e va via senza pagare. In questi casi non vengono presi e perseguiti immediatamente dalle forze dell'ordine. Allora perchè non si vuole considerare la morosità un reato e le forze dell'ordine non costringono l'inquilino a ridare immediatamente l'immobile al suo legitimo proprietario?
    Dico, immediatamente e non dover prendersi un avvocato e iniziare un tira e molla per mesi, con costi e dove gli avvocati ci sguazzano.
    Dico questo a sostegno di quelli che hanno un solo app. dato in affitto per racimolare un po di soldi per restaurarsi la casa dove abitano, e di punto in bianco si trovano con l'inquilino moroso e magari hanno anche il mutuo.
    E' qua che la nuova legge sugli affitti dovrebbe metter mano . Solo cosi emergerebbe il sommerso.
    Merlo
     
    A esimbad piace questo elemento.
  2. gorgiagorgia

    gorgiagorgia Nuovo Iscritto

    Caro Merlo, la tua proposta è sacrosanta. Pensa un po! Sono 20 mesi che un mio inquilino è moroso. Dopo infiniti solleciti e infinite promesse a cui stupidamente ho creduto, perché non mi piace mettere la gente in strada, è arrivato un assegno... a vuoto. Vistomi preso in giro, mi sono deciso allo sfratto per morosità nel marzo scorso. 1600,00 euro di avvocato e lo sfratto per il 15 di ottobre. M al'avvocato mi dice che forse ci sarà bisogno dell'ufficiale giudiziario e magari della forza pubblica, se l'inquilino non se ne va da solo; arriveremo. così, almeno a gennaio dell'anno prossimo.
    Intanto non solo non ricevo l'affitto, ma il fisco, presumendo che l'abbia ricevuto, mi obbliga a pagare migliaia di euro di IRPEF. Becco e bastonato, come suol dirsi!
    Se non paghi la luce o l'acqua o il gas, magari perché te ne sei dimenticato e il sollecito è andato perduto per un disguido postale, vengono e, senza dirti nulla, ti staccano tutto. Torni a casa e sei senza gas, luce e acqua. E non hanno bisogno dell'avvocato e del tribunale, LORO. E noi, poveri cittadini-sudditi, dobbiamo pascere avvocati e giudici e fisco. Alla fine, se va bene, riottieni solo l'immobile, magari devastato, con l'aggiunta della beffa al danno.
    Ma perché le associazioni proprietari e soprattutto piccoli proprietari di immobili, non si fanno sentire in proposito? Che faccia comodo anche a loro questa assurda situazione???!?
    Ti saluto e ...auguri!
     
  3. robertcan

    robertcan Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Pure io nella stessa situaZIONE.La legge garantiscie gli sfrattati per morosità.
     
  4. gennaro63

    gennaro63 Nuovo Iscritto

    se solo si applicasse la stessa legge che si applica negli stati uniti..ci ritroveremmo 2.000.000/3.000.000 di persone in mezzo alla strada...mia cugina se non paga il giorno stabilito....viene accompagnata fuori.....se non paga....ma quando esce trova migliaia di case da affittare...li se paghi....non ti puo' accadere nulla......da noi..invece ci devono mangiare sopra una mare di persone comprese le associazioni uppi e sunia.....mio padre si potrebbe piazzare tra i primi 10 in italia per i torti subiti........ora l'unica cosa sicura e' polizza fidiussoria a prima nota bancaria........me la fai????...non posso....mi costa...e allora come dice mio padre ci faccio ballare i sorci dentro....io sono perfettamente d'accordo con voi......al 1000x1000... ma questa e' l'italia.....che e' piena di ingiustizie....purtroppo.........
     
  5. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    :daccordo::daccordo::daccordo:
     
  6. robertcan

    robertcan Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Il mio inquilino non paga da 8 mesi. Ha ricevuto lo sfratto per morosità, ho atteso 3 mesi inutilmente. E' intervenuto l'Uff. Giudiziario. Adesso aspetto la notifica per far intervenire le forze dell'ordine. Nedl frattempo ho perso 8 mesi di canone+spese legali. Ripeto, sfratto per morosità. E dire che per un pentavani in zona centrale e senza spese condominiali il canone è di 500€. Poi per recuperare il tutto gli devrò fare il decreto ingiuntivo.......

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    ma ci sarà mai una nuova legge?
    Se devi pagare allo stato o sei moroso verso società finanziarie sei fregato.. se invece sei in debito con il privato non sei garantito
     
  7. gorgiagorgia

    gorgiagorgia Nuovo Iscritto

    Perché, oltre che lamentarci, non cerchiamo di fare qualcosa, magari approfittando di questa nuova normativa sugli affitti?
    Una bella raccolta di firme, in calce ad un chiaro appello da fare al governo, promossa su internet, tanto per cominciare?!? Avete qualche idea migliore?
    Ciao a tutti!
     
  8. merlo

    merlo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sono pienamente d'accordo con Gorgiagorgia,io saro' in testa a qualsiasi forma di visibilità esterna su questo problema.

    Io propongo che queste nostre lamentele o osservazioni sulle morosità, fatte in questo ottimo forum, siano messe in rete o meglio girate sul sito del Ministero delle Finanze.

    Bene anche una raccolta di firme via Internet.

    Buona giornata

    Merlo
     
  9. robertcan

    robertcan Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    se può servire ci sono anch'io:daccordo:
     
  10. Pierluigi49

    Pierluigi49 Membro Ordinario

    Quanta Ragione! Posso citarti il mio caso. Nel 2004 mesi in un appartamento due (amici) che dovevano stazionare solo alcuni mesi e concordammo il pagamento di una cifra mensile. Data la temporameità ed il rapporto di amicizia allora esistente, non ritenni opportuno redigere alcun contratto in forma scritta. Devo precisare che i proventi della locazione sono stati regolarmente denunciati e sono state pagate le realtive imposte. Dopo circa 6 mesi mi viene richiesta una riduzione del canone motivandolo come troppo caro; faccio presente la mia indisponibilità e dico loro che senza fretta possono trovarsi un altro alloggio a minor prezzo. La risposta immediata è stata l'immediata sospensione del canone concordato. Dopo 2 mesi, visto l'impossibilità di riscuotere quanto in mio diritto, mi sono rivolto ad un avvocato per la risoluzione coattiva e qui sono cominciate le dolenti note.
    Premesso che il contratto verbale era allora valido mancava la sua registrazione e quindinon potevo esercitare la forza pubblica per lo sfratto.
    Per farla finita sono dovuto arrivare ad una sentenza che sancisse l'occupazione indebita dell'alloggio ed il mio diritto a pretendere quanto dovuto, cosa che ho ottenuto ma dopo 5 anni e mezzo.
    Sono fionalmente rientrato in possesso dell'appartamento ma non ho ancora riscosso alcunchè, devo ancora fare accertamenti per individuare banche dove possono essere depositati i beni degli (amici), devo individuare dove hanno portato il loro mobilio per poter procedere al sequestro ma per tutto questo ci sono altre spese.
    Intanto gli (amici) vivono tranquilli con i miei denari , fate voi un po' di conti.
    Pierluigi49
     
  11. pelizzoli

    pelizzoli Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    A me addirittura stà capitando che ho una situazione di sfratto al 30 agosto ma questa persona non ci vive nell'appartamento però aspetta questa data x uscire ; faccio notare che è da gennaio che sono in ballo con l'avvocato.Queste persone ci prendono in giro tanto sanno che la legge ha i suoi tempi.......bisognerebbe fare come negli Stati Uniti cioè non paghi...sei fuori da subito , anch'io sono daccordo con Merlo; buona giornata:rabbia:
     
  12. gorgiagorgia

    gorgiagorgia Nuovo Iscritto

    Forza, allora! Facciamo qualcosa. Non c'è qualcuno tra gli esperti del Forum che può darci una mano e suggerirci come procedere?
    Ciao a tutti.
     
  13. robertcan

    robertcan Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Per cambiare in meglio ci vuole un esecutivo responsabile
     
  14. gorgiagorgia

    gorgiagorgia Nuovo Iscritto

    Che intendi dire? Dobbiamo aspettare che torni Prodi o simili?
    Ciao!
     
  15. robertcan

    robertcan Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Intendo dire che bisogna sempre battagliare per avere un diritto. Non credo che una petizione possa risolvere il problema.
     
  16. merlo

    merlo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Titolo : Quello che non dicono sulla cedola secca degli affitti.

    - Con la tassazione IRPEF la base imponibile era pari all'85 % del canone di locazione percepito, ora con la cedola secca del 20 % la base imponibile sarà del 100 %,cioè tutto l'affitto percepito.
    Facendo due conti sarà come se pagassimo il 23.5 % .
    E per gli affitti concordati la cosa è ancora piu marcata, perchè la base imponibile IRPEF era del 59.5 % del canone di locazione percepito e dopo diventerà il 100 %.
    Scusate il termine ma mi sembra una " furbata", no!! forse pensano che siamo scemi.
    Ma cosa sperano che emerga ?

    Merlo
     
  17. gorgiagorgia

    gorgiagorgia Nuovo Iscritto

    Giuste le osservazioni di Merlo. Però, dipende dal reddito complessivo del contribuente e dalla fascia in cui si colloca il canone di locazione.
    Facciamo UN ESEMPIO:


    Reddito di lavoro o pensione (il mio): 25.184,00 (6199)
    Affitto di 500,00 € mensili: 500x12 = 6.000,00 (- 15% = 5.100,00)
    REDDITO COMPLESSIVO .............. = 30.284.00

    TASSAZIONE COL VECCHIO METODO:
    Fino a 15.000,00 - 23% * 15.000/100x23 .................................................... = 3.450,00
    Da 15.000 a 28.000 - 27% * 13.000/100x27 .................................................... = 3.510,00
    Da 28.000 a 30.284 - 38% * 2.284/100x38 .................................................... = 868,00
    T O T A L I * 31.184,00 ...................................... = 7.828,00

    TASSAZIONE COL NUOVO METODO

    REDDITO LAVORO/PENSIONE ....= 25.184,00
    TASSAZIONE .................................................................................................. = 6.199.00
    CEDOLARE SECCA SU 6.000,00 * 6.000/100X20 ................................................ = 1200,00
    T O T A L E .................................................................................................... = 7.399,00

    7.828 - 7.399 = 429,00 € DI RISPARMIO CON IL NUOVO METODO DI TASSAZIONE.

    Ovviamente con redditi più alti di lavoro/pensione il risparmio aumenta notevolmente.
    D'altra parte con redditi di lavoro/pensione molto bassi e un modesto affitto il nuovo metodo di tassazione può essere non conveniente.
    NON BISOGNA DIMENTICARE, PERO', CHE IL NUOVO METODO E' F A C O L T A T I V O, NON OBBLIGATORIO. UNO PUO' SCEGLIERE IL PIU' CONVENIENTE.
     
  18. Gea

    Gea Nuovo Iscritto

    Salve, anch'io sono nella stessa barca. Il conduttore del negozio la prima volta non ha pagato 6 mesi, dopo la lettera fatta dall'avvocato non ha voluto pagare, fino aquando non è andato a finire al tribunale.Lì ha
    pagato 4 mesi e un assegno di due mesi scoperto. Il giudice voleva il resoconto dell'assegno ma io per aiutarlo non ho fatto sapere niente. Adesso sono 7 mesi che continua a non pagare ;pomeriggio vado dall'avvocato perchè la mia prima richiesta di pagamento non è servita a niente. Saluti.

    Aggiunto dopo 12 minuti :

    Scusate se mi intrometto. La quota della tassazione come la ricavi?
    La legge esiste già? Grazie.Saluti
     
  19. gorgiagorgia

    gorgiagorgia Nuovo Iscritto

    Caro Gea, cosa intendi per quota di tassazione? Intendi la nuova normativa in vigore dal prossimo gennaio (20% sull'intero canone di affitto)?
    Ciao!
     
  20. flexihousing

    flexihousing Membro Attivo

    Inquilino/Conduttore
    piuttosto che una raccolta di firme generica direi di preparare una proposta risolutiva che metta in campo enti locali per dare collocazione transitoria in alloggi decorosi ma minimali predisposti appositamente per chi non possa più pagare affitto per qualsiasi motivo. Chiaro che questo contrastarebbe interessi di diverse categorie professionali che vivono sui conflitti di questo genere, ma non vedo altra soluzione. Praticamente nel momento in cui il locatore non riceve più affitto da conduttore dovrebbe presentare segnalazione a Agenzia entrate e il conduttore dovrebbe ricevere avviso per spiegare motivazioni e trovare insieme al Gestore di tale sistema una soluzione. In caso di non risposta al Gestore (manifestandosi malafede) intervento di estromissione. Dato che ci sono moltissimi beni da poter utilizzare nel territorio nazionale, censendoli e sistemandoli si potrebbe dare alloggio a chi non può pagare senza trasferire il peso del problema sui locatori.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina