1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ponga

    ponga Nuovo Iscritto

    Recentemente una perdita occulta ha fatto sì che mi venisse recapitata una bolletta dell'acqua di 1706€.

    Nel corso delle riparazioni ne si è scoperta la causa in una giunzione difettosa tra un nuovo tubo posto una decina di anni fa durante alcuni lavori di riposizionamento del contatore (effettuati dall'allora gestore della rete idrica) e le tubature preesistenti. In particolare, la giunzione era stata effettuata in seguito a difficoltà tecniche nella sostituzione integrale del tubo congiungente il nuovo contatore al vecchio (da cui si dipanava poi l'intera rete domestica), che è stato quindi tagliato e raccordato col nuovo pezzo di cui sopra. Tengo a precisare che questa decisione, così come quella di dare inizio ai lavori stessi, è stata presa unilateralmente dal gestore della rete.

    Nel frattempo quest'ultimo è stato privatizzato, e la società privata subentrante, pur riconoscendo uno storno di circa 1000€ alla bolletta (ammontante al sovrapprezzo da "consumo eccessivo"), mi chiede comunque il pagamente dell'ammontare restante, asserendo che la perdita è comunque avvenuta a valle dell'attuale posizione del contatore nonché di non ritenersi responsabile dell'operato del suo predecessore.

    Vi chiedo se questa loro posizione regge o se il subentrante sia comunque tenuto a farsi carico degli oneri anche amministrativi del subentrato. Nel caso, è possibile rivalersi anche per le spese sostenute per i lavori di riparazione?

    Grazie mille in anticipo a chiunque saprà darmi lumi!
     
  2. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Credo che l'unica tua possibilità sia denunciare la società precedente, non quella in essere oggi. Infatti ti è stato detto che la società vigente oggi non può assumersi il carico di tutti gli errori fatti dalla società preesistente. L'unico caso in cui tu non riesci a venirne a capo, è quello in cui la società precedente si sia volatilizzata per fallimento, ma in tutti gli altri casi credo che con un buon avvocato puoi spuntarla. E' documentato chi ha fatto l'intervento e quando, quindi se non sono trascorsi troppi anni puoi far valere le tue ragioni.
     
    A e ponga piace questo messaggio.
  3. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Concordo :ok:
    saluti
    jerry48
     
  4. CGP

    CGP Nuovo Iscritto

    il problema è sempre lo stesso: quanto mi costeranno le spese legali in caso di esito negativo della mia azione?
     
  5. angelo41

    angelo41 Nuovo Iscritto

    Sono sempre rogne

    Comunque sviluppi la faccenda sono sempre rogne. Delle "perdite occulte" quando non c'è furto d'acqua non se ne dovrebbe tenere conto.
    Non si può avere responsabilità per una condotta che non si vede e non si può controllare.
    A me è successo una perdita nel mio terreno lungo una conduttura di 300 metri che porta alla seconda casa, da me poco abitata. La società erogatrice pretende 2.200 euro. Come faccio a controllare 300 metri di tubo sotterrato? L'unica precauzione consisterebbe nel chiudere la saracinesca quando si torna a casa.
    Nel mio caso l'interruttore dell'acqua è posto ad un'altezza di oltre 2 metri alla sommità di una scarpata inaccessibile; si trova in una cassetta insieme al misuratore. La posizione non è a norma ed ho dichiarato che non pagherò perchè la responsabilità dell'accaduto è della società erogatrice che non ha provveduto a mettere la cassetta a norma di legge per consentirmi di chiudere il flusso dell'acqua.
    La legge ora non la ricordo, ricordo però che la cassetta deve essere posta all'altezza di m 0,90 da terra.
     
  6. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Una soluzione per poter verificare se c'è una perdita d'acqua è verificare se il contatore continua a girare e segnare i consumi, se tutti i rubinetti sono chiusi. Anche una conduttura lunga 300 metri può essere benissimo controllata, anche saltuariamente, ma che si arrivi a un consumo di 2.200 €, è un pò troppo!!! Bisogna essere previdenti.
    Se il tubo è di ferro, certo che a lungo andare si arruginisce e produce perdite, basta cambiarlo con quello di rame.
    saluti
    jerry48
     
  7. ponga

    ponga Nuovo Iscritto

    Innanzitutto grazie a tutti quelli che mi hanno risposto!

    Quello che dici è assolutamente logico, l'incaglio è perlappunto nel fatto che la società precedente (le buone vecchie municipalizzate) non esiste più, nel senso che l'attuale società altro non è che la vecchia che si è cambiata il logo e si è costituita come S.p.A. nel contesto delle privatizzazioni dei primi anni 2000.

    Sono moderatamente convinta di poter dimostrare la loro responsabilità tramite foto del giunto rotto (aggiungo che il vicino ha avuto lo stesso problema in seguito allo stesso lavoro, eseguito congiuntamente). Proverò ad insistere!
     
  8. angelo41

    angelo41 Nuovo Iscritto

    Vedi jerry 48, se leggevi con attenzione il mio scritto, non faresti commenti sconclusionati.
    Ho scritto che il mio contatore è posto in cima ad una scarpata inaccessibile, per cui non posso accedervi e, di conseguenza, fare il tuo intelligente controllo.
    Praticamente non posso servirmi della saracinesca di chiusura, nè leggervi il consumo periodico, come faccio per luce e gas.
    E' talmente inaccessibile che la lettura non la fanno mai e mi mandano bollette periodiche che nessuno controlla.
    Col senno di poi ho sbagliato a denunciare la perdita; fatta la riparazione, avrei continuato come nulla fosse. Nel tempo avrei recuperato ilconsumo.
    Comunque non ho pagato e non pagherò a costo di andare in tribunale.
     
  9. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Altro commento "sconclusionato":
    per poter fare un "intelligente" controllo, si può semplicemente richiedere lo spostamento del contatore, previo sopralluogo di un tecnico della società erogatrice il servizio.
    A me sembra che sia un tuo diritto.
    salutoni
    jerry48
     
    A possessore piace questo elemento.
  10. angelo41

    angelo41 Nuovo Iscritto

    Ma và, caro membro vip a cinquestelle con araldica incorporata.
    E' un mio diritto a pagamento. Si, mi fecero il preventivo, volevano un sacco di soldi, per cui li fanculai e non ebbi più rapporti con loro.
    La pratica è di oltre 5 anni fa ed è un anno che non si sentono più.
     
  11. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Da "sconclusionato":

    tu vuoi l'uovo, la gallina e i soldi :sorrisone::sorrisone:

    saluti
    jerry48
     
    A possessore piace questo elemento.
  12. angelo41

    angelo41 Nuovo Iscritto

    Tu hai piacere a pagare, probabilmente tifi per Prodi e voti per il PD, confermando la sconclusione. Ciao
     
  13. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Questa me la rivendo, Jerry :^^:
     
    A piace questo elemento.
  14. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Percentuale :soldi:

    saluti
    jerry48
     
    A possessore piace questo elemento.
  15. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non hai messo il copyright (C) quindi è free :sorrisone:
     
    A piace questo elemento.
  16. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Mi hai fregato :rabbia:
    saluti
    jerry48
     
    A possessore piace questo elemento.
  17. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Per le perdite occulte d'acqua,(premetto che non so come fanno da altre parti se non dalle mie) per usufruire della quota corrispondente al danno si deve:

    1) Fare delle foto sui tubi che perdono al mpomento dello scavo. meglio con data e ora

    2) Fare una lettura del contatore con data e ora del rilevamento

    3) Fattura dell'intervento eseguito con descrizione dei pezzi sostituiti

    Una volta che si hanno tutti sti documenti meglio fare subito una comunicazione senza aspettare del tempo. In modo che si possa ottenere dall?ente almeno un recupero delle somme sborsate.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina