1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. prisco79

    prisco79 Membro Junior

    Salve a tutti, mi trovo oggi in questa situazione :

    il condominio dovrà pagare una bolletta molto elevata di consumi idrici riferiti ad una perdita occulta avvenuta prima del mio acquisto fino a riparazione 3 mesi dopo il mio acquisto, ma siccome non è stata fatta una lettura utile del contatore, l'amministratore ha sempre addebitato e diviso (anche all'ex proprietario nell'ultima chiusura prima di me) gli importi su letture presunte e a causa anche di questo, ggi mi trovo io un conto salato (che dovrà essere diviso in parti uguali) che però riguarda il periodo antecedente il mio rogito.

    Come mi devo comportare secondo voi?
     
  2. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Vedo che nessuno si esprime... butto lì qualche osservazione per lanciare la discussione.
    1. A logica (ma non sempre la logica coincide col diritto), se il guasto c'era già prima del tuo acquisto, dovrebbe essere chiamato a contribuire anche il proprietario precedente. Tu infatti ti dici sicuro che la perdita era antecedente e che lui ha pagato solo su acconti.
    2. Riusciresti a recuperare il venditore in modo da fargli chiedere una quota dall'amministratore??? Se no, allora chiudiamo qui e ti paghi tutto tu
    3. Ma come quantificare la divisione? Se ci fosse uno storico trimestrale del consumo di acqua del condominio, forse dai dati dell'aumentato consumo si potrebbe risalire a quando era iniziata la perdita e quindi ripartire tra te e il precedente in proporzione
    4.
    Questa tua frase non fa molto sperare sul fatto che lo storico dei consumi ci sia
    5. Se lo storico non c'è, sempre ammesso che ritroviate il proprietario, potreste fate una divisione che attribuisca a lui il periodo da quando è emersa la perdita sino alla vendita più un qualcosa per il pregresso non ancora scoperto e addebiti a te (sempre in proporzione) per i mesi tuoi. Tipo perdita scoperta 2 mesi prima della vendita, riparata dopo 3 mesi dalla vendita, attribuire al precedente un 4 mesi e a te 3
    6. Altra possibilità: nel fatto che non venivano fatte letture regolari si potrebbe ravvisare un comportamento negligente da parte dell'amministratore? Potrebbe essere un caso coperto dalla sua assicurazione personale?
    7. Non ho nemmeno preso in considerazione che il condominio potrebbe essere assicurato per perdite occulte: la cosa sarebbe già stata risolta

    Sentiremo altri contributi. Per ora ho lanciato il sasso...
     
  3. prisco79

    prisco79 Membro Junior

    Purtroppo l'ultima lettura prima della perdita risale a giugno 2011 ed era normale, io ho acquistato a settembre 2011 e non sono state fatte letture, nè tantomeno l'amministratore al mio subentro si è preoccupato di avere una lettura effettiva per poter addebitare i reali costi a quella data all'ex proprietario.

    Io ho il numero e la email dell'ex proprietario, che è anche una persona onesta e disponibile, ma mi sentirei molto in imbarazzo a chiedere dopo 1 anno e mezzo dei soldi, di un periodoa lui spettante che però è su calcolo presunto. O meglio, non avendo letture dell'epoca, si può fare un conto a spanne col tot di soldi da dividere, dal giorno successivo alla lettura reale fino al giorno della riparazione (periodo a cavallo col mio acquisto), il tot giorni fino al rogito lo paga l'ex proprietario, dal rogito alla riparazione io. Però, ripeto, perchè un ex proprietario dovrebbe dare dei soldi su calcoli presunit? Potrebbe sempre sostenere che la perdita è iniziata dal giorno del mio rogito per quanto ne sappiamo...
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    questo argomento è gia stato trattoto varie volte, cerca nei post precedenti e troverai quanto ti necessità ciao
     
  5. prisco79

    prisco79 Membro Junior

    Purtroppo l'ultima lettura prima della perdita risale a giugno 2011 ed era normale, io ho acquistato a settembre 2011 e non sono state fatte letture, nè tantomeno l'amministratore al mio subentro si è preoccupato di avere una lettura effettiva per poter addebitare i reali costi a quella data all'ex proprietario.

    Io ho il numero e la email dell'ex proprietario, che è anche una persona onesta e disponibile, ma mi sentirei molto in imbarazzo a chiedere dopo 1 anno e mezzo dei soldi, di un periodoa lui spettante che però è su calcolo presunto. O meglio, non avendo letture dell'epoca, si può fare un conto a spanne col tot di soldi da dividere, dal giorno successivo alla lettura reale fino al giorno della riparazione (periodo a cavallo col mio acquisto), il tot giorni fino al rogito lo paga l'ex proprietario, dal rogito alla riparazione io. Però, ripeto, perchè un ex proprietario dovrebbe dare dei soldi su calcoli presunit? Potrebbe sempre sostenere che la perdita è iniziata dal giorno del mio rogito per quanto ne sappiamo...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina