1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Wert

    Wert Membro Attivo

    Ho avuto in altre occasioni di apprezzare questo forum, saluto i partecipanti e pongo in evidenza un mio problema: mi è capitato in seguito a lavori di ristrutturazione interna della mia abitazione in palazzina condominiale a verificare che un pezzo di balcone, pur presente nella planimetria dell’accatastamento originario, non risultava non solo al mio piano, ma per tutti i piani del fabbricato, nella concessione edilizia rilasciata nel 1969 dal comune al costruttore. Pertanto per mettere a posto la cosa per gli eredi ho chiesto il permesso di costruire in sanatoria secondo l’art. 36 del DPR 06.06.2001, n.380.

    Il Settore trasformazioni edilizie del Comune oltre a richiedere il pagamento della sanzione ha richiesto vari documenti tra cui l’autorizzazione sismica. Ho richiesto, tramite vari tecnici e con molte spese, questa autorizzazione sismica in sanatoria presso il Genio Civile, che l’ha concessa, ma nello stesso tempo ha comunicato, per prassi mi dicono, alla Procura della Repubblica l’ omessa denuncia.

    Il Comune, ricevuto anche l’autorizzazione sismica, ha concesso il permesso di costruire in sanatoria su cosa già fatta presente alla costruzione del fabbricato.

    Ora il quesito è questo: quali sono i miei prossimi adempimenti? Devo attendere l’istruzione presso la Procura del fascicolo in relazione a tale comunicazione del Genio Civile e eventuale giudizio o, visto che ho avuto la sanatoria, fare arrivare prima tramite legale o direttamente al magistrato il parere dirigenziale del Comune in modo da archiviare la pratica?

    Saluto e ringrazio in anticipo gli esperti di tale problematica e per le risposte che potranno dare al mio quesito, che penso potrà essere utile anche ad altri.
     
  2. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    E' la prassi.
    Sarà l'ufficio competente del comune a trasmettere alla procura il permesso in sanatoria e quindi chiedere l'archiviazione.
    L'unica cosa che dovrai fare è assicurarti che lo facciano!!
     
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Ritengo che nel momento in cui il comune è venuto a conoscenza dell'abuso da te sanato, ma ancore presente nelle altre unità immobiliari, sarà obbligato a procedere nei confronti dei proprietari, comunicando il reato alla Procura della Repubblica.
     
  4. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Mi sembra di capire che non è il Comune che ha comunicato alla Procura della Repubblica il "reato", ma il genio Civile per omessa denuncia dei lavori in cemento armato applicando l'art 72 del dpr 380, direi però con molta fantasia se applicato per la sola porzione di balcone. Se il Comune ha rilasciato autorizzazione in sanatoria per la parte di balcone non dichiarata in progetto vuol dire che non è variazione essenziale e quindi non deve inoltrare alla Procura della Repubblica alcuna segnalazione.
    Con tutto l'abusivismo di interi edifici e paesi che nessuno osa toccare, si bastona il cittadino per " abusi " commessi da altri. Nel 1969 l'abitabilità veniva rilasciata previo sopralluogo dell'Uff.Sanitario e del tecnico Comunale, me lo sono chiesto spesso, perchè non si possono perseguire anche questi funzionari ?
     
    A Wert piace questo elemento.
  5. Wert

    Wert Membro Attivo

    Ringrazio i partecipanti per il loro contributo: che il Comune agisca spontaneamente nei confronti degli altri condomini sicuramente non si verificherà, anche se, una volta venuto a conoscenza di questo abuso, lo dovrebbe. Ho dovuto incaricare vari tecnici per sanare questo pezzo di balcone, come se avessi fatto una nuova costruzione di un intero fabbricato e con le stesse spese, figuratevi che il Genio Civile ha chiesto anche la relazione geologica. Questa è la burocrazia ! E a proposito di burocrazia, ora mi trovo con questa denuncia del Genio Civile alla Procura della Repubblica e ancora non so quali devono essere i miei passi successivi, se devo interessare un legale per la difesa in un eventuale giudizio o, avendo ottenuta la sanatoria, non interessarmi più di niente? Questo ancora non l’ho capito; cosa succede di solito in casi come questo?
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Hai mai sentito di collaudi fatti al ristorante?
    Infine, quando il comune è a conoscenza di un abuso edilizio deve procedere d'ufficio.
     
  7. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Avendo rimediato all'abuso con la sanatoria, la comunicazione passa alla Procura che verificati i fatti e l'avvenuta regolarizzazione, archivia.
     
  8. Wert

    Wert Membro Attivo

    Ho ritirato personalmente al Comune il parere dirigenziale relativo al permesso di costruire in sanatoria, ma questo è stato rilasciato solo a me; non c’è una comunicazione per conoscenza alla Procura della repubblica, come invece c’è stato da parte del Genio civile che ha segnalato l’omessa denuncia alla Procura della repubblica, e per conoscenza al Comune e a me; quindi l’iniziativa di comunicare l’esito alla Procura probabilmente deve partire dal sottoscritto ?
     
  9. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    I casi che ho seguito io da professionista, riguardavano ordinanze di demolizione emesse dal direttore dell'area urbanistica, edilizia, inviate per conoscenza alla Procura della Repubblica. In seguito all'adeguamento e dopo la presentazione dell'accertamento di conformità lo stesso ha inviato la segnalazione dell'avvenuta regolarizzazione che ha chiuso il caso.
     
  10. giuseppe fattori

    giuseppe fattori Membro Attivo

    Professionista
    Il Comune, una volta rilasciato il Permesso in Sanatoria, dovrebbe provvedere all'inoltro della stessa alla Procura che archivierà la pratica. Piuttosto : perchè non hai concordato con gli altri condomini il fare una unica pratica per sanare la difformità edilizia?
    Le spese che hai fatto tu , dovranno ora essere fatte anche dagli altri ma , ad esempio, la relazione geologica è la stessa per tutti , così come i calcoli strutturali .
    Penso che avreste risparmiato parecchio a fare tutto insieme. Ora tu puoi "vendere" la tua relazione geologica agli altri proprietari e rientrare di qualche spesa. Il Comune non può ignorare il fatto che solo tu hai fatto la sanatoria e , per forza di cose se non vuole incorrere nel reato di "omissione di atti d'ufficio" , dovrà sanzionare i tuoi condomini invitandoli a procedere a verifica di conformità.
     
    A Wert piace questo elemento.
  11. Wert

    Wert Membro Attivo

    Il Comune " dovrebbe" inoltrare il permesso in sanatoria alla Procura della Repubblica, ma mi hanno risposto che non sono tenuti a farlo. Gli altri condomini di fronte alla mia comunicazione che c'era una difformità rispetto alla concessione originaria hanno nicchiato o hanno fatto capire che per il momento il problema non era loro, per cui ho provveduto a fare tutto da solo. Come già detto, non credo proprio che il Comune provvederà a sanzionare gli altri condomini, d'altronde la mia è stata un'autodenuncia.
    A questo punto chiedo di nuovo: posso inviare io la sanatoria per raccomandata r.r. alla Procura della Repubblica o se ne deve occupare un legale ?
     
  12. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Non puoi utilizzare la relazione per venderla ed allegare le copie ad altre pratiche senza l'assenso del redattore. Solo il professionista può fare altre copie e timbrarle e firmarle.
    Infine, non puoi inoltrare alla procura documentazione se non è stato aperto un procedimento nei tuoi confronti. e comunque solo con l'intervento di un legale.
    Sarà comunque il comune a comunicare l'avvenuta sanatoria.
     
  13. Wert

    Wert Membro Attivo

    Il Comune, da me interpellato, ha risposto che non è obbligato a comunicare l'avvenuta sanatoria alla Procura. La Procura, avuta la segnalazione da parte del Genio Civile dell'omessa denuncia, sicuramente apre un fascicolo per un procedimento nei miei confronti. Quindi, concludendo, ritengo che se la sanatoria, rilasciata dal comune, viene inviata prima dell'istruzione del processo, la cosa si risolva con l'archiviazione, altrimenti al dibattimento, allora sì, penso, ci sarà bisogno del legale. E' così?
     
  14. giuseppe fattori

    giuseppe fattori Membro Attivo

    Professionista
    Quando dicevo "vendere" era in senso ironico (infatti era virgolettato) , ovviamente il professionista che ha fatto la relazione geologica , nel momento in cui dovrà allegare la stessa relazione anche per altre pratiche ( cambiando la sola intestazione) , vorrà un onorario di favore in virtù del fatto che gli studi a monte della relazione sono stati pagati da Wert. In questo caso , tra galantuomini, è prassi ( o dovrebbe essere prassi) , un piccolo risarcimento da parte di quei proprietari che sono stati beneficati dalla condotta di Wert.
     
  15. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Le norme prevedono che sia l'impresa a dover presentare per il deposito i disegni ed i calcoli del c.a. al genio civile. Pertanto è lei perseguibile. Comunque se non c'è un fascicolo a tuo nome non puoi inoltrare alcuna documentazione. Semmai quando il magistrato esaminerà la segnalazione che ti riguarda ti comunicherà la sua decisione solo se ti verrà comminata un'ammenda o altra pena. Solo allora potrai fare opposizione ed a quel punto ti servirà un legale di fiducia.
     
  16. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Solamente nell’ipotesi del procedimento per decreto (art. 459 c.p.p.). Quindi quando il P.M. ritiene che si debba applicare soltanto una pena pecuniaria e il G.I.P. accoglie tale richiesta.
    Al di fuori di questa ipotesi (ed escluse anche quelle del giudizio immediato e del giudizio direttissimo) l’indagato, con l'avviso ex art. 415-bis c.p.p., è in condizione di approntare una difesa tecnica e personale, prima che il P.M. eserciti l’azione penale.
     
  17. Wert

    Wert Membro Attivo

    Se ho capito bene, devo aspettare l'avviso ex art. 415-bis c.p.p. per far pervenire la comunicazione della sanatoria ottenuta e non prima?
     
  18. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    No, a quel punto dovrai fornire la documentazione al legale che assumerà la tua difesa.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina