1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    abito in un oiccolo condominio e l'amministrazione è gestita tra di noi, un condomino è il titolare del CF del condominio quindi rappresenta lo stasso ai fini legali.
    L'anno scorso abbiamo ricevuto due fatture da fornitori per prestazioni varie, abbiamo versato per tempo le ritenute d'acconto relative, il prolema è ora la gestione dell'operazione di dichiarazione fiscale:
    Ho già contattato un commercialista che farà il 770 entro Luglio, non abbiamo però spedito ai fornitori le dichiarazioni di avvenuto versamento delle RA che andava spedita entro febbraio, questa dichiarazione è una semplice lettera come normalmente si fa tra soggetti a P.IVA o vanno fatti altri adempimenti? Ho cercato di documentarmi in rete e ho trovato che andava fatta una comunicazione all'Agenzie delle Entrate ma non ho capito come, ho trovato anch eriferimento a sanzioni.
    Se qualcuno può darmi un chiarimento, grazie
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Altro che dichiarazione/semplice lettera; dal 2015 il Condominio è tenuto alla C.U.
    - entro il 28 febbraio 2016, su formato cartaceo, al dipendente e/o lavoratore autonomo
    - entro il 7 marzo 2016, su formato telematico, ad ADE
    Per la mancata comunicazione telematica ad ADE è prevista una sanzione: 100 euro per singola certificazione con limite massimo di 50.000 euro per anno e sostituto d’imposta.
    Tuttavia, nell' ipotesi di lavoratori autonomi (è il vostro caso), ADE ha stabilito che il limite del 7 marzo non debba essere considerato perentorio e che sia possibile inviare telematicamente la CU senza sanzione alcuna ma non oltre il 1° Agosto 2016.
    Quindi datevi da fare ed incaricate il commercialista non solo per il 770 anche per l'assolvimento del duplice obbligo della C.U. (ai lavoratori autonomi del Condominio e ad ADE in via telematica); o far tutto da soli (se ne foste capaci) abilitandovi presso ADE.
    Saluti.
     
  3. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    allora ho capito giusto, avavo anche cominciato a muovermi sul sito dell'ADE, visto che sei come sempre fettatissimo sull'argomento, un'altra domanda:
    il nostro caso, un condomino ha la rappresentanza del condominio cioè la richiesta della P.IVA è a nome suo, il sito dell'ADE prevede che l'abilitazione del soggetto sostituto d'mposta sia fatta da un soggetto fisico a sua volta abilitato, sarebbe possibile procedere a nome mio l'abilitazione personale e poi quella del condominio?
    La discordanza dei dati tra il mio CF e quello del condomino che tecnicamente risulta come amministratore sarebbe un problema?
     
  4. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @griz: Ti consiglierei questa breve guida della AdE sui compiti fiscali del condominio: non è recentissima ma gli adempimenti credo siano invariati: forse cambiano le attuali tariffe.
    http://www.fiscooggi.it/files/u5/guideagenzia/GUIDA_N6_07.pdf

    Gli abilitati a fiscoonline, possono compilare il quadro AC (credo si chiami così) per le spese di competenza condominiale (fino a 20 condomini), ed il Modello 770: occorre avere però un pò di dimestichezza.

    Nel vostro caso credo debba essere indicato chi funge da amministratore con gli obblighi e abilitazioni relative.
     
  5. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Presumo di si.
     
  6. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Solo l'amministratore e/o altro soggetto che riesca a collegare il proprio c.f. con quello del Condominio in sede di Anagrafe Tributaria, può ottenere le credenziali per svolgere le incombenze telematiche C.U. e 770 in nome e per conto del Condominio.
    La discordanza non le consentirebbe di procedere in alcun modo = aprirebbe la sua posizione personale non trovando alcuna connessione con quella del Condominio (perfetto sconosciuto).
    Faccia attenzione: salvo non sia del settore, CU e 770 per quanto non complicatissimi a livello condominiale, non sono proprio una passeggiata...
     
  7. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Il quadro AC è relativo solo a tutte quelle spese che non debbono indicarsi nel 770 (il numero dei condòmini a nulla rilevando).
    Quindi anche un condominio con due soli condòmini ben potrà dover presentare il 770 (spese superiori a 258,23 per ciascun percettore, esclusi i sottoservizi)
     
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    abbiamo pagato 16,80 + 10,00 € di ritenute d'acconto su 2 fatture, in compenso una rottura di scatole abbondante :)
     
  9. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E' una questione di accenti: il limite per le PF è relativo al numero di condomìni, non di condòmini.
     
  10. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Imponibile di 420 e di 250.
    A seconda che sia o meno per unico percettore:
    - 770 con unica esposizione di 420 + 250.
    - 770 con esposizione di 420 e 250 attribuiti a due diversi percettori.
     
  11. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Manca una parte della risposta che avevo dato (altrimenti incomprensibile).
    Il quadro Ac si presenta a prescindere dal numero dei condòmini; solo per importi inferiori a 258,23 per singolo percettore Ac non è dovuto; come pure per i sottoservizi.
     
  12. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ovviamente si.

    Il limite di cui parlavo non era assoluto: io ne ho parlato relativamente all'ambiente fiscoonline. Non vorrei insistere ma mi sembra di ricordare che se si hanno più di 20 condomìnj da inserire, non si possa utilizzare fiscoonline, ma obbligatoriamente entratel: è comunque un tecnicismo di secondaria importanza.
     
  13. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Per inviare il quadro AC non serve alcuna abilitazione.


    Non insista; il limite non riguarda nemmeno i Condomini, ma il numero delle comunicazioni dei soggeti cui si operò ritenuta e da indicare nel 770: max 20 comunicazioni per 770.
    Ergo uno stesso amministratore può esser abilitato per n (infinità) di Condomini.
     
  14. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Visto che ci tiene a precisare, precisi meglio: per inviare (sottinteso telematicamente) il quadro AC non serve una abilitazione supplementare: è sufficiente quella a fiscoonline.

    Se no, non trasmette telematicamente nulla: consegna la copia cartacea, ove ammesso.
     
  15. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Non devo precisar nulla, nè meglio.
    Il tema della domanda era:
    A questo ho risposto, ribadendo che per il quadro AC non serve alcuna abilitazione.
    Ad ogni modo anche senza abilitazione iniziale il quadro AC è sempre inviabile: basta recarsi presso ADE e consegnare il cartaceo, sarà l'operatore a sbrigare l'adempimento.
     
  16. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io invece ho risposto a queste domande:
     
  17. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Bene. Modifichi gli errori su postati.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina