1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. FRANCAROSA

    FRANCAROSA Nuovo Iscritto

    Salve, ho bisogno di avere urgentemente una risposta su questo argomento:
    io e mio marito abitiamo nella casa intestata ai nostri figli, noi abbiamo l'usufrutto, la banca per un debito vuole pignorare la nostra quota di usufrutto.
    Cosa succede se non potessimo pagare il debito? Veniamo sfrattati dalla casa dei nostri figli per far entrare un estraneo ?
    Un figlio abita nella stessa casa cosa deve fare?
    Grazie per le risposte che mi darete
     
  2. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Io non sono un legale e faccio ricorso solo alla mia modesta esperienza.
    Premessa:
    Oggetto della ipoteca sono i beni immobili (piena proprietà e nuda proprietà ) ed anche alcuni diritti reali inerenti questi beni, cioè usufrutto,superficie,enfiteusi oltre i beni mobili registrat. Pertanto Voi genitori che siete usufruttuari temete giustamente che il vostro diritto venga ipotecato.
    Il rischio purtroppo esiste perchè il creditore,se non risultano altri beni e non possono aggredire altro al debitore principale, certamente hanno anche interesse a rifarsi sul vostro diritto di usufrutto.
    Ritengo però che per arrivare a questo stato abbiate prestato in precedenza garanzie in favole del figlio ,magari rilasciando una fidejussione. Quindi: il figlio debitore con la banca e voi genitori garanti.
    Perche se così non fosse la banca non potrebbe rivalersi su di voi
    in quanto una cosa è la nuda proprietà del figlio, altra cosa è il vostro diritto di usufrutto. Non possono essere associati. Sono due diritti ben distinti e quindi due ipoteche distinte.
    Quindi su codesta casa,secondo me, dovrebbe già esistere una ipoteca a carico di vostro figlio (nuda proprietà) con il pericolo di vedere,da parte vostra, ipotecato anche il diritto degli usufruttuari.
    Estremizzando al massimo, il creditore potrebbe anche mettere fuori casa gli usufruttuari perchè ne potrebbero avere interesse e riaffittare il quartiere.
    Alla vostra morte l'ipoteca sul diritto di usufrutto si estinguerà come si sarebbe estinto regolarmente anche l'usufrutto.
    Secondo me ,bancariamente parlando,il peso del vostro diritto di usufruttuari rallenterà le eventuali azioni che intenderà mettere in atto la banca per rientrare del suo credito. Peggio andrà in futuro al figlio una volta che l'usufrutto non esisterà più divenendo pieno proprietario.
    Ciao
     
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Secondo me la banca può serenamente sloggiarvi per affittare l'appartamento e rifarsi del credito non estinto. potrebbe al limite anche affittarlo a vostro figlio. Proprio perchè l'usufrutto è un diritto a se stante, ha un valore di per se.
     
    A possessore piace questo elemento.
  4. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Non credo proprio che la banca creditrice possa subentrare nel diritto di usufrutto al posto dei debitori ( e quindi affittare.....)
    Quello che può fare è richiedere la vendita dei diritti di usufrutto tramite asta e con il ricavato soddisfare il suo credito.

    Vero è che la vendita all'asta dei soli diritti di usufrutto, sono poco appetibili.
     
    A possessore piace questo elemento.
  5. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    non sono un'esperta ma vorrei imparare: perchè non potrebbe farlo? o magari perchè non potrebbe utilizzare direttamente i locali? restando fermo che può vendere all'asta l'usufrutto ovviamente. In ogni caso il risultato per i nostri amici non credo cambi. devono comunque cambiare casa per lasciarla vita natural durante alla banca.
     
    A possessore piace questo elemento.
  6. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Non è detto che riuscirà a "rifarsi del credito" dipende dall'età che ha l'usufruttuario perchè chi ne ha acquista il diritto, ove vitalizio, sarà ancorata non alla vita dell'usufruttuario assegnatario ma alla vita del debitore esecutato, consolidandosi il diritto di proprietà in capo al nudo proprietario dopo il decesso del debitore esecutato.
     
    A possessore piace questo elemento.
  7. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Se invece dell'usufrutto optavate per il diritto di abitazione questo non era pignorabile.
     
    A possessore piace questo elemento.
  8. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dipende: se l'acquirente ha 18 anni, il diritto di usufrutto può essere interessante, considerando la potenziale vita residua.
     
  9. Soluzionealdebito

    Soluzionealdebito Membro Junior

    La banca può pignorare tranquillamente l'usufrutto e metterlo all'asta per cui un eventuale acquirente si sostituirebbe a voi nell'impiego dell'abitazione.Comunque esiste una via di uscita...
     
  10. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Se ce la dici ci fai un favore ;)
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  11. Soluzionealdebito

    Soluzionealdebito Membro Junior

    Esiste la possibilità di impiegare altri diritti che permettono di continuare ad utilizzare l'abitazione a prescIndere da un eventuale pignoramento. Di più non posso dirti. ;)
     
  12. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Gentile soluzionealdebito, questo è un forum per confrontarci e scambiarci esperienze su tutto quello è il mondo casa, è per questo che ti avevo sollecitato a spiegare meglio cosa intendevi dire quando hai scritto:
    Naturalmente tutte le soluzioni o proposte non possono che rispecchiare principi di liceità e legalità.
    Con questo naturalmente non sto insinuando che è quello che hai in mente, ma non capisco il motivo per cui scrivi:
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  13. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    pagare il debito...
     
  14. studiogiardina

    studiogiardina Membro Junior

    L'usufrutto è un diritto reale di godimento e in quanto tale pignorabile e di conseguenza alienabile.
    Qualsiasi modifica di tale diritto effettuata successivamente all'iscrizione del pignoramento viene ritenuta dal Giudice dell'Esecuzione come non opponibile ai terzi, quindi nulla.
    Una volta pignorato il tuo usufrutto quello che puoi fare per interrompere la procedura di esproprio è la 'conversione del pignoramento' che, tuttavia, ha un elevato costo iniziale in termini di acconto sul debito complessivo nonchè di spesa legale per la presentazione dell'istanza e la successiva rateazione del debito stesso.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina