• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

molletta68

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buongiorno,

sono proprietaria insieme al mio ex marito di un immobile che è una casa singola dove vivo con i miei figli.
Il mio ex marito ha contratto debiti tributari per svariati milioni di euro ed io mi sono trovata un'ipoteca iscritta nel suo 50% di casa per circa 2 milioni di euro. La casa ne vale circa 450.000 intera.
Come posso fare per liberarmi di lui e dell'ipoteca? Premetto che la casa non è facilmente divisibile in quanto richiederebbe notevoli lavori sia murari che di impiantistica, come potrei riscattare il valore del suo 50% senza vendere la casa? Potrei richiedere al giudice la divisione giudiziale e la successiva assegnazione in quanto non divisibile? Questo toglierebbe l'ipoteca se avvenisse pagando solamente il valore della quota di casa? Grazie a chi mi risponderà.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Forse non ti è chiaro che, se è vero che il tuo ex marito ha contratto debiti tributari per SVARIATI MILIONI DI EURO, il 50% della casa è ormai fottuto per sempre.
O pensi di pagarli tu, svariati milioni di euro?
Il creditore, lo Stato, non consentirà alla cancellazione dell'ipoteca, e quindi non consentirà alla cessione del 50% in tuo favore, finché non verrà saldato il debito.

La "divisione giudiziale" significa vendere all'asta la casa, che significa nel 99% dei casi "vendere ad un valore molto più basso del valore di mercato".
Saresti felice se la tua casa venisse battuta all'asta per 80.000 Euro, complessivamente?
Ne dubito.
L'ipoteca ti ha fottuto il 50% della casa, e il tuo problema è, semmai, come liberarti del TUO 50%, fuggendone indenne.
Non sarà facile.
Sono felice di non essere sposato, visto cosa possono combinare le dolci metà, a volte.
Amarsi sempre, sposarsi mai.
 

molletta68

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Grazie per la risposta. Nella divisione giudiziale, non posso chiederne l'assegnazione pagandola quindi? Allora meglio prepararsi i fondi per comprarla all'asta....no? Oppure investire e fare i lavori di divisione reale....
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
La divisione giudiziale significa mettere all'asta l'immobile, solo che le statistiche dicono che economicamente è un bagno di sangue, perché nella stragrande maggioranza dei casi si vende ad un valore d'asta molto minore del valore di mercato.

In caso di vendita all'asta, è ovvio che esistendo GIA' un creditore PRIVILEGIATO, si papperà tutto lui, e a te non resteranno neanche le briciole.

Puoi restare a vivere nella tua mezza casa, finché il creditore privilegiato non s'inventa qualcosa.
 

molletta68

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Il creditore privilegiato sarebbe Equitalia, Equitalia si mette a comprare la casa partecipando all'asta?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Non hai spiegato alcune cose di cui la prima fondamentale::
1- disponi di almeno 300mila Euro per acquistare tutta la proprietà?
2- siete divorziati o solo separati?
3- eravate in comunione dei beni?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Non hai spiegato una cosa fondamentale: disponi di almeno 300mila Euro per acquistare tutta la proprietà?
Nel momento in cui verrà messa all'asta la comproprietà potrà partecipare ed ovviamente dovrà sborsare il 50% del valori concordato oltre le spese. E se non erro la comproprietà dovrebbe avere il diritto di prelazione.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Nel momento in cui verrà messa all'asta la comproprietà potrà partecipare ed ovviamente dovrà sborsare il 50% del valori concordato oltre le spese. E se non erro la comproprietà dovrebbe avere il diritto di prelazione.
La mia domanda era per capire se @molletta68 disponga della somma necessaria per l'acquisizione.

Sono 3 le vie percorribili:
- procedere con il Giudizio di Purgazione
- attendere l'eventuale asta giudiziaria di cui non mi risulta diritto di prelazione ... ma un bene in comproprietà è poco appetibile
- trovare un accordo stragiudiziale con Equitalia.
 

molletta68

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Grazie per le risposte, avrei il capitale per la sua metà , siamo divorziati in separazione dei beni e non abbiamo buoni rapporti. Qual è il modo migliore o sicuro per avere l'altra metà? Cinsiderate che per me è una liberazione, perché non ha mai voluto né venderla né comprarla da me e io non voglio più niente a mezzo con lui. Patteggiare con equitalia, si può senza coinvolgere lui? Attualmente c'è solo ipoteca, non è partito altro. Grazie a tutti.
 

molletta68

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Grazie Dimaraz, sai come si procede? Si va nella sede territoriale? In questo caso serve accordo con il mio ex (che non mi darebbe mai)?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Il tuo ex vale meno di un granello di sabbia ormai.

Se non "mastichi" la materia meglio che ti affidi ad un commercialista di tua fiducia (senti in via preventiva cosa pretende per il servizio).
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

angelamura ha scritto sul profilo di elisabetta giachini.
sono proprietaria al 50% di un appartamento di una casa bifamiliare. L'altro 50% e di proprietà del mio ex marito,L'altro appartamento che si trova al piano di sotto e' di proprieta' al 50% sempre del mio ex marito e 50% di mia figlia. Ora ci sono delle spese da sostenere per il tetto della casa. Per quanto io devo partecipare ? grazie
Alto