1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. philjay

    philjay Nuovo Iscritto

    salve, ho ricevuto il precetto per un debito auto di alcuni anni fa. Sembra che sia stata iscritta una ipoteca su un quarto di immobile che ho ricevuto per successione nel lontano 1994, ora visto che sono sposato con comunione dei beni il quarto dovrebbe dimezzarsi..giusto ? Che tempi si hanno per una eventuale azione forzata ?...Ho appena saputo che l'avvocato ha portato la documenrazione all'ufficiale giudiziario...grazie
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Quello che hai ricevuto in eredita' e' tuo e di nessun altro.
    comunque potresti vendere la tua quota agli altri comproprietari e liberare così il bene dalla iscrizione,che allo stato attuale rende la proprietà praticamente invendibile.
    dopo di che paghi il debito
    ciao
     
  3. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Caro amico,
    il fatto che tu sia sposato ed in comunione legale dei beni non ha niente a vedere con il bene che hai ereditato. Infatti i beni che provengono da successione sono beni personali (anche se esiste la comunione). A loro volta questi beni possono essere venduti e ricomprare altro bene personale.
    Inoltre non riesco a capire cosa vuol dire "sembra che sia stata iscritta una ipoteca su un quarto di immobile ..."
    la cosa è abbastanza grave, per prima cosa si fa subito una visura ipotecaria ,e vedere cosa è successo
    Per il resto non so cosa dire perchè come stanno di preciso le cose sembra che non lo sappia neppure te.
    ciao
     
  4. philjay

    philjay Nuovo Iscritto

    ho detto sembra xche ho saputo questo dall'avvocato della società che ha intrapreso le vie legali. Farò sicuramente una visura, ma nel caso fosse stata iscritta visto che ho già ricevuto cn il precetto l'ultimatum ??? saluti
     
  5. Jakal

    Jakal Nuovo Iscritto

    L'iscrizione dell'ipoteca giudiziale è il primo passo che il creditore, ottenuto un titolo definitivo, compie per tutelare il proprio credito. Se il creditore si vuole poi soddisfare sul ricavato della vendita dell'immobile, all'iscrizione ipotecaria seguirà la richiesta di pignoramento immobiliare che si presenta all'ufficiale giudiziario. Ecco il senso di quanto ti ha riferito l'avvocato del creditore. Notificato e poi trascritto il pignoramento immobiliare la procedura esecutiva segue il suo corso con l'istanza di vendita, la nomina del CTU per la stima dell'immobile e la vendita all'asta dello stesso. Nel tuo caso, trattandosi di immobile in proprietà indivisa tra più soggetti la procedura esecutiva verrà interrotta e il creditore dovrà instaurare un procedimento incidentale di divisione immobiliare in cui il nuovo CTU nominato dovrà stabilire se l'immobile sia facilmente divisibile: in caso affermativo redigerà dei progetti divisionali attribuendo ad ogni comproprietario una quota stabilita di immobile, in caso negativo quantificherà il valore delle singole quote affinché all'esito della vendita all'asta il creditore procedente si possa soddisfare solo sulla quota del debitore. I comproprietari verranno liquidati in denaro.
    Salti Jakal
     
  6. sosa

    sosa Membro Attivo

    un chiarimento io sono conproprietario di un appretamento 1/4 a testa ci cui il 50% già nostro quando mori nostro zio e restante 50% donato da sua moglie ancoa in vita e con diritto di usufrutto fino alla morte
    nel caso io o gli altri aventi la nuda proprietà fossimo pignorati per ns debiti potrebbero
    pignorare l'appartamento?? mi sembra assurdo
     
  7. Jakal

    Jakal Nuovo Iscritto

    No, non è assurdo, l'immobile verrebbe pignorato e anche il diritto dell'usufruttuario non potrebbe essere tutelato in quanto, anche detto diritto, ha un controvalore che si può monetizzare e pertanto in caso di vendita all'asta verrebbe liquidato in denaro.
    Ciao Jakal
     
  8. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Mi puoi cortesemente confermare quanto detto ? Personalmente lo trovo iniquo ed assimilabile ad un esproprio.
    Grazie :daccordo:
     
  9. sosa

    sosa Membro Attivo

    si è buttano fuori casa mia zia di 90 anni...ma per piacere
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina