1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. alberto nanni

    alberto nanni Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buon giorno, sono proprietario di una casetta a due piani che ho dato in affitto con regolare contratto.Avrei intenzione di effettuare la pitturaziione della facciata e siccome sono abbastanza esperto nell'esecuzione di lavori di manutenzione e oltretutto dispongo anche di un ponteggio adeguato vorrei chiedere :
    1) se e' possibile fare i lavori per conto mio
    2) se ci sono permessi da richiedere in comune

    Grazie della vs attenzione
    alberto
     
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se il colore è uguale al precedente, è necessaria una semplice comunicazione di esecuzione lavori, non serve autorizzazione.
    Se il colore è diverso occorre ottenere l'autorizzazione come manutenzione straordinaria(che di solito si richiede tramite un professionista). In questo caso si deve indicare la ditta esecutrice con tanto di iscrizione CCIAA e Durc regolare.....dubito lo possa fare da te, a meno che tu non sia titolare di una ditta iscritta nel settore edile. Saluti.
     
    A alberto nanni piace questo elemento.
  3. alberto nanni

    alberto nanni Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    [DOUBLEPOST=1390822786,1390822680][/DOUBLEPOST]ciao e grazie per la tempestivita' della risposta.
    Per intenderci , ma anche nel caso volessi rifare la facciata dello stesso colore e' necessaria la ditta o posso intervenire da me?
    grazie ancora
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Di preciso non lo so, bisognerebbe interpellare l'esperto...
    Daniele78 dove sei?????
     
  5. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    in alcuni comuni c'è la possibilità prendendosi comunque tutte le responsabilità del caso...

    1) DIA o SCIA per inizio e fine lavori (prova a vedere cosa ti chiede il Comune perchè non tutti lo permettono come intervento con semplice comunicazione)
    2) Pi.mus del ponteggio (piano montaggio uso e smontaggio dello stesso) proprio perchè lavori in altezza...
    Sinceramente la vedo molto dura fare tutto da solo senza farti aiutare da una persona che ha fatto il corso ed è esperta per montare il ponteggio, anche perchè tu se non hai i requisiti ossia oltre all'esperienza, anche il corso da montatore, il ponteggio non potresti neanche sfiorarlo.
    Naturalmente puoi decidere ugualmente di testa tua, prendendoti dei rischi non da poco.
     
  6. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    sempre preciso il Daniele: il privato non può eseguire i lavori in quanto non può dimostrare di avere i requisiti necessari per lavorare in sicurezza, in particolare il ponteggio è un dispositivo pericoloso che richiede delle nozioni tecniche adeguate

    a volte capita che i comuni accettino che i lavori siano eseguiti direttamente dal proprietario ma normalmente i lavori devono essere palesemente poco pericolosi (opere interne) e c'è il tecnico che si assume esplicitamente la responsabilità, per opere di rfacimento della facciata non credo sia possibile

    poi posaiamo anche definire che un privato, con un minimo di cognizione operativa, può montare un ponteggio non particolarmente complesso in modo sicuro e possa reaqlizzare il lavoro in proprio ma le norme non possono prevedere questo caso
     
  7. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Anche perchè se esce la polizia municipale e contesta qualcosa può richiedere il supporto dello Spresal, oppure succede che il classico rompi cog....i di turno (disturbato dalla presenza del ponteggio chiami lui stesso i controlli) e se non sei a posto sono dolori pesanti.
    L'edilizia come ben conosci anche tu è complicata e lavorare "superficialmente" ti espone a dei rischi assurdi che non vale correre per una facciata.
     
  8. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    In Italia non siamo come negli Usa, dove i proprietari sono invitati dagli stessi impresari addetti alla ristrutturazione a partecipare (anche con parenti o amici) alla demolizione e poi esecuzione dei lavori per rimettere in sesto la casa....ma avranno poi bisogno di tutte le abilitazioni comunali (DIa, Scia, oneri da pagare), corsi specifici ecc. ecc.. che sono necessari qua in Italia solo per poter entrare in cantiere?????
     
  9. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    il propblema è la sicurezza: il cantiere edile è un luogo pericoloso e per non farsi male si deve conoscere il modo di comportarsi, le norme sulla sicurezza sono precise e prevengono gli incidenti, non so come funziona negli USA ma non credo che si possano chiamare gli amici per costruire l'Empire State Building, potrebbe essere che esista una distinzione tra opera e opera ma è difficle discriminare quale costruzione sia così innocente da poter permettere che chiunque vi si dedichi in sicurezza
    Quando io ho iniziato a lavorare nei cantieri la sicurezza era gestita col buon senso, c'erano già le norme (in Italia le norme sulla sicurezza risalgono agli anni 50) ma non venivano applicate pedissequamente, c'era il capomastro che dava le istruzioni su come lavorare in sicurezza e chi entrava in cantiere veniva edotto lavorando sul comportamento da tenere, capitava di farsi male ma se si operava con criterio gli infortuni non erano poi così frequenti, poi sono intervenute le figure deputate a fer rispettare ed applicare le norme e il tutto si è evoluto nel senso della formazione ed informazione preventiva che responsabilizza qualunque soggetto.
    Ci si indigna quando qualcuno muore in cantiere e poi si dice che le norme sono troppo restrittive
     
  10. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    @essezeta67 noi abbiamo una cultura molto diversa dagli USA, ed utilizziamo il cemento sempre, negli USA lo utilizzano prevalentemente nelle metropoli (Chicago, New york, Los Angeles, Detroit, San Francisco ecc.) ed anche negli USA quando operi sul cemento armato struttura è molto simile a noi ponteggi ecc....(guardo molto il programma mega costruzioni su Sky e raccontano la loro realtà).
    Quando operano su strutture in legno raramente demoliscono la struttura portante (se non hanno dietro un impresa) ed anche quando demoliscono gli impianti si fanno sempre seguire dalle imprese. Questo lo sò perchè seguo quasi tutti i programmi (sempre su sky in particolare su Discovery e National Geographic) sull'acquisto e ristrutturazione degli immobili per cui mi sto facendo una cultura. In realtà tali programmi li fanno anche sul digitale terrestre (Real time canale 31) e (DMAX canale 52). Sono molto molto interessanti.
     
  11. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    per i lavori di manutenzioni importanti non è più permesso il fai da te, si deve indicare nella domanda C.I.L.E. una ditta che si prende tutte le responsabilità del caso
     
  12. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    @griz tutto vero quello che dici, infatti al Corso da coordinatore te le insegnano tutte prima di arrivare all'81/08, penso che come leggi non abbiamo da invidiare nulla a nessuno anzi...il problema è sempre stato il controllo sul rispetto delle medesime.
    Quando sono avvenuti i tragici avvenimenti della Thyssen a Torino (che sull'onda emozionale hanno portato all' 81/08) in realtà la stessa non era a norma neanche in base alla vecchia 626/94, però in Italia, quando succedono incidenti gravi vanno a fare leggi nuove non a controllare il rispetto delle norme esistenti (forse anche per dare il contentino al pubblico sconvolto) ma il saper fare ed il conoscere ciò che dice l'esistente prima di produrre un nuovo "papiro" sembra una pratica sconosciuta ai nostri legislatori ed ai giudici.
    Questa è incompetenza mista a malafede mista a totale ignoranza delle istituzioni. Siccome le istituzioni sono formate da persone, e queste vengono elette bene o male dagli italiani, sono lo specchio della nostra cultura.
    Siamo pressapochisti, spesso crediamo di essere tuttologi comunque, ed il lavoro altrui lo disprezziamo e lo sottovalutiamo sempre.
    Legato a questo aspetti possiamo ricondurre tutti i problemi che hanno scatenato in Italia una crisi peggiore che in molti altri stati e che durerà fino a quando tutti insieme non faremo un bel bagno d'umiltà.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina