1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. alexandra Chirila

    alexandra Chirila Nuovo Iscritto

    Ho un problemone!!!Sto cercando di comprare casa,ma si e verificato un'imprevisto,l'agente immobiliare mi viene a dire che la planimetria della casa non e uguale allo stato atttuale della casa!!Praticamente:al piano terra,e stata allargata l'entrata nel soggiorno;al primo piano e stato demolito un piccolo bagno all'esterno,sono state buttati giu due pareti sottili e chiuso un corridoio per fare un'unica stanza e farci il nuovo bagno,e stato riaperto un corridoio dall'altro lato di dove erano i muri buttati giu!Dal punto di vista abitativo ho chiesto ad un amica architetto che mi ha detto che le modifiche fatte non incidono sulla stabilità della casa,e che non c'è nessun abuso!Mi ha anche detto cheva fatta la sanatoria!Ora,sperando che il geometra assunto dai proprietari si sbrighi a fare la domanda di sanatoria;quanto ci puo volere affinche sia approvata?Io abito nel comune di Pistoia,qualcuno sa se questo comune e rapido oppure dorme:domanda:
     
  2. gcava

    gcava Membro Attivo

    Professionista
    Purtroppo va da comune a comune, sia come tempistica che come procedura. Per esempio mi è capitato di richiedere una DIA in sanatoria e di aspettare fino a 30 giorni (termine in cui se il comune non si esprime è la DIA è data per accettata), ma mi è capitato anche di dover presentare richiesta di permesso di costruire in sanatoria per delle semplici opere interne e lì i tempi si allungano (90-120 gg). Secondo me per evitare dubbi dovresti sentire l'ufficio tecnico di Pistoia e richiedere:
    1) che tipo di titolo richiedono per modifiche interne (DIA o Permesso);
    2) di conseguenza quanto tempo occorre per ritenere la pratica accettata.
     
    A Marco Costa piace questo elemento.
  3. paty

    paty Nuovo Iscritto

    Ciao Alexandra..ma tu hai già fatto il compromesso per l'acquisto di questa casa? Considera che il venditore è tenuto a venderti l'immobile in conformità alla nuova normativa..cioè è un SUO obbligo. L'importante è che tu faccia mettere per iscritto che gli oneri se li assume lui..quindi il tutto deve avvenire prima del rogito.
     
    A salvo cervino piace questo elemento.
  4. w2fdr

    w2fdr Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il comune per la sanatoria puo chiedere le conformita degli impianti,
    se questi documenti non sono presenti tocca al proprietario sistemare tutto.
    Spero tu abbia fatto gia il compromesso ;)
     
  5. geomarchini

    geomarchini Nuovo Iscritto

    TRANQUILLO SUCCEDE 4 VOLTE SU 10 SPETTA AI PROP. SISTEMARE!!! PENA LA RESTITUZIONE DEL DOPPIO DELLA CAPARRA. comunque è risolvibile velocemente se nella tua zona non sono presenti vincoli paesaggistici se no devi apettare un pochino. saluti.
     
    A simobatt e salvo cervino piace questo messaggio.
  6. salvo cervino

    salvo cervino Nuovo Iscritto

    E' comunque il proprietario che deve darti in regola l'immobile non c'é ombra di dubbio alcuno. Comunque con una DIA a 30 gg dalla presentazione sei fuori poi ci sono le c ertificazione da rifare ................. e se hai bisogno altro chiama. Geomarchini ha ragione!
     
  7. alexandra Chirila

    alexandra Chirila Nuovo Iscritto

    Grazie per le vostre risposte!Almeno ora so quali sono i tempi di una sanatoria!:)Se tutto andrà bene,entreremo nella casa in autunno,e visto che la casa ha il camino,ed anche una stufa a legna per cucinare,ma sempre vicino al camino;mi domando.....che tipo di riscaldamento mi conviene mettere,calcolando che tutti i muri sono in pietra con uno spessore di circa 50cm.?Io preferirei una stufa a pellet con tubi che rilasciano aria calda nelle stanze,ma mia madre pensa che con i termoconvettori si risparmia di piu!Voi cosa fareste in una casa cosi?:domanda:
     
  8. gcava

    gcava Membro Attivo

    Professionista
    Bisognerebbe capire un po' quant'è grande la casa. Certo che se le pareti sono solo in pietra....riscaldare è in ogni caso un bel problemone! Poi dipende dal tipo di termoconvettore cioè se elettrico, a gas o ad acqua...in più il calore non è uniforme. Certo se mettessi i termoconvettori elettrici in abbinamento ad un impianto fotovoltaico allora ti direi di sì, altrimenti preferirei la stufa a pellet...ma penso anche che se non cappotti bene le pareti qualsiasi soluzione non ti darà un confort ottimale, ma ti darà molte dispersioni.
     
  9. geomarchini

    geomarchini Nuovo Iscritto

    ...mmm...stufa a pellet con sistema di ventilazione in ogni locale. però meglio sapere più cose sulla casa!!! mi sa che la discussione sarà da spostare
    ;)
     
    A salvo cervino piace questo elemento.
  10. salvo cervino

    salvo cervino Nuovo Iscritto

    E impossibile così sic et simpliciter stabilire il tipo di riscaldamento senza considerare prima quante calorie hai bisogno e che verifica di dispersione ci sia, dispersione che a seconda dove si sviluppa (ponte termico) da simulazione computerizzata può essere limitata se non annullata. Detto ciò, calorie calcolate e distribuzione, poi vedrai la tipologia di impianto è più economico a parità di efficienza. Sicuramente un convettore elettrico NO, ma dalla caldaia a gas metano sino alla stufa a pellet può andare.
     
    A Mirellaco piace questo elemento.
  11. monolis

    monolis Membro Junior

    Guarda che si tratta solo di difformità dovute ad opere interne (spostamento tramezzi, ecc.) l'attuale proprietario può presentare una cosiddetta CIL in sanatoria, cioè una mancata comunicazione d'inizio lavori per opere interne, con sanzione di € 258, presentando i grafici ante e post operam e la relazione asseverata redatti da un tecnico abilitato. Dopo di che, presentata la variazione catastale, dichiara la fine lavori e certifica il collaudo. Il tutto senza tempi di attesa, se non quelli tecnici e burocratici.
     
    A salvo cervino piace questo elemento.
  12. salvo cervino

    salvo cervino Nuovo Iscritto

    Si Ok! l'importante e metterla in regola e comunque spetta al proprietario venditore.
     
  13. alexandra Chirila

    alexandra Chirila Nuovo Iscritto

    Grazie "manolis"e interessante questa CIL!Proprio oggi mi ha telefonato l'agente immobiliare,e mi ha detto che in comune non hanno nessun documento riguardante la casa,tranne che una planimetria del 1972!Ora io mi chiedo ,si puo fare che vado in comune a dire che l planimetria era sbagliata e ripresentare la planimetria di ora?Voi cosa mi consigliate di fare?1)UNA CIL? 2)UNA DIA IN SANATORIA O 3)UNA SANATORIA (che sicuramente avra tempi lunghi visto che al comune di Pistoia ci lavorano gli zombie invece che gl'impiegati):rabbia:
     
  14. geomarchini

    geomarchini Nuovo Iscritto

    tu non devi fare nulla, il notaio non può fare l'atto se non c'è corrispondenza tra planimetria catastale e stato di fatto.
    sarà premura del venditore sistemare il tutto per poi vendere
    la sanatoria va fatta per gli abusi ;)
     
  15. monolis

    monolis Membro Junior

    Se, come dici, in comune hanno la planimetria del 1972, sarà quella della concessione edilizia di prima edificazione.
    Tutto quello che è stato fatto dopo, se difforme, va sanato.
    Ripeto, se si tratta solo di opere interne la cosa è rapida.
    Comunque l'onere di tutta l'operazione spetta al venditore, altrimenti l'immobile non è commerciabile.
     
  16. salvo cervino

    salvo cervino Nuovo Iscritto

    Super d'accordo con manolis e geomarchini, nulla da aggiungre siete stati enciclopedici.
    Sakvo
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina