1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ENRICA67

    ENRICA67 Nuovo Iscritto

    non sò se qualcuno può aiutarmi , avrei una domanda, se uno straniero acquista in italia un immobile, quindi come seconda casa e lo vuole rivendere prima dei 5 anni , paga la plusvalenza ? anche se straniero ?
    grazie mille
    Enrica 67
     
  2. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x enrica67 se ha comperato lìimmobile come seconda casa non deve pagare niente, :shock: ciao adimecasa
     
    A ENRICA67 piace questo elemento.
  3. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    A norma dell’art. 23, comma 1, lett. f), del d.p.r. 22 dicembre 1986, n. 917, ai fini dell’applicazione delle imposte dirette ai non residenti, si considerano prodotti nel territorio dello Stato, tra l’altro, i redditi diversi derivanti da attività svolte nel territorio dello Stato e da beni che si trovano nel territorio stesso.

    Pertanto, ai fini delle plusvalenze disciplinate dall’art. 67 Tuir:

    - in linea generale, la plusvalenza è soggetta a tassazione, in quanto reddito derivante da bene immobile situato in Italia;

    - se però si tratta di immobile con destinazione abitativa, adibito, per la maggior parte del periodo di possesso, ad abitazione principale di un familiare del soggetto alienante, anche se la rivendita ha luogo prima del quinquennio dall’acquisto la plusvalenza non è soggetta a tassazione.

    Occorre, comunque, analizzare di volta in volta l’eventuale convenzione bilaterale contro le doppie imposizioni stipulata tra l’Italia e lo Stato di residenza del soggetto alienante. L’art. 13, comma 1, del modello OCSE di Convenzione contro le doppie
    imposizioni, adottato per la maggior parte delle convenzioni in vigore per l’Italia, prevede l’imponibilità delle plusvalenze da cessione onerosa di immobili nello Stato in cui questi sono situati (comprendendo in tale disciplina, come precisa il relativo commentario, anche la proprietà immobiliare facente parte di un’ impresa o adibita all’esercizio di un’attività professionale).
    Domande ricorrenti - Studio notarile notaio Angelo Busani Milano
    :daccordo:
     
    A ENRICA67 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina