1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. rosina

    rosina Nuovo Iscritto

    ho acquistato terreno con progetto e costruito la casa (prima casa) accatastandola nel gennaio 1998 in parte come abitazione e parte come abit agricola. Successivamente sistemata la parte agricola in abitativa (2001) poi con la legge dei sottotetti fatto un abbaino e in ultimo nel 2006 fatto piccoli ampliamenti. Per l'ultima modifica non era stata fatta la variazione di rendita catastale. Ora è in corso dal geometra la sitemazione con relativo pagamento di sanzioni sfruttando il piano casa ecc. Ciò comporterà la variazione della rendita catastale. Ora la casa la vogliamo vendere (è per questo che vogliamo sistemaRE tutto) La domAnda è: come proprietario devo pagare nel caso di vendita la plusvalenza considerando la variazione di rendita catastale? Grazie mille!!!
     
  2. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    il valore sarà in funzione della nuova rendita catastale
     
  3. rosina

    rosina Nuovo Iscritto

    se capisco bene quindi non ci sono plusvalenze ma le spese notarili sono solo quelle a carico dell'acquirente sulla nuova rendita catastale. il venditore non dovrebbe pagare nulla pur avendo modificato la rendita catastale. grazie
     
  4. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    paga chi compera, non ci sono plusvalenze da pagare da parte del venditore avendo modificato la rendita catastale. O... hai promesso la vendita secondo la vecchia rendita e ora l'acquirente ti chiede di rinunciare ad una parte di quanto ti dovrebbe???????
     
  5. rosina

    rosina Nuovo Iscritto

    nooo la casa non è ancora venduta ma un amico mi aveva messo una pulce nell'orecchio che avendo variato la rendita catastale il venditore entro i cinque dalla vendita il venditore potenziale doveva pagare la plusvalenza tra il prezzo di vendita e la nuova rendita catastale.
     
  6. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    non capisco il ragionamento. Quando vendi chi compera non può dichiarare meno della rendita catastale rivalutata,punto e basta. Se si dichiara meno,o lo scostamento tra il dichiarato in funzione della rendita catastale e il reale valore dell'immobile è noteole il fisco sicuramente fa accertamenti ed allora si può piangere. Sarà comunque il notaio a dare consigli,non il notaio dell'acquirente.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina