1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    La stipula di una polizza globale fabbricati rientra nella normale routine da parte degli amministratori.
    Essa rappresenta una vera e propria peculiarità nell'ambito condominiale in quanto garantisce il patrimonio dei condòmini che possano esser chiamati a rispondere di danni causati dalla mancata custodia delle parti comuni dell'edificio o di quelle private (intonaci dei balconi che si staccano etc.).
    La dizione "globale" abbraccia appunto questi due profili.
    Ho sempre ritenuto che un contratto del genere sia assolutamente indispensabile e,mi si consenta,obbligatorio.Lo riterrei inquadrabile nelle "Attribuzioni dell'amministratore" ex art.1130/4 per cui "l'amministratore deve compiere gli atti conservativi dei diritti inerenti alle parti comuni dell'edificio."
    Ma così non è.
    Con sentenza 15872/2010 la Suprema Corte ha riconfermato che la stipula dell'assicurazione dell'edificio non rientra tra questi atti.
    Serve,pertanto,la delibera dell'assemblea.
    La Cssazione lascia comunque uno spiraglio (meno male) a favore dell'assicuratore con cui l'amministratore abbia stipulato un contratto,consentendo la ratifica da parte dell'assemblea che approva il rendiconto.Insomma una ratifica tacita.
    Gatta
     
  2. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    A mio parere il problema vero è insito nel contenuto della polizza cd. globale fabbricati che spesso si rivela carente quando si verifica il sinistro.
    L'assemblea dovrebbe scegliere dopo aver verificato le condizioni e le coperture e l'amministratore dovrebbe procedere alla stipula della polizza previa delibera dell'assemblea che abbia esaminato almeno due o tre prodotti. Ma spesso ciò che prevale è il costo inferiore senza curarsi di quanto si acquista.
    In un paio di casi gli amministratori hanno seguito il mio consiglio e con una delibera dell'assemblea hanno disdetto polizze di assicurazione economiche ma poco "consigliabili" stipulando nuove coperture a prezzi superiori ma certamente preferibili.
    Avv. Luigi De Valeri:daccordo:
     
  3. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
  4. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    La consulenza finalizzata alla scelta della polizza condominiale è prettamente giuridica e vuol dire esame delle condizioni di polizza sia generali e ancor di più particolari del prodotto assicurativo, esclusioni ecc. quindi con tutto il rispetto per l'AIBA occorre ben altra preparazione.
    Avv. Luigi De Valeri
     
  5. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    A volte non presente tra quelle di un legale...:daccordo:
     
  6. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    Concordo con devaleri.
    La polizza globale fabbricati presenta delle condizioni contrattuali piuttosto complesse.
    Soltanto uno specialista della materia potrebbe,dico potrebbe, interpretarle....Intendo sotto il profilo giuridico.
    Gatta
     
  7. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Non so in quali legali ha avuto la sfortuna di imbattersi il moderatore vista la precisazione poco piacevole, ma certo è come dire di un fornaio che non è preparato in materia di tempi di cottura ... oppure affermare di un agente di assicurazioni o broker che non è preparato in tema di polizza sanitaria e dichiarazioni della parte contraente !!!
    Avv. Luigi De Valeri
     
  8. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Posso concordare ma il broker fornisce il prodotto e conosce o dovrebbe conoscere approfonditamente la polizza fornita e meglio tutelante :daccordo:
     
  9. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    No,caro Supporter.
    Dovrebbe essere cosi`,ma in realta` i prodotti vengono venduti,ma le condizioni contrattuali vengono interpretate dagli Uffici Legali delle Compagnie e purtroppo - posso affermarlo con cognizione di causa -una preparazione di fondo manca.
    Dici giustamente *dovrebbe* conoscere.
    Agenti e broker vengono da noi a chiedere lumi e,salvo rare eccezioni,la situazione e` cosi`.
    Te lo dice uno che ha militato per tanti lustri presso Compagnie primarie e,quindi,non puoi smentirmi! E parlo di broker ed Agenti di ottimo livello.
    Un abbraccio..
    Gatta
     
  10. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Quindi il consiglio per essere adeguatamente tutelati é di rivolgersi prima al legale e poi al broker o viceversa ? :daccordo:
     
  11. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    No,forse sono stato frainteso.
    Intendo dire che per un contratto complesso occorre uno specialista della materia che potrebbe anche essere un Agente qualificato.Ma in ogni caso laddove ci siano delle difficolta` interpretative,sarebbe opportuno rivolgersi ad un Funzionario =Procuratore del Ramo *infortuni,vita,malattie,rcd....* per le delucidazioni del caso.
    Tanto per prevenire le inevitabili,accese discussioni post sinistro in sede di liquidazione.
    D`accordo?
    PS.Tieni presente che la stessa ANIA dirama alle Direzioni degli Uffici Sinistri/Legali circolari interpretative alla luce delle discussioni in Commissione Legale.
    Gatta
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina