1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. giorgio duri

    giorgio duri Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho acquistato una pompa di calore (Pdc) idro cioè produce acqua calda sanitaria e per riscaldamento.
    Al momento dell'acquisto , avvenuto a casa mia, il venditore ha promesso a voce ( poi seguita da proposta scritta per email) che avrei potuto avere agevolazioni fiscali del 65% e tariffa agevolata ENEL (D1) anche se la Pdc serviva solo una porzione della casa(cioè SOLO un piano sui tre che compongono l'abitazione in toto).
    Ho accettato l'acquisto con qualche perplessità perché amici mi dicevano che la suddetta macchina, pur essendo valida in assoluto, NON si confaceva al mio vecchio impianto composto da radiatori in ghisa.
    Il venditore però mi ha convinto perché asseriva categoricamente che non avrei avuto problemi.

    Ora , al sopraggiungere dei primi freddi mi accorgo che purtroppo avevano ragione gli amici perché per ottenere un tepore ragionevole (19 - 20°) devo lasciare in funzione la Pdc per almeno 10/12 ore al giorno con consumi elettrici mostruosi. Altro che risparmio energetico!!!

    In più il commercialista mi dice che NON è assolutamente possibile usufruire dei benefici fiscali del 65% in quanto questi sono riservati esclusivamente a spese fatte per migliorie energetiche di tutto lo stabile.
    Da ultimo anche la tariffa ENEL agevolata (d1) non sarà applicabile perché esistono alte fonti di riscaldamento come il venditore ben sapeva.

    Una perizia da me richiesta a tecnico abilitato attesta che in effetti la macchina, pur essendo di adeguata potenza NON E' ADEGUATA A RADIATORI IN GHISA preesistenti.

    Non avendo ancora pagato il venditore vorrei fare opposizione.
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Opposizione a cosa?

    Hai acquistato fidandoti, come un ingenuo, delle parole di un imbonitore...che fa il suo mestiere.
    Facile supporre che delle eventuali "favole" raccontate non ci sia traccia sul contratto.

    Non sono i radiatori in ghisa il problema ma l'antieconomicita del riscaldamento con energia elettrica.

    Mi lascia perplesso anche la risposta del commercialista.

    Hai fatto un acquisto incauto senza prima consultare esperti...e quando poi li consulti ...peschi degli impreparati.
     
  3. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    non sono esperto ma sicuramente ti hanno consigliato male, la pompa di calore produce acqua calda a bassa temperatura, difficilmente potrai riscaldare la casa per la quale i termosifoni sono calcolati per acqua a temperatura mediamente doppia, dovresti avere un deciso sovradimansionamento degli apparecchi oppure isolare talmente tanto da non avere le perdite di temparatura calcolate.
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Evidenziato non vero in termini assoluti.
     
  5. giorgio duri

    giorgio duri Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La Pdc da me acquistata produce acqua a 53-54° C.
    Certo hai ragione Dimaraz... per gli stupidi non c'è medicina!!!
    Speravo solo che qualcuno mi avesse suggerito una scappatoia ...in fondo sono stato imbrogliato ma certo il m0ondo in cui viviamo questo è.
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Purtroppo non ho scappatoie da suggerirti (di fatto non esistono)...ma condivido il pensiero finale.
    In realtà esiste una Legge che vieta la pubblicità ingannevole...ma nel tuo caso è impensabile dimostrare che il venditore ti abbia raccontato favole.

    Purtroppo esistono "maglie troppo larghe" sulla disposizione di Legge.
    Potrei citarti esempi a iosa di prodotti con dati non veritieri...ma impensabile mettersi contro certi sistemi.
     
    Ultima modifica: 3 Dicembre 2015
  7. fiorello64

    fiorello64 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno,
    benché non sono un tecnico dico anch'io la mia, per il valore che può avere.
    Premesso che anch'io due anni fa ho installato un impianto solare termico per l'acqua sanitaria e un impianto fotovoltaico, in quell'occasione ho valutato se mi convenisse mettere una PdC al posto del solare termico e per sostituire definitivamente la caldaia a metano, che consuma parecchio. Alla fine decisi di non prendere la PdC, per vari motivi.
    Comunque:
    1) mi sembra strano che non sia possibile attivare la pratica del 65%, vedi guida dell'AdE, quindi chiedi anche ad altri oltre il tuo commercialista. Al limite, forse, puoi attivare quella relativa alle ristrutturazioni. Attenzione a pagare con il corretto tipo di bonifici.
    2) per rendere economicamente utile la PdC potresti pensare di integrarla con un impianto fotovoltaico e, eventualmente in aggiunta, integrando nelle stanze più fredde il riscaldamento a radiatore con delle Pompe di Calore/condizionatori. E' chiaro che è una scelta costosa, ma alla fine la casa ne risulterà rivalutata e in questo momento puoi anche usufruire el 50% di rimborso fiscale sull'impianto fotovoltaico.
    Comunque sentiamo anche il parere di persone più esperte.
    Saluti, Andrea
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina