1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. calian29

    calian29 Membro Ordinario

    Inquilino/Conduttore
    Un saluto a tutti, ho ristrutturato casa con Dia risultando in manutenzione straordinaria ed ora sono indirizzato all'acquisto delle porte interne scorrevoli, non mi è chiara la legge per quanto riguarda l'IVA se devo pagarla al 10% o al 22%, mi potete spiegare nel dettaglio come funziona? Il venditore mi dice che basta una dichiarazione.... Da premettere che le porte le sto' acquistando io non l'impresa che mi ha effettuato i lavori. Grazie....
     
    Ultima modifica: 18 Aprile 2014
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Nell'ambito di una manutenzione ordinaria e/o straordinaria le porte interne fanno parte dei cosiddetti beni significativi (infissi esterni ed interni).
    Per l'acquisto ed installazione l'IVA è al 10% su un imponibile costituito dal doppio dell'importo della manodopera e al 22% sul resto del lavoro (es. porte euro 1000 installazione euro 200, l'IVA è al 10% su 400 e al 22% su 800 euro).
    Nell'ambito di una ristrutturazione (così deve essere indicato sulla Dia) tutto l'intervento è al 10%. Tu rientri nel primo caso, perchè presumo che la ditta che ti vende le porte faccia anche l'installazione (anche se non è la ditta che ti ha fatto i lavori edili) . Saluti.
     
    Ultima modifica: 18 Aprile 2014
  3. calian29

    calian29 Membro Ordinario

    Inquilino/Conduttore
    OK, ma sulla fattura se non viene specificata la manodopera come si fa?è il venditore delle porte che deve scorporare l'IVA al 10% dalla somma?
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ho acquistato e fatto installare recentemente delle porte interne: il prezzo era 350 euro a porta per la sola fornitura e 50 euro in più per la posa in opera. Quindi il venditore che fa installare le porte sa benissimo quanto incide la manodopera per l'installazione.
    Il prezzo per la posa di ogni porta si aggira comunque intorno ai 50 euro come da vari preventivi che ho avuto...Quindi ho avuto la fattura con l'IVA al 10% su un imponibile di euro 100 a porta; sul resto di 300 euro l'IVA è stata applicata al 22%. Saluti.
     
  5. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Se eventualmente il loro valore non dovesse superare il 50% del costo dell'opera, tutto l'intervento sarà agevolato al 10%. Condizione indispensabile è, infatti, che i beni siano forniti dallo stesso soggetto che eseguirà i lavori.
    Sarà, comunque, necessario presentare la dichiarazione di responsabilità alla ditta:

    Il/la sottoscritto/a....

    consapevole delle sanzioni previste dall’art. 76 del Testo Unico, D.P.R. 28/12/2000 n. 445, e della decadenza dei benefici prevista dall’art. 75 del medesimo T.U. in caso di dichiarazioni false o mendaci, sotto la propria personale responsabilità,


    DICHIARA

    di aver diritto all'aliquota agevolata del 10%, con le limitazioni relative ai c.d. “beni significativi” di cui al Decreto del Ministero delle Finanze 29 Dicembre 1999 (circolare del 29 Dicembre 1999 n. 247/E), per lavori di manutenzione straordinaria definiti dall’art. 31, lett. b), della Legge 5 Agosto 1978 n. 457 e realizzati sull'immobile con destinazione prevalente di abitazione, ai sensi dell’art. 7, comma 1, lett. b) della Legge 23 Dicembre 1999 n. 488, come modificato dagli artt. 1, comma 18, della Legge 24 Dicembre 2007 n. 244 e 2, comma 15, della Legge 22 Dicembre 2008 n. 203.
    Il/la sottoscritto/a si impegna a comunicare tempestivamente ogni eventuale fatto o circostanza che faccia venir meno il diritto alla sopra indicata agevolazione, al fine di consentire l’emissione della fattura integrativa per la differenza di aliquota, secondo quanto previsto dall’art. 26, comma 1, del D.P.R. 26 ottobre 1972 n. 633 e successive modifiche ed integrazioni.

    Data........ Firma..........
     
  6. calian29

    calian29 Membro Ordinario

    Inquilino/Conduttore
    Grazie siete stati gentilissimi....
     
    A essezeta67 piace questo elemento.
  7. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Ne siamo lieti....:)
     
  8. calian29

    calian29 Membro Ordinario

    Inquilino/Conduttore
    Il box doccia rientra nei 96000 € o nel bonus mobili nei 10000 € ?
     
  9. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    In presenza di un titolo abilitativo (Dia/Scia) rientra nei 96000 euro.
     
  10. calian29

    calian29 Membro Ordinario

    Inquilino/Conduttore
    Dolly scusami hai detto che eventualmente il loro valore non dovesse superare il 50% del costo dell'opera, tutto l'intervento sarà agevolato al 10%, sinceramente non lo capito questo passaggio....
     
  11. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Allora, ti posto un esempio dapprima dove il bene significativo supera la metà dell'intero costo della prestazione:

    costo totale intervento 10.000 euro, di cui 4.000 euro per manodopera e 6.000 euro per il costo delle porte (beni significativi). Su questi 6.000 euro, l’IVA al 10% si applica solo su 4.000 euro, cioè sulla differenza tra l’importo complessivo dell’intervento e quello dei beni significativi stessi (10.000 – 6.000 = 4.000). Sul valore residuo (2.000 euro) l’IVA si applicherà invece nella misura ordinaria del 22%.

    Ora invece, prendiamo lo stesso costo totale dell'intervento di 10.000 euro, ma abbiamo per manodopera un costo di 6.000 euro e per i beni significativi solo 4.000: in questo caso ci troviamo nel caso in cui il valore dei beni significativi (4.000) incide per meno della metà sul costo dell'intera opera (10.000).
    Risulta chiaro quindi che tutta la prestazione andrà fatturata con l'IVA al 10 %.

    Ciò, comunque sempre nell'ambito di una manutenzione ordinaria o straordinaria, mentre se l'intervento è di ristrutturazione edilizia supportato da Concessione Edilizia - legge 457/78 lett. c-d) ovvero legge 380/2001 art. 3 lett. c-d), tutto l'appalto è agevolato.
     
  12. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Nell'ambito di una manutenzione ordinaria difficilmente il valore delle porte è inferiore al valore della manodopera per l'installazione (per fortuna), altrimenti ogni porta mi sarebbe costata 750 euro......
     
  13. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Sì, certamente... :ok:
    ho solo spiegato, come da richiesta, il "meccanismo"...;)
     
    A essezeta67 piace questo elemento.
  14. calian29

    calian29 Membro Ordinario

    Inquilino/Conduttore
  15. calian29

    calian29 Membro Ordinario

    Inquilino/Conduttore
    Devo far realizzare una copertura (vano tecnico) della caldaia, boiler e gruppo solare di anticorodal con relativa posa in opera, anche in questo caso posso avere l'IVA agevolata al 10%?in seguito mi devono fare una scala esterna, che collegherà l'appartamento al terrazzo e la ringhiera perimetrale... Questo intervento rientra in detrazione? L'IVA sarà agevolata?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina