• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

paolog

Nuovo Iscritto
sono proprietario di una villetta formata da due appartamenti attigui ( I e II piano)
più garage. Abito con la mia famiglia tutta la villetta. Posso avere la totale esenzione ICI
pur avendo i due appartamenti due diversi sub catastali?
paolog
 
L

Loretta Grazia

Ospite
Verifica in Comune se viene concessa l'esenzione, oltre all'appartamento dove hai la residenza, anche a uno ulteriore dove vivono i tuoi figli. In tal caso potresti evitare l'ICI su entrambe le unità immobiliari. Ciao, buon fine settimana
 

valapril

Membro Attivo
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti. E se si prendesse in considerazione di unificare catastalmente i due appartamenti formando così uno unico?
 

palmi

Membro Attivo
Facendo la fusione catastale, potrai certamente usufruire dell'esenzione ICI come prima casa a condizione che non acquisisca requisiti come abitazione di lusso cioè rientri nella categoria A1.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto