1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. enrico29

    enrico29 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Gradirei sapere se qualcuno è in grado di darmi indicazioni.
    Sono proprietario al 100% di una abitazione avuta in eredità anni fa. La stessa non è locata, abitata o in comodato d'uso ad alcuno. Ho sempre provveduto a pagare ICI ed IMU e non ho mai usufruito di sgravi fiscali sul reddito non avendo mai avuto lì la residenza.
    Per lavoro (Forze Armate) sono titolare di un alloggio ASGI (Alloggio Servizio Gratuito all'Incarico) per cui sono obbligato ad avere la residenza ove lavoro, altra provincia rispetto all'immbile di proprietà.
    L'immobile non è di categorie A/1 - A/8 ed A/9. Posso in qualche modo, forse anche in base alla L.28/10/2013 n.124, chiedere una esenzione sul pagamento IMU per prima casa per l'immobile predetto o quanto meno posso usufruire di sgravi fiscali per la dichiarazione dei redditi?
    Specifico che sono anche titolare al 50%, con la sorella, di altri due immobili, non locati o abitati e per i quali nessuno dei due usufruisce di sgravi o benefici.
    Sono obbligato a considerare tutte come 2^ casa? Grazie a chiunque saprà darmi indicazioni.
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sì. L'art. 2, comma 5 del D.L. n. 102/2013, che è stato convertito in legge con la norma da te citata, prevede che "non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica ai fini dell'applicazione della disciplina in materia di IMU concernente l'abitazione principale e le relative pertinenze".
    Con l'avvertenza che questa disposizione si applica a decorrere dal 1º luglio (2013).
    E facendo attenzione a quanto previsto dal successivo comma 5-bis.
     
    A Ennio Alessandro Rossi piace questo elemento.
  3. enrico29

    enrico29 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie 1000 per la risposta ma ora devo trovare la modulistica che dovrebbe, forse, essere emanata dal ministero. Grazie ancora!!
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se l'altro immobile può essere considerato prima casa, questi due no, per te saranno seconda casa. Saluti.
     
  5. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Anche la neo-casa principale per i primi 6 mesi (fino al 30 giugno) è soggetta ad IMU seconda casa.
    Saluti.
     
    A essezeta67 piace questo elemento.
  6. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Vuoi dire che una casa è seconda casa fino a che non è abitazione principale? Il periodo minimo da considerare è il mese o 15 giorni? Cioè se ad esempio il periodo da abitazione principale è 5 mesi e 16 giorni il periodo è arrotondato a 5 mesi e 15 giorni oppure a 5 mesi?
     
    Ultima modifica: 30 Novembre 2013
  7. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Iaco,
    questo è un caso particolare, come evidenziato dal quesito e da Nemesis. Nello specifico l'abitazione diventa abitazione principale ex-lege pur non abitandoci. La decorrenza, come evidenziato, è il 1 Luglio 2013.
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Una casa (di abitazione) è abitazione principale se sussistono i requisiti previsti dalla legge. Se non sussistono, non è l'abitazione principale. Può essere anche la prima (unica) casa di cui si è proprietari o titolari di altro diritto reale.
    Nessuna delle due. Il periodo è considerato di sei mesi, dato che il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno quindici giorni è calcolato per intero. L'IMU è annuale ma si paga a mesi (interi).
     
  9. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'abitazione principale non è semplicemente l'abitazione ove il contribuente risiede? Quali sono gli altri requisiti?
     
  10. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Jaco,
    il quesito è stato posto da un militare che è "obbligato" a dimorare, per motivi di servizio, in un alloggio fornito dallo Stato e diverso dalla propria abitazione.
    Caso analogo è quello dell'Emigrato all'estero, iscritto all'Aire, che ha abitazione in Italia. In entrambi i casi, ai fini IMU, l'abitazione è equiparata all'abitazione principale e gode di tutti i benefici previsti dalla Legge per tale categoria.
    Buona Domenica. Quì, nonostante il freddo, abbiamo una magnifica giornata.
     
  11. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    I contribuenti di cui parli hanno la residenza nel posto x e x è la loro abitazione principale. Sbalo (sbaglio/sballo)?
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    I requisiti (salvo la fattispecie particolare in discussione) sono due:
    1) avervi la dimora abituale (la residenza)
    2) l'iscrizione anagrafica deve corrispondere a quella residenza (come deve per altro essere, secondo la legge anagrafica).

    Art. 13, comma 10 del D.L. n. 201/2011:
    "(omissis)
    I comuni possono considerare direttamente adibita ad abitazione principale l'unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata, nonché l'unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata.
    (omissis)".
    Pertanto, l'assimilazione ad abitazione principale nel caso dei cittadini iscritti nell'AIRE è solo una facoltà lasciata alla potestà regolamentare dei comuni.

    Ai fini IMU i militari, nelle condizioni precedentemente descritte, possono avere la residenza (e l'iscrizione anagrafica) nel comune x e avere l'abitazione (che è considerata "principale") nel comune y.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 1 Dicembre 2013
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  13. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ci sono casi in cui l'iscrizione anagrafica non corrisponde alla residenza?
     
  14. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Certamente sì. Visto che la residenza, per definizione ex art. 43, comma 2 c.c. è il luogo di dimora abituale (cioè è una situazione di fatto). Che però può, nei fatti, non corrispondere all'iscrizione anagrafica (cioè una registrazione amministrativa, che deve obbligatoriamente conseguire alla situazione di fatto), contravvenendo così all'ordinamento delle anagrafi della popolazione residente.
    Quanti, per motivi di lavoro o altro (spesse volte, per "altro" si intendono motivi di convenienza, soprattutto economica, che però per la legge non hanno pregio) dimorano abitualmente in un luogo ma mantengono indebitamente l'iscrizione in anagrafe altrove?
     
  15. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'iscrizione anagrafica si ha nel comune di nascita?
     
  16. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
     
  17. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Monsieur De La Palice ( o De La Palisse. secondo il volgo).
     
  18. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Insomma
    Insomma qua l'informazione ridonda, là manca. Vorremmo una risposta isostatica, cioè né iperstatica, né labile (scienza delle costruzioni).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina