1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. giallomagic

    giallomagic Membro Ordinario

    Ciao a tutti,
    sono un inquilino...e vi presento la mia situazione...
    il 1/10/2010 ho firmato contratto locazione 3+2 in solido con altre tre persone, preavviso da recapitarsi entro sei mesi se in necessità di recedere per gravi motivi... oggi mi si comunica oralmente che i miei tre inquilini solidali vanno via ad agosto, e che ahnno avvisato la proprietaria a voce(sul che potrei avere dei dubbi-ma io raccomandate non ne ho viste)...ho chiamato la titolare protestando il fatto che avrei dovuto esserne informato per tempo e lei si è limitata a dirmi che il contratto si"rompe"a fine settembre dato che gli altri hanno manifestato intenzione di andare via...
    per cui, malgrado la scelta dell'anno scorso,mi ritrovo allo stato attuale a dovermi sbattere per una nuova abitazione,il che avendo problemi di salute con la celiachia è una bella rogna di cui avrei fatto a meno,dato che lavoro di notte e di giorno non ho molte energie da dedicare a situazioni del genere...vi e mi chiedo, ppossibile che uno firmi un contratto e si ritrovi quasi nella condizione di avere carta straccia in mano? come mi devo comportare? grazie a tutti coloro che mi forniranno ausilio
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    OK
    Che se ne vadano è possibile ma sempre con l' onere di corrispondere il canone di locazione...
    Mancando il preavviso (firmato da tutti e 4 i conduttori) il locatore non può "sfrattare".
    Il contratto in essere ti tutela moltissimo, senza il tuo consenso non può essere interrotto né dai tuoi coinquilini né dal locatore.
    Essere "solidali" comporta che ciascuno è responsabile per l' intero canone verso il locatore e che ogni decisione deve essere presa di comune accordo, vale il "Tutti per uno e uno per tutti".
    :daccordo:
     
    A Gatta e giallomagic piace questo messaggio.
  3. AVV GIORDANO MONICA

    AVV GIORDANO MONICA Nuovo Iscritto

    la proprietaria non può sfrattarti ma, attenzione, perchè se gli altri non pagano la loro quota la proprietaria può richiedere a te l'intero canone, starà a te rivalerti sui tuoi coinquilini..
     
    A giallomagic piace questo elemento.
  4. giallomagic

    giallomagic Membro Ordinario

    Grazie mille,
    io non ho firmato nulla, nel contratto è previsto il recesso ma con subentro di persona gradita dalla titolare...infatti io ho detto alla locatrice di trovare altra persone perchè non ho la possibilità da ora a settembre di andare via per piu' motivi: non sto bene, e causa la mia malattia ho perso il lavoro, sono nullatenente ma l'affitto lo pago perchè sono una persona civile... vi chiedo due cose: dato che la proprietaria mi ha detto che il contratto si "rompe a settembre" andando via 3 persone su 4 cosa mi conviene fare dato che la tipa è molto falsa... le scrivo una lettera o gliela faccio arrivare da un legale magari di un sindacato, dato che le mie finanze van via in medicine e controlli vari?
    l'ipotesi della Monica: se io mi ritroassi nella condizione di poter pagare solo la quota della mia stanza, e le proprietaria non si attiva come da contratto per mettere in casa altre persone puo' attivere la procedura di sfratto o sussiste anche una responsabilità da parte sua? (PER TELEFONO MI HA DETTO CHE IO NON ESSENDO STUDENTE NON POTRO' CONVIVERE CON GLI ALTRI CHE VUOLE METTERE IN CASA) nel caso le ho chiesto un contratto transitorio di 18 mesi

    per mailidealista: per "mancando il mio consenso" intendi il consenso scritto? o quello verbale?
    grazie per il supporto e spero di avervi con me nella battaglia

    p.s la cosa piu' interessante: supponendo che i miei inquilini abbiano disdetto con raccomandata e mi abbiano informato solo ora, non essendovi il mio consenso fino a quando sono obbligati in solido? fino alla scadenza del preavviso(se valido senza che io ne sia stato messo a conoscenza) o per tutto il tempo che non si trovino dei subentranti?
     
  5. giallomagic

    giallomagic Membro Ordinario

    "il conduttore ha facoltà di recedere dal contratto per gravi motivi,previo avviso da recapitarsi mediante lettera raccomandata almeno sei mesi prima della scadenza..Nel caso che la recessione avenisse prima del 30 settembre dell'anno in corso il recdedente si impegna a pagare il canone di locazione e le spese accessorie fino a tale data a meno che non trovi un subentrante che sia di gradimento della locatrice,le spese di subentro sono a carico del recedente."
    che c'entra la data del 30 settembre,mica è un contratto annuale?
     
  6. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Dovrebbero essere i tre che se ne sono andati, con obbligo di continuare a pagare il/i canoni di locazione, a premurarsi di trovare dei loro sostituti, di gradimento della locatrice.
    Confermo quanto detto precedentemente, hai il diritto di restare e pagare solo la tua quota.
    E, per quanto affermato, non corri rischi particolari.
    Ma i tre ex-coinquilini sanno che non possono ritenersi svincolati dal contratto sottoscritto ?
    In bocca al lupo e facci sapere.... :daccordo:
     
    A giallomagic piace questo elemento.
  7. giallomagic

    giallomagic Membro Ordinario

    bah, sono degli strafottenti...da quello che ho capito si sono messi daccordo con la proprietaria da tempo, solo che non so se abbiano fatto delle comunicazioni ufficiali..so solo che ad agosto se ne vanno e pagheranno fino a settembre, dopo se non mettono nessuno in casa io non ce la faccio a pagare per tutti...
    Poi, se tanto mi da tanto, quando non paghero' piu' l'affitto e il giudice non mi sfratterà almeno per qualche mese, essendo nullatenente forse la proprietaria sdi accorgerà della situazione illeggittima e i soldi li cercherà da chi ha consentito andasse via...tanto a quella solo dei soldi gliene frega,,, intanto grazie.,,, domani vado al SICET settimana prossima al SUNIA perchè pretendo di vedere se ci sono raccomandate o altro
     
  8. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Ma il loro impegno non termina a settembre...
    Tu cerca di continuare a pagare la tua quota.
    Vedrai che li cercherà a chi se ne è andato.
    E' sempre utile.....
    :daccordo:
     
  9. giallomagic

    giallomagic Membro Ordinario

    :ok:Ciao ragazzi, ho novità....
    ho ricevuto missiva dell'avvocato della proprietaria chemi chiede di mettermi daccordo per il rilascio dell'immobile a settembre in quanto gli altri hanno inviato regolare disdetta (che io non ho mai visto) e che non mi è stata mai notificata a mezzo posta...infatti la proprietaria mi ha chiesto un giorno una firma...
    la situazione che si delinea è la stessa di prima ad ottobre non paghero' il canone intero da solo... e volevo a questo punto chiedere...
    1) se non pago la mia quota a settembre (per dispetto) dato che la caparra non la rivedro' mai piu' sono tenuti a pagarla i 3 che vanno via ok, ma se non coprissero l'importo si potrebbe avviare già la procedura di sfratto?
    2) dato che manca la mia firma sulla rescissione (disdettta) non potrei chiedere al giudice che sia la proprietaria ad ottemperare al dovere di trovare i sostituti degli altri dato che i miei inquilini possono recedere prima della naturale scadenza solo per gravi motivi e trovando un sostituto?

    chiaro che al 1° ottobre io non pago, mi han messo in questa condizione e io da nullatenente e invalido civile me ne sbatto altamente di fronte a persone cosi' disoneste....
    Volevo solo chiedere poi, per il futuro: se il giorno del rilascio dell'immobile uno avesse cetificazione ospedaliera di dover restare a letto, cosa che mi capita sovente data la mia malattia, ci puo' essere un ulteriore rinvio?

    ciao e grazie:ok:
     
  10. giallomagic

    giallomagic Membro Ordinario

    aggiorno:
    il 3 settembre pago lam mia quota 330 euro a una delle mie tre coinquiline in solido...è lei che ogni mese versa con bonifico alla proprietaria senza darci ricevute... oggi 15/10/2011 mi accorgo di aver ricevuto dalla medesima mia coconduttrice bonifico di 330euro con causale:"restituzione canone d'affitto come da disposizione della proprietaria"
    in pratica: i tre miei inquilini se ne sono andati il 30 settembre d'accordo con la proprietaria...
    domanda 1) visto che mi hanno restituito la quota temo che nessuna abbia pagato l'affitto di settembre e io che sono rimasto solo in casa (senza avere visto le raccomandate con le date della posta della disdetta degli maltri 3) potrei essere in mora...
    ho paura che sia stata già attivata la procedura di sfratto a mia insaputa(la mia cassatta postale è in comune con la proprietaria e raccomandate non me ne sono arrivate)... lunedi' vado alla casa comunale a verificare se c'è qualcosa ma la mia domanda fondamentale è la seguente:
    se il magistrato avesse già convalidato lo sfratto dato che io non sapevo dell'udienza, se mi ritrovo l'ufficiale giudiziario come posso fare per dimostrare che sono vittima di un complotto per farmi sfrattare?
    basta la ricevuta della banca del bonifico con la dicitura quota affitto pagata alla mia ormai ex inquilina?
    oppure saro' costretto in strada per poi rivendicare le mie ragioni nei tempi dei nostri tribunali?

    considerando che potrei essere moroso dal 21 settembre ( a contratto l'affitto è richiesto enro il giorno 1 del mese) potrebbe già esservi stata l'udienza in tribunale o ho speranza di essere ancora in tempo? grazie
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina