1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. rosary

    rosary Nuovo Iscritto

    Salve a tutti,vorrei chiedervi qualche informazione. Premetto che,mio padre era sposato con 3 figli,rimasto vedovo si è risposato cn mia mamma,da questo matrimonio sn nata io.quando io ero ancora minorenne(7anni) mio padre è venuto a mancare. Tutta la proprietà,cioè 3 appartamenti,dei negozi ed un terreno,erano intestati a lui(in comunione cn mia mamma).di qst appartamanti,due sono stati condonati da mia mamma e mio "fratello"dopo la morte di papà. (sottolineo,che uno era intestato a papà,ma stato costruito da mio fratello,che luiusa cm seconda casa dato che,non abiita qui),e abbiamo pagato anche la tassa sulla successione.quando condonammo si offrì lui cn mia mamma di pagare anche la nostra ICI.nel 2004,io sn diventata maggiorenne,abbiamo venduto il 3 appartamento,abbiamo firmato tutto,ma i soldi sn stati divisi una piccola parte,alle altre 2 figlie,e il restante al maschio.nè io nè mia mamma abbiamo ricevuto nulla.mi dissero tu prendi quel terreno(che ho scoperto poi,di nn poter vendere xkè su una porzione c'è un'ipoteca dovuta a una mia sorella)da alcuni giorni girano alcune voci,che anche casa dv abito andrà a mio fratello,insomma cm se stesse facendo un favore a me e mia mamma,tenendoci dentro casa fin quando io nn mi sposo,e lei nn verrà a mancare.ora vi chiedo: è possibile questo?il fatto che lui ha pagato l'ICI gli dà diritto a diventare proprietario della mia casa?oppure posso ancora fare qualcosa?vi ringrazio a tutti,e spero di essere stata chiara
     
  2. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    perchè qualcuno possa darti opinioni o consigli credo tu debba mettere un po' di ordine nei fatti. Le proprietà per esempio erano in comunione con tua mamma (come dici nella frase riportata) o erano intestati al papà (almeno di uno dici che era intestato al papà)?

    Dici anche che avete pagato la successione: allora dorebbe figurare cosa è e di chi. Comincia a leggere bene come avete diviso le proprietà al momento della successione e vai a fare una bella visura catastale...
     
  3. rosary

    rosary Nuovo Iscritto

    ciao Elisabetta,grazie per avermi risposto.Hai ragione ho fatto un pò di confusione..allora i miei genitori erano sposati in comunione,per l'appartamento intestato a papà,cioè è un unico terreno acquistato da mio padre,il quale costruì un appartamento e dei negozi,successivamente,mio fratello costruì al piano superiore un altro appartamento per abitarci lui quando viene in vacanza.dai documenti che ho a casa della successione,leggo solo che l'intero patrimonio è diviso in 6 parti,di cui 2/6 a mia mamma e 1/6 a noi figli
     
  4. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    rosary sei stata un pò confusionaria però se la successione è stata fatta come tu hai scritto non c'é nulla da obiettare.
    L'unica cosa che mi sento di dire è che quando è morta la prima moglie di tua padre è stata fatta la successione? Se questa signora aveva un qualcosa questo andava diviso tra il marito ed i 3 figli.
     
  5. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Siete in un certo caos in effetti, ma forse tu ti stai fidando troppo degli altri. Se avete venduto un appartamento, a te veniva 1/6 a tua mamma i 2/6 del ricavato. Non basta dirti: "tu prendi quel pezzo di terreno" La proprietà del terreno diventa tua se viene fatto un atto notarile...A parole non conta nulla. Potresti andare a un patronato a chiedere una consulenza. La cosa migliore sarebbe di andare da un notaio a fare la divisione dei beni secondo le quote proporzionali, anche perchè in quell'occasione salterebbero fuori ipoteche e quant'altro. Si spende, certo, ma piuttosto che farsi fregare un pezzettro alla volta...

    Parti comunque dal patronato: gli porti tutto quelo che hai di documenti e chiedi di aiutarti a fare chiarezza e se hanno qualche consiglio su come procedere, poi vi rivolgete al notaio per la divisione. Auguri
     
  6. rosary

    rosary Nuovo Iscritto

    Grazie elisabetta,sei stata gentilissima.seguirò il tuo consiglio
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina