1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. orlandomaria

    orlandomaria Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti,
    leggo questo forum da molto e trovo le risposte veramente competenti e utili, non ho mai scritto fino ad oggi... ma oggi eccomi qui.
    Brevemente, 10 anni fa sono diventato proprietario di un immobile di due piani (60mq + 60mq), costruito circa 1 secolo fa.
    Il primo piano è sempre stato abitato, sotto c'è la stalla.
    Ho ristrutturato subito la parte abitativa al primo piano. Oggi vorrei ristrutturare anche il piano terra, ma ho scoperto che al catasto non risulta!
    Com'è possibile? Secondo loro il primo piano vola?
    Come posso risolvere la situazione?
    Preciso che i muri perimetrali dei due piani coincidono perfettamente e che sia il primo piano che i terreni su cui tutto poggia sono regolarmente registrati al catasto.

    1- Posso accatastare e ristrutturare?
    2- Rientrerei nei parametri validi per gli incentivi ristrutturazione?
    2- Quanto potrebbe costarmi complessivamente (geometra, oneri statali, oneri catastali etc.) l'accatastamento di quei 60mq?

    Grazie mille per l'aiuto,
    Orlando
     
  2. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Gli immobili vecchi sono quasi tutti così, poi cent'anni fa a malapena era nata la legislazione del catasto tutto era ancora molto fumoso. Quando va bene le abitazioni di quel periodo erano A/5. Veniamo a noi.
    1) certo ma devi controllare il piano regolatore comunale cosa consente di fare, se ristrutturazione, restauro ecc.
    2) certamente si applica a tutti gli edifici esistenti
    3) dipende, il Docfa dai 400/500€+IVA+spese. Però mancando un piano c'è necessità di un rilievo del lotto di terreno per controllare la corrispondenza tra immobile presente e confini (serve sia per controllare i confini che per impostare il progetto dell'immobile, ad esempio per verificare la possibilità di fare un ampliamento e la distanza dello stesso dai confini) il rilievo viene come minimo sul migliaio d'Euro. Ciò che lo fa lievitare è la superficie del terreno e la difficoltà nell'effettuazione (presenza di arbusti, corsi d'acqua, pendii) presenti sul tuo terreno. Il progetto invece varia di parecchio dipende da cosa intendi fare. L'onorario per progetti solitamente va a percentuale sul lavoro, ma conosco praticamente nessun Geometra che lavora con tariffe ma tengono i prezzi più bassi. Ti conviene farti fare più preventivi per tutte le operazioni ed i nominativi li trovi chiamando il collegio della tua provincia. Ormai quasi tutti i collegi hanno il loro sito on line. Saluti
     
  3. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    dal punto di vista catastale il problema lo risolvi facendo redigere una nuova planimetria con un aggiornamento della consistenza con la causale "esatta rappresentazione grafica", l'immobile è già censito al catasto dei fabbricati quindi la corrispondenza ai terreni è scontata, un professionista espero ti saprà aiutare. La ristrutturazione è sicuramente possibile
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se è vero che facendo un'indagine di mercato puoi trovare dei prezzi concorrenziali, non sempre a minor prezzo corrisponde una prestazione di livello superiore. Voglio dire che in questo momento di crisi, si gioca al ribasso. Però occorre fare alcune considerazioni: io, professionista con quarant'anni di iscrizione all'albo professionale, che dirigo un ufficio con diversi collaboratori, particolarmente attrezzato per svolgere al meglio le prestazioni, non posso sostenere una gara al ribasso con un giovane iscritto che non ha spese d'ufficio e di personale, non deve mantenere la famiglia, ma si accontenta di avere i soldi per poter andare in pizzeria o in discoteca al fine settimana senza dover sopportare le spese che inevitabilmente gravano su chi ha uno studio professionale. Da non sottovalutare: non ha l'esperienza e la professionalità che talvolta distingue le due prestazioni professionali. Sovente noi "anziani" dobbiamo intervenire a correggere lavori effettuati con leggerezza e superficialità. Meditate, gente, meditate.
     
    A Lauramencarini piace questo elemento.
  5. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Lo stesso discorso vale tra imprese e artigiani quello dei costi, c'è da dire che sono incarichi fiduciari nel senso che si tende a far lavorare chi si conosce in quanti da garanzie di successo. Purtroppo in tempi come questi (purtroppo) spesso e volentieri il cliente guarda più all'offerta il contenuto si vedrà...poi se ci sono problemi è un'altro discorso.
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    come in tutte le cose, meno spendi più spendi, e tante volte ci si azzecca
     
  7. marinoernesto

    marinoernesto Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Mi domando se per fare un accatastamento ci voglio 40anni di esperienza! Forse è sufficiente saper prendere le misure, avere un buon programma ideato allo scopo, il saperlo usare, e l'autorizzazione ad operare (serve l'iscrizione all'albo?non so!). E poi ci lamentiamo che i giovani non trovano l''''AAVVOORROO!
     
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    ognuno può pensarla come crede
    per accatastare un immobile non servono tanti anni di esperienza, basta un minimo di idea su quanto stai facendo ma per risolvere semplicemente un problema, diciamo che l'esperienza può essere utile, ti posso garantire che quando ho iniziato non sarei stato capace di risolvere situazioni che oggi affronto con una certa tranquillità
     
  9. marinoernesto

    marinoernesto Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    OK griz. ma concordi con me che sbandierare 40 anni di esperienza sono troppi solo x accatastare? Poi ci sta tutta che l'imberbe faccia più fatica, ma diamogli una possibilità, oggi ancor di più! Poi non dico più niente: mio figlio, nel 2002, per fare praticantato e iscriversi all'albo (oggi iscritto ma a poco gli serve, e gli costa circa 300€ l'anno di iscrizione) è andato presso uno studio con i famosi 40anni di esperienza (forse erano 30, ma la musica non cambia), prendeva poco o niente, e di ore ne faceva! Quindi non mi si venga a dire che "quelli con i baffi" hanno costi alti per il personale! Scusate lo sfogo.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  10. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Fa il geometra anche tuo figlio?? Lo capisco ci sono passato 13 anni fa...anch'io ho ricevuto un trattamento simile...cosa non si fa per imparare un mestiere oggi come oggi.
     
    Ultima modifica: 29 Gennaio 2014
  11. marinoernesto

    marinoernesto Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    no. E' perito industriale, ma, anche in questo caso, come dicevo , la musica non cambia: è sempre italiana.
     
  12. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    comunque va detto che ci sono persone e persone, anch'io ho avuto dei collabnoratori e cercavo di pagarli il giusto ma il più delle volte mi sono reso conto che il lavoro avrei fatto meglio a farlo da me così avrei evitato figure, il collaboratore affidabile deve avere una certa esperienza e questo puoi pagarlo bene, il collaboratore giovane ed inesperto deve costare poco altrimenti non ti conviene, certo che poi quando impara, ha acquisito le capacità sufficienti, diventa prezioso e se se ne va, sei da capo
     
  13. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    @griz Il problema è che per avere esperienza un collaboratore praticante deve essere anche formato. Posso anche accettare stipendi da fame tipo 100€ al mese (ammesso che la famiglia dietro mi sostenga nel periodo) a patto che però mi venga insegnato tutto e se subito non comprendo non fare le cose di corsa perché bisogna consegnare velocemente (già mi sto sacrificando economicamente). Disponibile e puntuale va bene ma fesso no. Purtroppo nostri colleghi hanno delle PESSIME abitudini, parlano bene e razzolano malissimo. Io piuttosto faccio da me, non mi piace prendere in giro le persone, facendoli fare "facchinaggio" senza pagare. Ho imparato pure a dosare la disponibilità, prima era incondizionata, ora vediamo se la meriti.
     
  14. orlandomaria

    orlandomaria Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti per le risposte. Apro una parentesi e vi dico che anche io, libero professionista (in tutt'altro settore, ma il succo resta), mi rendo conto di quanto la concorrenza dei "giovani" (nel mio settore parliamo proprio di dilettanti allo sbaraglio, non essendo necessaria nessuna certificaizone legale) sia deleteria, perchè spesso e volentieri il cliente non capisce che il tuo costo (un po') più alto ha un senso e soprattutto che si ripagherà da solo.
    Detto questo -e proprio per questo- ho intenzione di rivolgermi a professionisti veri. Conosco geometri con 15 anni di esperienza (non pochi) che hanno fatto errori di valutazione (seri e con gravi conseguenze) addirittura sulle loro proprie abitazioni, quindi considero gli anni di esperienza un buon parametro per valutare un professionista (in qualunque settore) ma non il solo parametro da considerare, motivo per cui mi sto affidando (e mi affiderò) a chi il lavoro lo sa fare davvero e lo dimostra coi fatti.
    Certo, nei limiti del budget. Ma non partirei se non avessi un budget adeguato, che mi consentirà di affrontare la ristrutturazione con serenità e soprattutto di affidarmi a professionisti veri.
    Precisato questo (e "tornando a bomba", come si direbbe dalle mie parti), ringrazio per le info che mi avete dato. In particolare la notizia che mi ha dato griz che ho quotato mi rincuora parecchio. E grazie mille anche a Daniele 78 per la velocità e la completezza della riposta.
    Tra un paio di giorni andrò all'ufficio tecnico con l'architetto che al momento sta seguendo la pratica (a cui sto ancora valutando se affidare il progetto vero e proprio, voglio proprio vedere come affronterà questo primo ostacolo e poi deciderò).
    Vi tengo aggiornati, per ora ancora grazie,
    orlando
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  15. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    L'accatastamento potrà essere abbastanza semplice ma se passi alle categorie D occorre una certa esperienza, altrimenti metti nei casini il cliente che non sa che c'è professionista e professionista. L'accatastamento generalmente è una prosecuzione della pratica che viene preceduta dal tipo mappale. Questo è il punto debole. L'inesperto che non conosce il catasto e le mappe catastali, si fida ciecamente del GPS senza conoscere i suoi limiti. Ti posso assicurare che si vedono certe castronerie che, se il giovane fosse meno presuntuoso, sentirebbe l'opinione dei colleghi anziani che operano nel campo specifico. Molto spesso devo intervenire per correggere errori grossolani dovuti all'inesperienza. Fin qui è l'esperienza della vita. La cosa peggiore è che pur di intascarsi quattro euro sono disponibili a fare lavori tralasciando di esaminare con cura il risultato. Molto spesso questi errori portano dritti, dritti, dall'avvocato.
    Dimenticavo di dire che ho avuto tanti tirocinanti che si sono realizzati. Alcuni ancora mi vengono a trovare per sentire i consigli di chi ha tanta esperienza.
     
  16. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Gianco ti auguro di arrivare a 74 e passa, in salute come il sottoscritto, che ancora sta in prima linea
     
  17. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    corretto quanto scrivi, le mie osservazioni in effetti riguardavano quasto aspetto, c'è stato chi ha scritto che il praticante dedica molte ore di lavoro ed è pagato pochissimo ma si deve capire che il praticante è fondamentalmente ignorante della pratica professionale, va istruito, corretto, seguito, la scuola non prepara a svolgere le professioni se non a grandi linee (del resto come potrebbe in una materia così complessa?), quindi il praticante dovrebbe per assurdo pagare queste lezioni formative, ne deriva che una buona formazione in uno studio vale e costa al professionista; poi il praticante sveglio ed intelligente afferra presto e bene i concetti, acquisice una certa indipendenza operativa e comincia a diventare un buon collaboratore e lì dovrebbe iniziare ad essere pagato il giusto, salvo che se ne vada in un altro studio che lo prende per quanto ha imparato, lo paga in proporzione e tu devi trovarne un altro :)
     
  18. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Il problema del praticantato è che è obbligatorio se vuoi essere un professionista un domani, per il resto tutto dipende dal praticante, se vuole intraprendere la professione autonoma o rimanere sempre alle dipendenze di altri professionisti
     
  19. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Il 50% dipende dal praticante l'altro 50% dal professionista. Se il praticante ha voglia d'impegnarsi è puntuale ed ha un minimo di capacità la responsabilità dei problemi probabilmente risiede nel metodo d'insegnamento. Viceversa la responsabilità sarebbe di chi apprende la professione. Basta che una due delle parti "pecchi" e il praticantato va a farsi benedire...con buona pace dell'una e dell'altra parte. Ovviamente queste pecche, ammesso che si passi l'Esame di Stato per aver accesso alla libera professione, poi si riflettono anche sulla pratica e qui mi ricollego ai casini causati ai clienti di cui parlava anche @Gianco, che per essere risolti hanno bisogno giustamente di provata esperienza per essere risolti per il bene del committente.
    Ognuno di noi deve prendersi sempre le proprie responsabilità senza nascondersi dietro al filo d'erba. Tutto qua. Un saluto a voi tutti.
     
    A marinoernesto piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina