1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. palli

    palli Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Abito in una piccola palazzina di sei appartamenti e gestisco mi sono intestata la bolletta delle parti comuni da poco.
    Per un cancello, due cancelletti e sei lampade dei vialetti e del corsello il vecchio intestatario della bolletta aveva richiesto 6 kwh come ALTRI USI. Oggi mi chiedo se non bastino 3 KwH o addirittura 1,5 KwH per poter far funzionare luci e cancello. Cosa ne pensate? è corretto che per ridurre la potenza da 6 a 3 Enel mi chieda quasi 95 €?
    Attendo vostro aiuto
     
  2. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Effetti della privatizzazione. ....comunque per l' illuminazione occorreranno (lampade basso consumo) pochi watt. Diciamo Max 200. Le motorizzazioni circa 600, quindi con 1,5 Kw dovresti andare bene.
     
  3. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    "Perseveri" nell'errore iniziale.
    Illecito che si fossero allacciati servizi condominiali ad un contatore intestato ad un privato.
    Voi siete un Condominio e in quanto tale avete l'obbligo di "regolarizzare" le cose chiedendo il Codice Fiscale a cui far riferimento per tutte le fatture su servizi od opere relative alle parti comuni.

    Il prezzo che ti hanno chiesto è quello che paghereste per sottoscrivere un nuovo contratto.
    In linea teorica vi bastano 1.5 kwh e ve ne sarebbe di avanzo.
     
    Ultima modifica: 6 Aprile 2016
  4. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Si rivolga con fiducia ad un punto Enel di zona, loro di solito dànno spiegazioni esaurienti.
    Aggiungo che la potenza elettrica si misura in kW (chilovatt), non in kWh (chilovattora), che è invece un'unità di energia.
    Infine, come altri hanno detto, visti i carichi una potenza impegnata di 1,5 kW dovrebbe essere sufficiente. Basti pensare che oggigiorno per un ascensore basta un'alimentazione monofase 3 kW.
     
  5. palli

    palli Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie tantissimo per le risposte. Ho già portato il contatore da 6 a 1,5 kw.
    Stavo pensando anch'io di proporre agli altri proprietari di aprire un conto e creare un codice fiscale per il condominio. Buona serata a tutti
     
  6. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Prima si istituisce il condominio (all'agenzia delle entrate),
    poi si individua l'amministratore (o un facente funzione),
    poi si apre il conto corrente.
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Direi, invece, l'esatto contrario.
     
  8. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E' vero, prima si nomina l'amministratore. Grazie.
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non necessariamente ...il Codice Fiscale per il Condominio può essere chiesto anche da un qualsiasi proprietario che si offre/presenta come rappresentante.
     
  10. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Potreste gentilmente indicare in cosa consista l'illecito, e quale legge si violi? Non ne sapevo nulla.
    Se tutto funziona buon per voi: nelle risposte precedenti non emergeva un aspetto. Il gestore elettrico in genere considera non tanto le potenze a regime ma le potenze richieste allo spunto. Ad esempio per gli ascensori questo potrebbe portare a valori di potenze impegnate piuttosto alte: ad esempio per un ascensore oleodinamico Enel ha impostato il contratto a 15 kW trifase (corrente spunto 55A, a regime 19A).
    Qualcuno ha esperienza del comportamento dimensionando solo per corrente a regime?
     
  11. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Secondo me ENEL non imposta proprio nulla: è il cliente dell'ENEL che dice all'ENEL ciò che gli occorre.
     
  12. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ottimi puntini sugli i...
    Appunto: mi è stato richiesto il dato di targa, e la risposta è stata quella indicata.
    E' cambiato l'ordine dei fattori, ma il risultato non cambia.
    Per questo chiedevo se qualcuno ha potuto verificare se l'"inerzia" del contatore regga la corrente di avviamento, anche se 2,5 volte superiore a quella a regime.
     
  13. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Pessima abitudine quella di firmare contratti e non curare la lettura di tutte le condizioni:

    Dal Contatto tipo di Enel Servizio Elettrico (maggior tutela)
    Condizioni Generali
    10.2
    Inoltre, l'energia non potrà essere utilizzata in luoghi o per usi diversi da quelli stabiliti nel contratto, né potrà essere trasferita a terzi mediante derivazioni o altri metodi di consegna, né comunque ceduta a terzi.

    Tale norma è presente in tutti i "contratti tipo" anche dei fornitori sul "mercato libero".

    Ps.
    Un cancello elettrico non è un montacarichi/ascensore...e se si è risposto in un certo modo è perchè come al solito si ha esatta conoscenza o esperienza in merito.

    Il postante ha comunque confermato:


     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina