1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. freccianelcielo

    freccianelcielo Nuovo Iscritto

    Sono proprietario di un appartamento in un condominio che ha fatto la ristutturazione della faccia, e mentre tutti i condomini hanno versato le loro quote su un c/c dedicato solo a questa spesa, una condomina, non fidandosi dell'amministratore riferito esplicitamente, ha versato le sue quote direttamente sul conto della Ditta che ha eseguito i lavori. Dato che l'amministratore aveva iniziato la pratica per la detrazione del 36%, mi dicono che non potendo l'amministratore eseguire in toto i versamenti attraverso bonifici bancari per il saldo del preventivato, perchè manca una parte dei soldi, l'esito della pratica potrebbe correre dei seri rischi di non accettazione. Vorrei cortesemente saper per certo se questo corrisponde al vero.Grazie infinite. Michele Pernice
     
  2. vagian

    vagian Nuovo Iscritto

    In attesa che qualche esperto ti risponda più correttamente, ti dico questo: il comportamento della condomina è alquanto strano. L'amministratore rappresenta il condominio e in quanto tale presenta la documentazione per la detrazione del 36% e poi dopo aver fatto i pagamenti a mezzo bonifico bancario, rilascerà a ciascuno una copia delle fatture emesse al condominio e dei pagamenti effettuati. Ciascun condomino porterà in detrazione la quota versata sempre a mezzo bonifico e direttamente al condominio. E' forse il caso di parlare e di convincere tale persona.
    Lei non poteva pagare direttamente perchè le fatture non erano a Lei intestate. Tutto procede a livello comune di condominio e poi l'amministratore documenta e rilascia copie come detto sopra.
    Voi potete verificare che tutto corrisponda ai lavori preventivati e ai costi concordati.
    L'amministratore amministra per Vostro conto , ma seguendo le direttive dell'assemblea di condominio che una volta deliberato diventano effettive e operanti.
     
  3. freccianelcielo

    freccianelcielo Nuovo Iscritto

    La ringrazio per essere intervenuto a proposito del quesito posto da me, ma avrei sinceramente bisogno di una risposta univoca, per valutare se noi condomini possiamo validamente protestare per un "danno temuto".
    Di nuovo grazie.
     
  4. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    La giungla selvaggia del fisco non è la mia specialità, per cui potrei essere smentito, ma non credo che il bislacco comportamento della condomina possa procurare danno a voi, purché la ditta riconosca il pagamento ed emetta regolare fattura.
    A quel punto sarà compito dell'amministratore certificare la suddivisione delle quote per le detrazioni. Il singolo condomino porterà la sua quota in detrazione in base a tale certificazione.
     
  5. renato2011

    renato2011 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Purtroppo uno degli elementi essenziali per il riconoscimento da parte dell'A.d.E. della detrazione IRPEF del 36%
    sui lavori effettuati in un condominio è quella che il pagamento deve essere obbligatoriamente effettuato con
    bonifico di Legge.Pertanto l'amministratore dovrà ripartire la somma totale pagata con tali bonifici fra tutti i condomini con esclusione del condomino che anziche versargli la relativa quota ( per consentirgli poi il regolare pagamento ) ha provveduto a pagare direttamente la Ditta.
     
    A meri56 piace questo elemento.
  6. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    :ok:

    L'unica incognita rimane la fatturazione della ditta. Credo cha la cosa migliore sia che emetta una fattura per l'importo versato dalla condomina "bislacca" e intestata alla stessa, e poi un'altra, a saldo del preventivato, intestata al condominio in cui richiama la prima come se si fosse trattato di un anticipo...
    Alla fine i conti tornerebbero, il condominio avrebbe il suo sgravio. E la condomina "bislacca"? Non credo, visto che le pratiche le ha fatte l'amministratore per il condominio e lei al condominio non ha versato alcunché. A meno che non se le sia fatte da sola....:risata:
     
  7. klimt

    klimt Membro Attivo

    Professionista
    Buon giorno,confermo quanto sopra, ho esperienza di pratiche sgravio fiscale.
    L'amministratore puo' rilasciare copia delle fatture e dei bonifici (non necessario in quanto la documentazione originale viene custodita dall'amministratore, per esibirla in qualunque momento venga richiesta dalla ag. entrate) DEVE rilasciare ad ogni condomino che ha effetuato il pagamento, una certficazione in cui si dichiari l'importo e poichè la condomina diffidente non ha versato nel conto del condominio non ha diritto alla detrazione, e non vedo proprio perche',l'amministratore dovrebbe rilasciarglela. Nessun problema per gli altri condomini.
     
    A meri56 piace questo elemento.
  8. Areszed

    Areszed Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    L'amministratore potrebbe rivolgersi al proprio commercialista per ulteriori chiarimenti. Forse ti può tornare utile leggere anche il seguente articolo
    Come richiedere la detrazione del 36% - Lavorincasa.it
     
  9. klimt

    klimt Membro Attivo

    Professionista
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina