1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. housing

    housing Nuovo Iscritto

    Salve,

    Spero di essere chiaro sottonendovi due casi:

    1 ) Un locatore riceve disdetta di contratto nei termini stabiliti, ma il locatario lascia l'immobile prima dei sei mesi previsti onorando il pagamento delle sei mensilita' dovute. Puo' il locatore riaffittare immediatamente e di fatto ricevere due affitti per lo stesso periodo?

    2) Il locatario che ha dato regolare disdetta lascia libero l'immobile prima dei sei mesi in quanto lo stesso si e' prodigato a trovare un'altro inquilino che subentra immediatamente. Puo' il locatore pretendere le sei mensilita' dal locatario uscente nonostante percepisce l'affitto dal subentrante?


    Grazie

    Antonio Saponaro
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    1)
    Certamente ma non percepirà due canoni, solo quello del nuovo conduttore.

    2)
    Solo se non ci sia un nuovo conduttore.

    Il prodigarsi del conduttore per individuare il nuovo inquilino subentrante ha come contropartita l' esonero dal proseguimento dei pagamenti.
    :daccordo:
     
    A ccc1956, Marco Costa e alder piace questo elemento.
  3. Salvatore Schiavone

    Salvatore Schiavone Membro dello Staff

    concordo con maidealista
     
    A housing piace questo elemento.
  4. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno
    PER HOUSING
    Caso 1. Il Proprietario , Ha diritto alla Riscossione dei 6 Mesi. Per Contratto e per Legge.Il Fatto che L'inquilino se ne Vada Prima e' Un Problema Suo , quindi , se per esempio al 4' mese viene trovato ,dal Proprietario, un Nuovo inquilino, secondo me al 1' inquilino poco deve interessare
    Caso.2 Se invece, e' l'inquilino attuale a darsi da fare, evitando al proprietario, l'impiccio di trovare di nuovo , colui che puo' pagargli il Canone, in quel caso, allora, potrebbe essere giusto chiudere un'occhio ,e lasciar correre, ma solo dopo essersi accertato, da parte del proprietario, che la casa sia a posto, e che non visiano danni o problemi creati dal 1' inquilino.
    Ciao spero di essere stata Utile.!
     
  5. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Sbagli! La funzione della disdetta anticipata di almeno 6 mesi ha la funzione di offrire una garanzia al locatore di non attenuare i danni derivanti dalla risoluzione anticipata per metterlo in condizione di poter trovare un nuovo conduttore.
    Nel momento in cui il locatore reperisce un nuovo conduttore prima dello scadere dei 6 mesi, questa sorta di garanzia viene meno, in quanto il potenziale danno è stato interrotto. Diversamente si creerebbe un indebito arricchimento a favore del locatore.

    Cass., sez. III, 24-03-2004, n. 5841.
    In tema di locazione di immobile urbano, l’accettazione da parte del locatore della anticipata riconsegna dell’immobile locato con la riserva di ottenere il pagamento dei canoni non ancora scaduti fino al termine del contratto non fa venir meno per il conduttore che esercita il recesso senza il rispetto del previsto termine di preavviso (nel caso, sei mesi) l’obbligo di pagare il canone per tutto tale periodo, ovvero fino al momento in cui l’immobile medesimo venga locato a terzi.
     
    A alder e sferbon piace questo messaggio.
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se il locatario a pagato per tutto il periodo, e lascia vuoto l'appartamento in anticipo il locatore lo può affittare anticipatamente rimborsando il quanto gia avuto dal primo inquilino :daccordo:triste:incauto arricchimento)
     
    A alder piace questo elemento.
  7. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Adimecasa: "incauto arricchimento" non l'ho mai sentito dire, è un tuo neologismo?
     
    A sferbon piace questo elemento.
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    quella vecchietta non voleva mai morire perchè tutti i giorni ne sentiva una nuova????:risata:
     
  9. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Ora capisco perchè te le inventi!
    E' un elisir di lunga vita.
    Continua così!
     
  10. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se non capisci di chi è la colpa,';)
     
  11. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Anche in questo caso la soluzione proposta è errata, in quanto in caso di subentro il contratto non si estingue, ma prosegue trasferendosi l'obbligazione contrattuale in capo al subentrante. Nulla è pertanto dovuto al proprietario dal conduttore uscente.
     
  12. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    La colpa è tua, e solo tua, che nella tua cripticità non riesci a farti comprendere.
    Vedi adime, fintanto la butti sullo scherzo riesci a nche ad essere simpatico, ma quando vai oltre, no!
    Io con questo non intendo redarguire il tuo modo di fare, però stai nel limiti!
    E ti ripeto che "incauto arrichhimento" te lo sei inventato, è un tuo "slang."
    C'è l'"incauto acquisto" e l'"indebito arricchimento" ma no e non mai "l'incauto arricchimento."
    Pertanto, rientra nei ranghi, e visto che con il forum divulghiamo, cerchiamo di divulgare con consapevolezza e correttezza.
    Questa è solo una precisazione.
    Amici come prima!

    Aggiunto dopo 3 minuti :

    No, in questo caso Betty Boop non si riferisce alla continuità nel contratto, ma al caso in cui sia il conduttore che reperisce un altro conduttore con conseguente contratto ex novo.
    Altrimenti sarebbe, per ovvie conclusioni, improponibile.
     
    A sferbon piace questo elemento.
  13. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    PER RAFLOMB
    1000 e 1000 Ringraziamenti,
    Per Prima cosa nell'avere capito subito quello che volevo Dire(molto sveglio)
    e che comunque mi sembrava chiaro per Tutti ,Cioe' se l'inquilino attuale,(Caso.2) trova un suo successore, prima della scadenza dei sei mesi e' ovvio, che il Contratto deve essere rifatto "EX:NOVO" in quanto gia' disdettato dall'inquilino stesso, non solo, c'e' comunque una cauzione di mezzo che il proprietario,dovra' rstituire ,al 1' inquilino, Capito ADIMENCASA::?

    Ma secondo Me anche nel 1' Caso, mi sembra ingiusto che l'inquilino fa quello che gli va di fare, cioe' se ne va quando Vuole ed il proprietario, costretto a ritrovare al volo, un rimpiazzo deve anche rendergli il.resto..?
     
  14. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Qui Betty Boop sbagli, in quanto il proprietario se al terzo mese, ad es, di disdeta trova un nuovo conduttore, si è nel rispetto della legge in quanto, esso non perderà alcuna mensilità: le prime 3 le paga l'ex inquilino (a prescindere che vi abiti o meno nell'appartamento) poi proseguirà con il nuovo conduttore.
    In questi casi occorre sempre vedere qual'è il fine di una obbligazione.
    Ti domando: ti sembrerebbe giusto che nell'esempio fatto, dopo il terzo mese il proprietario percepisca 2 canoni per un solo affitto? Ricorda che la prima locazione nel momento in cui il proprietario lo riaffitta, si risolverebbe per forza di cose al terzo mese, stando all'esempio s'intende, e pertanto verrebbe a mancare una legittimazione dal continuare a percepire il canone dall'ex conduttore, anche se a titolo di disdetta anticipata.
    E' qui che si realizzerebbe "l'indebito arricchimento" o "arricchimento senza causa" che il nostro Adimencasa, nel suo "slang bergamasco" chiama impropriamente "incauto arricchimento."
     
  15. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    PER RAFLOMB
    Capisco , senz'altro che I Termini di Legge sono questi. (Caso1) Dico solo che trovo ingiusto ,che L'inquilino ,abbia piu' "Chance"di fare quello che Vuole ,quando gli va puo' andare Via ,NON SOLO, se il proprietario e' cosi scaltro e diligente da ritrovare velocemente un sostituto gli deve dare Il Resto

    MA SE Invece il proprietario , in caso di inquilino moroso (Non sara' questo il caso)non percepisce nulla , gli tocca avere anni ed anni sul gobbo uno che campa in casa Sua.. Ti sembra giusto questo..? a Me NO!
     
  16. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Certo che non lo ritengo giusto, e qui si ritorna all'annoso problema delle garanzie e della maggior rapidità d'intervento della forza pubblica per lo sgombro coattivo, ma questa è un'altra fattispecie rispetto a quella trattata.
     
  17. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Perdonatemi, ma non sono d'accordo. Non mi sembra ci sia nulla di ovvio.
    Anche se l'inquilino ha dato disdetta, non è detto che il contratto debba necessariamente estinguersi. Infatti è ben possibile, con l'accordo del proprietario, che venga fatto un subentro prima del termine dei sei mesi dalla disdetta e che il contratto prosegua secondo l'originaria impostazione e durata.
    Il subentrante darà al proprietario la caparra che quest'ultimo restituirà al subentrato. Il contratto, dunque, non si estingue.
    Si tratta peraltro di un'esperienza vissuta personalmente. Io sono subentrato in un contratto in cui un conduttore aveva dato disdetta e, a mia volta, quando ho disdettato, ho trovato un nuovo conduttore disposto a subentrare. Il proprietario non ha mai avuto nulla da eccepire, in quanto il suo appartamento è sempre rimasto regolarmente affittato, senza perdere un centesimo e, soprattutto, senza dover impiegare un solo minuto del suo tempo nella ricerca di un nuovo conduttore.
    Con reciproca soddisfazione di tutte le parti.

    Per Betty Boop.
    L'inquilino è maggiormente tutelato dal legislatore perché è considerato la parte contrattualmente più debole. Posso essere d'accordo che forse si sia esagerato, ma questo non autorizza NESSUNO a percepire due canoni di locazione per sopperire a potenziali insolvenze future o per recuperare eventuali morosità precedenti.
    Sono d'accordo anch'io che occorra tutelare meglio i proprietari, soprattutto nelle situazioni di morosità degli inquilini, ma al momento questa è la legge.
    Chi affitta fa un'attività di libera impresa che, come tale è soggetta a dei rischi, come quello di non veder soddisfatto il proprio credito. Se non ti sta bene, dedicati ad altre attività meno rischiose (ma anche meno redditizie) o attivati per provare a far modificare la legge.
     
  18. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a Tutti ,PER TOVRM
    Nella Tua Risposta NON e' chiaro, se nel succedersi dei vari Locatari (Inquilini), abbiate o no fatto ,un'integrazione al contratto, cioe' una aggiunta .Dove si Citatava il Nominativo dell'Inquilino Nuovo (Successore) e che comunque ci Vuole, altrimenti NON sareste stati In regola , Bene per il tuo Padrone di Casa che ha avuto sempre Inquilini Bravi e Pagatori MA NON E' sempre cosi .Credimi

    Per quanto riguarda La redditivita' , Mi spiace Informarti, che (Potrenno risponderti Membri del Forum piu' Esperti di Me), A differenza degli imprenditori, i Cui Crediti Possono essere reclamati per 10 anni invece,e magari ha altre entrate con clienti bravi che lo pagano,Per chi ha una casetta e Vuole affittarla cercando magari di integrare una Pensione INPS di 600/ 680,oo Euro o magari Mettere a Frutto il Sacrificio di Anni di Mutui Pagati, avere un'inquilino che Campa sulle Tue spalle:disappunto: e che non hai fatto i tuoi sacrifici, e magari si fa anche le vacanze :soldi:a spese Tue ,tanto lo stato lo tutela (TU dici e' La Parte piu' debole..giusto'?) E' MOOOOLTO Diverso . Per la Cronaca e per chi NON lo sapesse, i redditi da affitto se regolarmente denunciati, sono tagliati dell' Meta' = PER RAFLOMB Hai Tutta La mia Stima.=
     
  19. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Non convengo con la tua presunzione.
    Come corregge giustamente Betty B., il subentro avverrebbe nelle more della disdetta già formalizzata, ne consegue che il proprietario, ove non abbia già comunicato all'A.E. detta risoluzione, potrà optare per il subentro solo ed esclusivamente orevia autorizzazione espressa dell' ex conduttore. Questo può essere il caso di un amico o un parente, ma se si tratta di terza persona, perchè dovrebbe realizzarsi l'ipotesi da te indicata?
    Concludo, affermanso che la normalità in questi casi è il contratto ex novo, l'eccezione il subentro.
     
  20. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta a Betty Boop il locatario può andare via quando vuole, si riferiva x gravi motivi, e questo x il locatore non è previsto, salvo ai primi quadriennio per i suoi familiari:daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina