1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. geomcolonna

    geomcolonna Nuovo Iscritto

    BUONGIORNO A TUTTI, è la prima volta che mi accingo a scrivere in questo forum che mi sembra interessante. Vi sottopongo un quesito in merito alla prescrizione della tassa comunale TARSU. Vi sottopongo il quesito. In data 12/01/2012 ho ricevuto da parte del comune, un avviso di accertamento TARSU (TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI), il quale mi richiede il pagamento arretrato dall'anno 2006, ma, avendo ricevuto l'accertamento nel 2012, dovrei pagare solo gli ultimi cinque anni e quindi dall'anno 2007 (visto che la prescrizione è degli è di 5 anni). L'ufficio, nella persona del dirigente presso il comune, mi ha riferito che la prescrizione non decorre dalla data di ricevimento della richiesta di accertamento, ma dal giorno della spedizione da parte loro all'ufficio Postale, mi hanno detto verbalmente, che è avvenuta in data 30/12/2011, ma sulla busta risulta inviata l'11/01/2012. Mi chiedo(?), potrei procedere a fare un ricorso perchè l'anno 2006 è caduto in prescriione. Grazie a tutti per l'aiuto.
     
  2. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Fatti dare evidenza della data di spedizione da parte dell'ufficio del Comune. L'avviso sarà certamente stato spedito a mezzo raccomandata A/R: dunque fatti dare copia della ricevuta di ritorno dalla quale risulti la data di spedizione prima di rischiare un ricorso inutile.
     
    A geomcolonna piace questo elemento.
  3. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    gli enti locali devono notificare al contribuente, anche a mezzo posta con "raccomandata A/R" entro il 31/12/ del quinto anno successivo.
    quindi dovrai avere tu la busta in cui è evidenziata la data di spedizione. perciò, non c'è bisogno neanche di rivolgersi al Comune. e, a mio parere, il ricorso è fattibile.
     
    A geomcolonna piace questo elemento.
  4. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Ricordo il termine dei 60 giorni per ricorrere... da quanto descritto salvo le verifiche di atti interruttivi da te ricevuti da cui far decorrere l'eventuale maturare della prescrizione e non solo ai fini della legittimità della pretesa azionata dal Comune, il ricorso è da valutare con attenzione da parte di un legale esperto di tributario dopo aver esaminato i documenti in tuo possesso.
    Potrai giovarti anche della normativa relativa al diritto di accesso ai documenti della P.A.
    Avv. Luigi De Valeri:daccordo:
     
    A geomcolonna piace questo elemento.
  5. geomcolonna

    geomcolonna Nuovo Iscritto

    Loro asseriscono che e' stato inviato tutto entro il 31/12/2011, e che, non e' colpa loro se la posta fa' ritardo. Comunque, io sulla busta ho due timbri uno dell'ufficio centrale con data 11/01/2012 e uno dell'ufficio della mia citta' con data 12/12/2012. Inoltre, e' il primo atto che ricevo e non ci sono atti precedenti. Loro dicono che per il tributo tarsu c'e' una sentenza di cassazione che li cautela, in quanto la stessa recita che "la data di spedione e' quella valida e non quella di ricevimento". Aiutatemi!!
     
  6. laserman

    laserman Nuovo Iscritto

    Io ti consiglio di andare sul sito delle poste e tracciare la raccomandata.
    Si comparirà la data e l'ora di consegna all'ufficio da cui è partita.
     
    A geomcolonna piace questo elemento.
  7. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ricordo di aver letto anch'io una sentenza in merito, ma se parla di data di spedizione, questo è il punto da definire. E quella che avrebbero voluto gli impiegati dell'ufficio tributo o è quella di presentazione/presa in carico dalle poste?

    Piuttosto, mi sembra di ricordare che la sentenza facesse anche un riferimento ad una sorta di proroga che legava la validità alla data del provvedimento amministrativo, non solo alla data di spedizione postale. Ma forse ricordo male, comunque qualcuno potrà rintracciare la sentenza relativa.
     
  8. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    geomcolonna, oggi ho ricevuto una raccomandata con A/R e sulla busta vi è stampata chiaramente la data di spedizione della medesima e il timbro del mittente, nel mio caso la Camera di Commercio (Ente Pubblico).
    cosa devi fare? controlla se sulla busta che hai ricevuto c'è il timbro del Comune (Ente Pubblico) e la data.
    non c'è quindi bisogno di tracciabilità alle Poste e dormi sonni tranquilli se le date che hai tu citato sono corrispondenti.
     
  9. Pam

    Pam Nuovo Iscritto

    Il comune ti ha risposto correttamente nel senso che ai fini della tempestività della notifica rileva per il notificante la data di consegna dell'atto alle poste, indipendentemente dal momento in cui il postino poi lo consegna al destinatario. Questa regola e' generale. La cassazione si e' pronunciata sulla tarsi riconscendone la natura di tributo come tale sottoposto alla prescrizione ordinaria di dieci anni, salvo come giustamente specificato la notifica da parte dell'ente entro il quinto anno successivo a quello in cui il tributo dovrebbe essere riscosso, per cui ne dovrebbe discendere la conseguenza che l'anno 2006 non e più dovuto, talvolta pero si calcola come per la denuncia dei redditi un anno in più. I termini per la presentazione del ricorso sono riportati insieme alla richiesta dell'ente. Cerca se possibile di definire la questione con informalmente con la cosiddetta autotutela avendo cura comunque di non far trascorrere i termini per la presentazione del ricorso vero e proprio che in genere non vengono sospesi. Saluti
     
  10. Franca68

    Franca68 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ma se lo hanno spedito il 11/01/2012, non possono dirti che lo hanno spedito il 31/12. Comunque tu prima non ne eri a conoscenza ed è valida la data di ricezione se funziona come le lettere di preavviso x i contratti di locazione.
    Sicuramente nella lettera c'è un protocollo e una data, ma purtroppo molto spesso sono fasulle, io per esempio ho ricevuto una lettera dalla Camera di Commercio datata 25 Agosto (perchè avevo fatto una richiesta alla quale dovevano rispondere entro 30 giorni) ma l'hanno spedita il 25 Settembre causandomi guai. Io credo che sia un falso in atto pubblico!

    Ti consiglio di rispondere subito con lettera raccomandata e tieni cara la ricevuta di spedizione e una copia della lettera, al Comune che ti ha inviato sicuramente un avviso bonario visto che è il primo dove fai riferimento alla prescrizione e chiedi un riconteggio dal 2007 compreso in poi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina